2 ' di lettura
Stampa articolo

La Fondazione Giordano Dell’Amore – braccio strategico e operativo della Fondazione Cariplo nel campo dell’impact investing – ha lanciato oggi una dual call chiamata Get it! Twice. Si tratta di un programma di impact investment readiness che promuove in Italia una strategia già diffusa in alcuni paesi europei: orientare l’innovazione tecnologica e sociale delle imprese e delle startup verso la gestione di problemi sociali e sanitari particolarmente rilevanti.

Un modello innovativo, per far fronte alle sfide del nostro tempo

Il doppio bando intende stimolare la nascita di progetti di ricerca e innovazione da accelerare e commercializzare attraverso una rete di partner – Fondazione Social Venture Giordano Dell’Amore, Cariplo Factory, Politecnico di Milano, Fondazione Politecnico di Milano, PoliHub, Tiresia, Fondazione Bassetti e Fondazione Triulza – e grazie all’attivazione di altri potenziali finanziatori e investitori.

Sono previste diverse aree di interesse, tutte in qualche modo legate ai problemi e alle criticità emersi nel corso dell’emergenza determinata dalla pandemia da Coronavirus:

  • supporto all’assistenza domiciliare integrata per anziani non autosufficienti;
  • offerta di percorsi riabilitativi fisici e cognitivi e di supporto psicologico a distanza, con particolare attenzione ai soggetti contagiati in isolamento e agli operatori sanitari;
  • triage nelle strutture sanitarie o pre-triage a distanza mediante telemonitoraggio di pazienti COVID in isolamento domiciliare;
  • edutainment a distanza per bambini e ragazzi;
  • supporto alla neo-genitorialità.

Si tratta di un bando con un “doppio binario”: saranno innanzitutto premiate le idee più innovative, che riceveranno un premio in denaro e accederanno a un percorso di incubazione e prototipazione; le startup saranno inoltre messe in condizione di incontrare potenziali investitori, in un percorso che faciliterà anche la commercializzazione dei servizi progettati attraverso l’incubazione. Secondo Marco Gerevini, Consigliere di amministrazione della Fondazione Giordano Dell’Amore, un punto di forza di Get it! Twice consiste proprio in questo intervento contestuale sul versante della domanda e su quello dell’offerta di capitali: in questo modo i percorsi di incubazione potranno anche “favorire una richiesta più consapevole di risorse finanziarie da parte di start-up e ricercatori, attivando una vasta rete di grant-maker e investitori, grazie al prezioso supporto dei partner”.

La dual call, in pratica

Get it! Twice prevede due iniziative integrate: una Call for Solution e una Call for Matching (v. figura 1).
 

Figura 1. Le due call integrate di Get it! Twice
Fonte: Fondazione Giordano Dell’Amore

 
Attraverso la Call for solution saranno selezionate al massimo 5 soluzioni tecnologiche nel campo del welfare e della sanità. I progetti saranno individuati tra quelli candidati al programma del Politecnico di Milano per la valorizzazione di nuove idee tecnologiche e di business, Switch2Product (S2P), che si chiuderà il 30 giugno. I progetti selezionati riceveranno dalla Fondazione Giordano Dell’Amore un premio pari a 30 mila euro e potranno accedere ai percorsi di incubazione e prototipazione promossi dai partner di Get it! Twice.

La Call for Matching è invece rivolta a imprenditori e organizzazioni in grado di sviluppare modelli di impresa e di commercializzazione a partire dalle 5 idee selezionate. Per questa seconda call i partner del progetto attiveranno un vasto network di investitori. La Fondazione Giordano Dell’Amore sarà inoltre disponibile a supportare lo sviluppo delle migliori 5 iniziative imprenditoriali attraverso un investimento fino a 50.000 euro.

Per maggiori informazioni sulla dual call