Tag: abitare sociale

 
La Fondazione CRC investe 600 mila euro per il contrasto al disagio abitativo nel territorio di Cuneo
Lo scorso martedì 16 aprile, la Fondazione CRC ha annunciato l'imminente partenza del progetto "Emergenza Casa". Si tratta di un'iniziativa, promossa grazie alla collaborazione con 18 Comuni della provincia di Cuneo, che finanzierà interventi volti a contrastare il disagio abitativo. In particolare, l'edizione 2019 prevede due misure destinate a prevenire gli sfratti e ristrutturare immobili in disuso.
 
Corte Grande di Canedole: un nuovo progetto nella provincia mantovana
A Canedole di Roverbella, in provincia di Mantova, è stato avviato un nuovo progetto di innovazione e housing sociale. Fondazione GAT, principale promotrice dell'iniziativa, intende ristrutturare un'antica tenuta rurale e realizzare 150 alloggi, un'area commerciale, un'area direzionale ed agricola, con un presidio medico infermieristico al servizio dei residenti. Il progetto prevede inoltre l'utilizzo dei terreni circostanti per attività di agricoltura sociale.
 
Nasce la prima piattaforma per soluzioni abitative temporanee di social housing
A Torino è stata presentata ioabitosocial, la prima piattaforma senza fini di lucro dedicata alla ricerca di soluzioni abitative temporanee di social housing presenti sul territorio nazionale. L'obiettivo è diventare il portale di riferimento per i possibili fruitori in termini di ricerca e verifica disponibilità di una soluzione abitativa di questo genere. Ce ne parla la nostra Chiara Lodi Rizzini.
 
In Toscana stanno partendo due nuovi progetti di housing sociale
Prendono il via a Pistoia due nuove iniziative di social housing promosse e finanziate da Cassa Depositi e Prestiti, fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia, Fondo Housing Toscano e Abitare Toscana. Nei prossimi mesi saranno costruiti oltre 50 appartamenti con lo scopo di fornire una risposta alla crescente emergenza abitativa. In questa ottica, il progetto vuole inoltre promuovere una cultura dell'abitare sostenibile e collaborativo, al fine di rafforzare legami comunitari.
 
Dopo di Noi: il punto sullo stato di applicazione della legge 112/2016
La cosiddetta "Legge sul Dopo di Noi" segue due direttrici principali. Da un lato sono previsti sgravi fiscali per forme di trust e donazioni da parte delle famiglie ai propri congiunti con disabilità. Dall'altro, attraverso un Fondo ad hoc ripartito tra le varie Regioni, lo Stato sostiene soluzioni domiciliari alternative alla istituzionalizzazione. A quasi tre anni dall'approvazione del provvedimento ci siamo chiesti quali impatti stia avendo il provvedimento. Antonella Ferrero ci ha aiutato a rispondere.
 
Legge di Bilancio: "salvi" gli stanziamenti per le periferie
La Legge di Bilancio 2019 dà seguito all'Accordo raggiunto il 18 ottobre 2018 tra il Governo e l'ANCI presso la Conferenza unificata, "correggendo" così il Decreto Milleproroghe, che aveva previsto il congelamento delle risorse fino al 2020. Istituito dal Governo Renzi nel 2016, il Bando periferie è finalizzato a promuovere progetti di rigenerazione urbana che integrino interventi fisici di trasformazione e riqualificazione con interventi immateriali di welfare, innovazione sociale e sviluppo economico.
 
In Piemonte è nata una rete per il welfare abitativo
Recentemente, la Giunta regionale del Piemonte ha approvato su proposta dell'Assessore alle Politiche sociali, della Famiglia e della Casa, Augusto Ferrari, la delibera che istituisce una "rete" per il welfare abitativo. L'obiettivo è quello di agevolare il dialogo e il confronto tra i soggetti che, ai diversi livelli istituzionali e a vario titolo, interagiscono nelle fasi delle politiche per l'abitare.
 
A Milano nasce Grace, un nuovo luogo pensato per le persone fragili. E non solo.
Il 12 settembre è stata presentata Grace, la nuova struttura di Ageing Community e habitat terapeutici per i malati di Alzheimer costituita nell'ambito del "Borgo Sostenibile" nel quartiere milanese di Figino. Lo scopo di questo progetto è rispondere positivamente alle esigenze sanitarie delle persone fragili e, contemporaneamente, creare una comunità in cui possano ritrovare la propria quotidianità e la ricchezza delle relazioni.