Pillole
Terzo Settore / Fondazioni

Fondazione Snam e Compagnia di San Paolo lanciano “Energia Inclusiva” per affrontare la povertà energetica

Il bando, aperto fino al 18 marzo, si rivolge a organizzazioni attive su tutto il territorio nazionale e prevede contributi economici da 10.000 a 50.000 euro
Stampa articolo

"Energia Inclusiva" è un bando lanciato lo scorso 3 febbraio 2021 da Fondazione Snam e da Compagnia di San Paolo che si rivolge alle organizzazioni attive su tutto il territorio nazionale e impegnate a contrastare l’indigenza. L’iniziativa si pone l’obiettivo di sostenere le idee più innovative per contrastare la povertà energetica con contributi economici da 10.000 a 50.000 euro.

"La povertà energetica è un problema che oggi colpisce l’8,8% di famiglie in Italia. Le conseguenze economiche dell’emergenza sanitaria e i cambiamenti climatici stanno aggravando la situazione. La Fondazione Compagnia di San Paolo", ha commentato in merito il Presidente Francesco Profumo, "intende affrontate questa sfida su scala nazionale, sollecitando e supportando un approccio concreto e trasversale. A partire dalla proficua collaborazione instaurata con la Fondazione Snam nell’ideazione del Bando Energia Inclusiva, in grado di unire le competenze e le peculiarità di queste due grandi fondazioni e metterle al servizio degli innovatori sociali".

Il bando insiste su alcuni elementi chiave, centrali anche nel piano strategico della Compagnia di San Paolo, elementi che serviranno ad affrontare le sfide attuali e future sempre mantenendo il focus sul bene comune: sostenibilità, inclusione, innovazione sociale e transizione energetica. L’obiettivo è quello di identificare, selezionare, sostenere e accompagnare le proposte più applicabili e valide sul territorio nazionale e sarà organizzato su due fasi. Nella prima, saranno selezionate fino a 15 proposte che, per un periodo di tre mesi, potranno beneficiare di un percorso di consulenza e accompagnamento personalizzato, ad opera dell’Incubatore del Politecnico di Torino I3P, attraverso cui potranno ottimizzare la portata e l’impatto dei propri progetti. In una seconda fase, verranno selezionati i progetti finalisti (un massimo di 5 progetti) che riceveranno un contributo il economico a sostegno del proprio progetto.

Per essere idonee le iniziative dovranno dimostrare di contribuire a un cambiamento di paradigma nell’affrontare il tema della povertà energetica, coniugando soluzioni scalabili e sostenibili per l’ambiente in almeno uno dei seguenti ambiti: formazione e sensibilizzazione, efficienza energetica, sistemi di misurazione, consulenza energetica, mappatura delle esigenze, behavioural change, nuovi modelli di finanziamento, skills e job development.

Il bando rimarrà aperto fino al 18 marzo 2021. Altre informazioni relative al bando si trovano sul sito dedicato all’iniziativa da dove è anche possibile completare la registrazione.

Per maggiori informazioni sul bando "Energia Inclusiva"