2 ' di lettura
Stampa articolo

Negli ultimi tempi sono sempre di più gli accordi collettivi aziendali, sia di primo sia di secondo livello, che prevedono misure per contrastare forme di discriminazione delle donne e, al tempo stesso, sostenere le donne che subiscono atti di violenza. Anche le aziende e le parti sociali possono avere quindi un ruolo nel limitare questo fenomeno e portare alla luce situazioni di fragilità.

Proprio per questo dalla collaborazione tra Welfare Come Te e la Onlus WeWorld nasce il progetto "Sostegno Donna": un’iniziativa dedicata alle aziende che propone un percorso di sensibilizzazione sulle tematiche relative alla violenza di genere e la possibilità di predisporre uno "sportello" per dare la possibilità ai lavoratori e alle lavoratrici di ricevere una "presa in carico leggera" che sia in grado di affiancare, consigliare e orientare.

Sostegno Donna è quindi un’occasione per condividere – attraverso l’azienda – uno spazio che possa stimolare la creazione di un contesto di maggiore equità. Questo anche per rispondere a una situazione complicata, e aggravata dalla pandemia, sia sul fronte della violenza sulle donne sia su quello dell’empowerment femminile.

Con le azioni di sensibilizzazione, partendo dalla differenza, spesso sconosciuta, tra sesso e genere, il progetto vuole approfondire le modalità attraverso cui gli stereotipi e i pregiudizi di genere siano radicati e presenti in ogni ambito della nostra vita, a partire da quello del linguaggio. L’apertura di uno sportello di ascolto rivolto a lavoratrici e lavoratori – grazie al confronto con figure selezionate all’interno di un equipe multidisciplinare (assistenti sociali, psicologi, esperti in mediazione culturale, esperti civilisti e penalisti in diritti delle donne) – sarà invece funzionale alla promozione di attività di ascolto, counselling, consulenza psicologica, percorso psicoterapico, consulenza pedagogica, sostegno alla genitorialità, consulenza legale e altro ancora.

Come detto, la concretezza dell’iniziativa è resa possibile grazie alla collaborazione tra WeWorld – organizzazione italiana indipendente impegnata da 50 anni a garantire i diritti di donne e bambini in 27 Paesi, compresa l’Italia – e Welfare Come Te – rete di imprese sociali attive su tutto il territorio nazionale che offre servizi di welfare alle aziende. I due soggetti riescono, insieme, a garantire l’esperienza nell’approcciare situazioni di violenza di genere, anche appoggiandosi alla capillare rete di servizi territoriali offerta dalla cooperazione sociale.