Stampa articolo
Secondo Rapporto sul secondo welfare in Italia 2015

Ripensare il welfare significa giocare sul crinale fra teoria e pratica, fra politica e policies, fra valori e numeri di bilancio: una sfida certamente complessa, che richiede un approccio capace di abbracciare le diverse dinamiche che influenzano le politiche sociali del nostro Paese. Da questi presupposti è nato Percorsi di secondo welfare, progetto promosso dal Centro Einaudi di Torino in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano e il Corriere della Sera.

Il Secondo Rapporto sul secondo welfare in Italia, presentato il 27 novembre 2015 alla Biblioteca Nazionale di Torino (qui la registrazione video), si propone di approfondire le evidenze già emerse nel Primo Rapporto, indagando le dinamiche endogene ed esogene che influenzano lo sviluppo del secondo welfare nel nostro Paese e la diffusione di esperienze significative in tale ambito.

Oltre ad affondi su argomenti già toccati nell’edizione 2013 – come welfare aziendale, filantropia comunitaria e Reti di Conciliazione – il Rapporto 2015 affronta temi complessi quali la bilateralità e la mutualità, lo sviluppo della finanzia sociale, il contrasto alle diverse forme di povertà, la strutturazione di risposte innovative ai bisogni grazie a strumenti ad hoc sul fronte della domanda, l’evoluzione di misure di sostegno all’occupazione giovanile; e ancora, tramite diversi casi studio, fotografa fenomeni rilevanti quali l’organizzazione dei servizi per l’infanzia e la progettazione di risposte strutturate per la cura degli anziani.

È disponibile la SINTESI DEL RAPPORTO, la VERSIONE INTEGRALE e i SINGOLI CAPITOLI, consultabili di seguito.

Come citare:  F. Maino e M. Ferrera (a cura di) (2015), Secondo Rapporto sul secondo welfare in Italia 2015, Torino, Centro di Ricerca e Documentazione Luigi Einaudi.


Introduzione


Introduzione

di Maurizio Ferrera

Il contesto

  1. Secondo welfare e territorio: risorse, prestazioni, attori, reti
    di Franca Maino

Protagonisti, strumenti e politiche

  1. Il welfare aziendale in Italia: tempo di una riflessione organica
    di Giulia Mallone
  2. Bilateralità e welfare contrattuale: quale ruolo per i territori?
    di Federico Razetti
  3. La mutualità di territorio: le società di mutuo soccorso nella sanità integrativa
    di Barbara Payra
  4. Il sostegno alla domanda di servizi alla persona e alla famiglia
    di Simone Cerlini e Alessandro Venturi
  5. Reti territoriali per la conciliazione e alleanze locali in Lombardia
    di Michela Gobbo e Franca Maino
  6. I servizi per l’infanzia comunali nella crisi e il caso del Comune di Bologna
    di Stefano Neri
  7. Lotta alla povertà e secondo welfare
    di Chiara Agostini
  8. Gli empori della solidarietà nel contrasto alla povertà alimentare
    di Chiara Lodi Rizzini
  9. Lost in implementation? Limiti e prospettive della Garanzia giovani in Italia
    di Patrik Vesan
  10. Fondazioni di comunità e imprese: una sinergia che fa bene ai territori
    di Lorenzo Bandera
  11. Buone pratiche di progettazione partecipata: il sistema delle cure a domicilio a Novara
    di Franca Maino
  12. Social impact bond: nuovi schemi negoziali tra misurazione d’impatto e finanza strutturata
    di Giulio Pasi

Le prospettive

Conclusioni: bilancio e prospettive
di Franca Maino e Maurizio Ferrera