Ferrero pagherà il 50% delle ferie a chi rimane a casa, e darà premi economici a chi va a lavorare
Grazie ad un nuovo accordo aziendale firmato con le rappresentanze sindacali, Ferrero ha previsto misure urgenti per sostenere i suoi lavoratori in questo periodo di emergenza. In particolare, l'accordo prevede permessi retribuiti per i lavoratori che rimarranno a casa per via delle misure di sicurezza adottate e premi da 250 a 750 euro per coloro che continueranno a lavorare | Gazzetta d'Alba, 31 marzo 2020
 
Coronavirus, Giovanni Rana aumenta gli stipendi: piano straordinario da 2 milioni di euro
Come si legge in un interessante articolo de La Repubblica, il pastificio veronese Giovanni Rana ha scelto di realizzare un importante investimento per fornire un sostegno agli oltre 700 dipendenti. Il piano straordinario dell'azienda prevede un piano straordinario dal valore di oltre 2 milioni di euro per aumenti salariali | La Repubblica, 23 marzo 2020
 
Per favore, non chiamatelo smart working
Tra le tante prove di stress a cui l'Italia è sottoposta in questi giorni ve n'è una che fornirà materia di riflessione a tutti gli studiosi di organizzazioni e a qualche ingegnere informatico. Riguarda i lavoratori che in due settimane hanno dato vita al più rapido esperimento di smart working del mondo occidentale. Francesco Gaeta ci offre alcune osservazioni "in diretta", di cui dovremo fare tesoro.
 
Balvano, il paese dei Nutella Biscuits dove si è tornati a fare figli
L'Economia del Corriere della Sera racconta come, grazie al lavoro creato dal locale stabilimento della Ferrero, sia tornato a salire il tasso di natalità. Una ulteriore conferma di come l'occupazione sia la strada maestra su cui investire per invertire il trend demografico. | Michelangelo Borrillo, L'Economia, 4 marzo 2020
 
Istat, il 53% delle imprese ha adottato almeno una misura per il sostegno della genitorialità e della conciliazione vita-lavoro
Secondo il Censimento permanente delle imprese di ’Istat, nel 2019 oltre la metà delle aziende italiane con più di tre dipendenti ha adottato almeno una misura per il sostegno della genitorialità e della conciliazione vita-lavoro. Tra le politiche più diffuse ci sono la flessibilità oraria e la previsione di permessi familiari e parentali extra rispetto a quelli previsti dalla legge. Ve ne parliamo in questo approfondimento.
 
La green economy cresce, ecco perché la sostenibilità funziona
Le aziende italiane rinnovate in base a criteri di sostenibilità sono oggi al primo posto in Europa in numerosi settori, secondo il Rapporto GreenItaly, promosso dalla Fondazione Symbola e Unioncamere. E l'attenzione alla sostenibilità e un approccio «etico» nelle imprese saranno anche sono al centro della Green Week in programma a Trento e Rovereto dal 25 febbraio al primo marzo. | Paolo Foschini, Buone Notizie, 17 febbraio 2020
 
Edenred, al via la nuova edizione del ''Welfare Forum''
Prende il via la dodicesima edizione del "Welfare Forum", una serie di eventi promossa dalla società Edenred che da anni riunisce CEO, direttori e manager del settore Risorse Umane allo scopo di promuovere il confronto sulle politiche di welfare aziendale e di conciliazione vita-lavoro. Il roadshow si svilupperà in sei tappe che toccheranno Milano, Bologna, Roma, Padova, Napoli e Firenze. Il primo appuntamento sarà a Milano il prossimo 5 marzo.
 
Il valore dell’esperienza e la tecnologia al centro del welfare aziendale. Così si innova Well-Work
Il mercato del welfare aziendale si sta trasformando rapidamente, portando gli operatori che vi operano a dover affrontare sfide che richiedono una continua capacità di innovarsi, anche tecnologicamente. Un caso emblematico è quello di Well-Work, società che nell'ultimo anno ha scelto di investire in intelligenza artificiale e in deep learning. Ne abbiamo parlato con il suo CEO, Marco Milanesio.
 
I provider di welfare aziendale: intermediari e facilitatori sempre più importanti per i territori
Quanto è cresciuto negli ultimi anni il mercato legato ai beni e ai servizi per i dipendenti delle imprese? Chi sono e cosa fanno i provider di welfare aziendale? Quali possono essere le ricadute per il territorio e l'economia locale? Quali i rischi e le criticità? Abbiamo riflettuto di questi temi in un'inchiesta pubblicata lo scorso 4 febbraio su Corriere Buone Notizie. Qui trovate l'articolo di contesto di Paolo Riva.
 
Welfare aziendale: la necessità di garantire la finalità sociale
Il welfare aziendale è un fenomeno in forte crescita. Sono infatti sempre di più le imprese che adottano misure e servizi per i propri collaboratori e le loro famiglie. Proprio per questo è sempre più importante concentrarsi su quello che può essere l'impatto sociale delle politiche di welfare di natura occupazionale. Ne parla Federico Razetti a commento della nostra inchiesta pubblicata su Corriere Buone Notizie.
 
Al via la quinta edizione di Welfare Index PMI 2020
Welfare Index PMI è un'iniziativa che ha lo scopo di stimare la qualità e la diffusione del welfare aziendale all'interno delle piccole e medie imprese italiane attraverso la creazione di un indice sintetico. Da qualche giorno sono aperte le iscrizioni per la partecipazione alla quinta edizione. Le imprese che volessero partecipare potranno farlo gratuitamente, compilando il questionario che si trova nel sito internet del progetto oppure richiedendo un'intervista telefonica.
 
Welfare aziendale e partecipazione dei lavoratori, nasce un laboratorio ''targato'' Bicocca
Grazie alla collaborazione tra l'Università degli Studi di Milano-Bicocca e Valore Welfare, società controllata dal Gruppo CirFood, nasce un Laboratorio di ricerca dedicato al welfare aziendale e agli strumenti di partecipazione diretta dei lavoratori all'organizzazione di lavoro. Al Laboratorio - che realizzerà un'indagine su un campione non rappresentativo di imprese - parteciperà anche OCSEL, Osservatorio sulla contrattazione di Cisl.
 
Il welfare aziendale è ancora poco conosciuto dai lavoratori
Secondo una ricerca realizzata dalla società di consulenza Nomisma e promossa da CGIL, nelle imprese in cui si adottano politiche di welfare aziendale solo la metà dei lavoratori fruisce di tali prestazioni. Ciò sembrerebbe dipendere da una scarsa conoscenza del tema, ma anche dalla presenza di servizi che non sarebbero in grado di intercettare i reali bisogni sociali. Per questo è sempre più importante coinvolgere il sindacato e adottare azioni di ascolto e orientamento.
 
Manovra 2020: la normativa sul welfare aziendale resta invariata
Come già avvenuto lo scorso anno, la Manovra di bilancio del 2020 non ha introdotto nessuna novità in materia di welfare aziendale. Dopo le riforme del 2016, 2017 e 2018, l'interesse su questo fronte sembra essersi affievolito. Nonostante ciò, il Legislatore ha predisposto comunque interventi di varia natura che riguardano il trattamento fiscale dei buoni pasto e delle auto aziendali. Valentino Santoni ce ne parla in questo approfondimento.
 
Nasce Randstad Welfare
Nasce la divisione dedicata interamente al welfare aziendale della società Randstad: si chiamerà Randstad Welfare e, attraverso una piattaforma "di proprietà" supporterà le imprese nell'infrastrutturazione dei piani di welfare. In questo modo si arricchisce ancora il variegato mercato dei provider di welfare aziendale | Marco Barbieri, WeWelfare.it, 9 gennaio 2020
 
Il 60% delle imprese associate a Confindustria adotta politiche di welfare
Secondo il nuovo rapporto del Centro Studi di Confindustria, nel 2019 il 60% delle imprese associate alla confederazione degli industriali ha avviato politiche di welfare aziendale. Il report stima una crescita importante di tutti i servizi di welfare messi a disposizione dalle imprese per i propri lavoratori, ma anche di misure come lo smart working. Persistono però delle differenze importanti rispetto alle dimensioni aziendali e al settore di appartenenza.
 
Arte in azienda: il Veneto laboratorio per l’Europa grazie a Smath
Il progetto Smath vuole diffondere tra le imprese l’opportunità di attivare forme più concrete di relazione tra economia e cultura. Le aziende, infatti, stanno capendo che bellezza e ragionamento estetico possono stimolare l’innovazione di prodotto e di processo, e anche sollecitare nuove visioni strategiche. Ma l’arte può aiutare anche a capire e a guidare anche i processi di cambiamento organizzativo agendo sul versante della coesione e del welfare aziendale. | Barbara Ganz, Il Sole 24 Ore, 27 dicembre 2019
 
Nasce l'Open Agent della sostenibilità: una nuova figura professionale dedicata alla CSR
Le politiche di Responsabilità Sociale d'Impresa stanno divenendo sempre più cruciali per le aziende italiane e europee. Per tale ragione Collectibus e Forma del Tempo hanno promosso un corso per formare una nuova figura professionale: il Sustainability Open Agent (SOA). Il suo scopo? Facilitare l'attuazione di interventi di CSR coinvolgendo e mettendo in rete tutti gli stakeholder aziendali. Ecco di cosa si tratta.
 
Welfare aziendale e agevolazioni fiscali: cosa dice l'Interpello 522 dell'Agenzia delle Entrate
Attraverso l'Interpello numero 522, l'Agenzia delle Entrate chiarisce delle questioni in merito ad alcune prestazioni di welfare aziendale e alle agevolazioni fiscali ad esse connesse. In particolare, l'Agenzia sostiene che la tassazione agevolata è valida anche per il rimborso dei corsi di lingua rivolti ai familiari dei dipendenti; non sono però ammessi i trattamenti estetici, in quando non hanno finalità ricreativa.
 
Prorogata (ancora) la scadenza del bando #Conciliamo sul welfare aziendale
Il Governo ha annunciato un nuovo rinvio per #Conciliamo, bando del Dipartimento della Famiglia che dovrebbe stanziare 74 milioni di euro a sostegno di progetti di welfare aziendale destinati in via prioritaria all'armonizzazione dei tempi di vita e di lavoro. Il bando, che si sarebbe dovuto chiudere il 18 dicembre, scadrà il 9 gennaio 2020. Anche chi ha già inoltrato domanda di partecipazione sarà tenuto a ripetere la procedura.
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41