welfare aziendale

Nato a Lecco nell'ambito di "Welfare in Azione", Valoriamo cerca di promuovere l'integrazione tra le varie forme di welfare presenti sul territorio e facilitare l’accesso ai servizi. Accanto a queste azioni di sistema, il progetto incentiva la cultura del welfare aziendale e realizza interventi di inclusione lavorativa per creare nuova occupazione.
Secondo la direttrice di Secondo Welfare, le imprese che avevano già; un sistema di welfare e conciliazione avviato hanno affrontato meglio la crisi pandemica. Ora però la sfida è la flessibilità.
Per le imprese che scelgono di investire nel welfare, nel corso del 2020 e del 2021 il Legislatore e l’Agenzia delle Entrate sono intervenuti in più casi per apportare delle modifiche alla normativa che regola il welfare aziendale. In questo articolo vi raccontiamo le principali novità, che vanno dal raddoppio della soglia per i fringe benefit, al rimborso per l’acquisto di device per la DaD, fino al Premio di Risultato.
Il welfare è una opportunità per imprese e lavoratori, ma può innescare possibilità interessanti anche per i territori e le comunità locali generando percorsi di innovazione sociale.
La pandemia ha sconvolto il mondo del lavoro, ma il welfare aziendale resta tra le priorità. Anche se occorre ridurre le disuguaglianze. Ne parliamo nella nostra inchiesta su Buone Notizie.
Un navigatore, un sistema di allarme, una torre di controllo e un paracadute ausiliario: rileggiamo così la norma che ha introdotto la responsabilità amministrativa delle organizzazioni, entrata in vigore venti anni fa.
Lo sviluppo di un sistema integrato tra i servizi pubblici territoriali, ma anche quelli sviluppati dalle imprese attraverso il welfare aziendale, è fondamentale per rispondere alle nuove esigenze di conciliazione di lavoratori e lavoratrici