Lo smart working cambia volto al welfare
Negli ultimi anni è cresciuto l’impegno delle aziende verso l’adozione di iniziative di welfare rivolte ai dipendenti. A seguito della pandemia, alcune aziende sono impegnate a immaginare nuovi servizi che possano supportare i lavoratori in smart working. È questo il caso dell'istituto bancario ING che ha ampliato il suo piano di welfare aziendale nel corso degli ultimi mesi | Sibilla Di Palma, La Repubblica, 25 ottobre 2020
 
Quali sono le migliori multinazionali in cui lavorare?
Quali sono i migliori luoghi di lavoro del mondo? L’ultima classifica della società di ricerca Great Place to Work ha individuato le 25 aziende maggiormente apprezzate a livello globale dai dipendenti. L’analisi, che ha comportato l’ascolto di 3,3 milioni di lavoratori, si concentra sulla valutazione del clima aziendale partendo dal grado di soddisfazione di chi è impiegato all’interno. | Diana Cavalcoli, L'Economica - Corriere della Sera, 14 ottobre 2020
 
Assolombarda, il 75% degli accordi contiene welfare aziendale
Secondo Assolombarda, l'unione delle imprese che operano delle aree di Milano, Monza, Lodi e Brianza, il 75% degli accordi sottoscritti dall'associazione prevedono forme di welfare aziendale. La diffusione dei benefit di welfare, e specialmente della sanità integrativa, sarebbe dunque sempre più comune nel contesto lombardo. In questo approfondimento analizziamo i dati diffusi dall'Osservatorio di Assolombarda sulle dinamiche in atto.
 
Welfare aziendale, l'Agenzia delle Entrate chiarisce il trattamento fiscale
Attraverso le Risoluzione n. 55/E, l'Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti importanti per il trattamento fiscale dei beni e servizi offerti dalle imprese e dai datori di lavoro ai loro dipendenti nell'ambito di un piano di welfare aziendale. In particolare l'Agenzia ha stabilito che il lavoratore non può concordare preventivamente con il fornitore esterno all'azienda una prestazione specifica: è necessario che siano presenti pacchetti uguali per tutti i dipendenti.
 
Welfare Index PMI, ecco le imprese premiate per il loro welfare aziendale
Nel corso dell'evento di presentazione del nuovo Rapporto Welfare Index PMI, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha premiato 78 imprese che si sono contraddistinte per il proprio piano di welfare aziendale e per gli interventi nel campo della conciliazione vita-lavoro. Gli ambiti con più riconoscimenti sono l'industria e il Terzo Settore.
 
Il welfare aziendale nelle piccole e medie imprese dopo il Covid-19: i risultati di Welfare Index PMI
Negli ultimi quattro anni le PMI che hanno sviluppato piani di welfare aziendale strutturati sono raddoppiate. Molte iniziative di welfare "su misura" sono state implementate per rispondere alla pandemia e ai suoi effetti. Nonostante la crescita, il sindacato resta ancora poco presente nelle fasi di contrattazione del welfare. Sono alcune delle cose che emergono dal nuovo Welfare Index PMI, letto per noi da Valentino Santoni.
 
Il mercato del welfare aziendale si amplia anche grazie alle soluzioni per il tempo libero
La normativa del welfare aziendale contiene al suo interno svariate soluzioni, tra cui alcuni interventi legati al tempo libero. Alcune società si sono specializzati nel fornire servizi in questo ambito: tra queste c'è Salabam, realtà che consente di spendere parte del conto welfare per acquistare biglietti o prenotare strutture per viaggi e vacanze.
 
WePeople, un programma per il benessere dei lavoratori e delle aziende
Grazie alla partnership tra le società Welfood e Fitprime nasce "WePeople", un programma dedicato alle aziende e ai loro lavoratori, con l’obiettivo di migliorare il benessere psicofisico di questi ultimi. In particolare WePeople offre una serie di servizi che hanno l’obiettivo di promuovere uno stile di vita sano, attivo e consapevole.
 
Reti di welfare (aziendale) per favorire il lavoro delle donne
Un recente articolo uscito per la piattaforma LaVoce.info tratta il tema delle reti di imprese che si propongono di creare progetti di welfare inter-aziendale. Si tratta di progettualità che nascono grazie ad accordi di rete, spesso promossi dalle parti sociali che operano a livello territoriale | Orizzonti Politici, LaVoce.info, 18 settembre 2020
 
Digitale: nelle aziende del settore 6 su 10 in smart working, anche dopo il Covid
Molte aziende del settore digitale - come Tim, Fastweb, Microsoft, Almaviva e Vodafone - si sono attrezzate per far lavorare i loro dipendenti in smart working anche al termine dell'emergenza Covid. Secondo le associazioni di categoria, è previsto che circa il 60% dei lavoratori del settore adotterà il lavoro agile in maniera strutturale | Rita Querzè, Corriere della Sera, 18 settembre 2020
 
Ferrero: premio di oltre 2.000 euro ai dipendenti in Italia
Gli oltre 6.000 lavoratori di Ferrero in Italia riceveranno più di 2.000 euro lordi. Come spesso vi abbiamo raccontato, inoltre, i dipendenti dell'azienda dolciaria possono contare su un articolo piano di welfare aziendale che include diversi servizi di assistenza sociale | Filomena Greco, Il Sole 24 Ore, 17 settembre 2020
 
I voucher per il welfare aziendale raddoppiano il loro limite: quali rischi e quali opportunità?
Con il Decreto Agosto il Governo ha stabilito che fino al termine del 2020 le aziende potranno destinare a ogni dipendente fino a 516 euro da spendere in fringe benefit (come i voucher welfare), il doppio rispetto a quanto previsto precedentemente dalla normativa. Il nostro ricercatore Valentino Santoni ha approfondito la questione analizzando opportunità e criticità che questa scelta può generare nell'ottica del secondo welfare.
 
Presa Diretta ha dedicato una puntata allo smart working e al welfare aziendale
Lo scorso 7 settembre 2020 Presa Diretta ha dedicato un'intera puntata ai temi del lavoro, dello smart working e del welfare aziendale. La redazione del programma di Rai 3 ha intervistato esperti italiani e internazionali e ha realizzato approfondimenti interessanti allo scopo di illustrare i pregi e i difetti del lavoro agile durante il lockdown, ma anche di osservare come alcune organizzazioni stanno affrontando i cambiamenti in atto.
 
Zeta Service sceglie ancora lo smart working: contano gli obiettivi
L'azienda guidata da Silvia Bolzoni, ha introdotto importanti novità organizzative a seguito di una ricerca tra i bisogni dei collaboratori. A partire da questo settembre, lo smart work verrà introdotto stabilmente nella settimana lavorativa per tutti i dipendenti, con la possibilità di estenderlo al 100% della settimana per alcune categorie specifiche. I collaboratori dell'azienda avranno ora un'impostazione del lavoro maggiormente legata agli obiettivi.
 
Pubblica Amministrazione sostenibile e resiliente, al via un premio per i progetti che guardano al futuro
"PA sostenibile e resiliente" è un'iniziativa promossa da Forum PA in collaborazione con ASviS allo scopo di premiare e valorizzare esperienze e progetti orientati a una crescita sostenibile e solidale del Paese. Il concorso vuole portare alla luce progettualità volte a realizzare percorsi di innovazione che hanno consentito di rispondere in maniera efficace all'emergenza sanitaria.
 
Deloitte: con Inwi, il welfare aziendale diventa ''misurabile''
Deloitte Italia, società che si occupa di consulenza aziendale, ha lanciato l’Individual Well Being Index: un indice di misurazione del benessere sul luogo di lavoro. Questo strumento adopera una serie di indicatori che si riferiscono ad aspetti ambientali, sociali ed economici | Il Messaggero, 3 settembre 2020
 
Grandi imprese e smart working: una via per ''studiare'' il lavoro
Dario Di Vico, giornalista del Corriere della Sera, racconta in un interessante articolo come alcune delle più grandi e importanti aziende del nostro Paese si stiano preparando per introdurre in modo strutturale lo smart working, anche dopo l’auspicata scoperta del vaccino anti-Covid. Tra queste ci sono Leonardo e Eni | Dario Di Vico, Corriere della Sera, 31 agosto 2020
 
Gentilezza, futuro del lavoro
La gentilezza è un atteggiamento che si basa su un ideale di comunità e di cura uno per l'altro. Per questo motivo parlare di gentilezza nel contesto lavorativo può sembrare difficile, se non addirittura impossibile. Molte imprese e organizzazioni stanno però cercando di promuovere una "cultura gentile", investendo in piani di welfare aziendale e garantendo un maggiore coinvolgimento dei lavoratori. Ve ne parliamo in questo approfondimento.
 
Parità virtuosa. Iniziative creative e sostenibili di conciliazione vita-lavoro in Lombardia ai tempi del Covid-19
Il Consiglio Regionale per le Pari Opportunità di Regione Lombardia ha lanciato la seconda edizione di "Parità Virtuosa. Iniziative creative e sostenibili di conciliazione vita-lavoro in Lombardia ai tempi del Covid-19" per premiare le best practice di welfare aziendale e work-life balance promosse da imprese che operano sul territorio regionale. C'è tempo fino al 16 ottobre per presentare il proprio progetto.
 
Il welfare aziendale di Trenord: un percorso che dura da 10 anni
Trenord, la società che opera nel settore del trasporto ferroviario passeggeri della regione Lombardia, conta oggi oltre 4.200 dipendenti. Nel corso degli ultimi 10 anni, l'azienda ha dato vita a un articolato sistema di welfare aziendale che trova le sue basi nel fondo di previdenza complementare, nella Cassa di Mutuo Soccorso che fornisce prestazioni sanitarie e per il sostegno alle famiglie e nel Circolo Ricreativo Aziendale.