#MenoDisuguaglianze

Il contrasto alle disuguaglianze e all’esclusione sociale è uno dei nostri principali temi di ricerca e approfondimento. Dedichiamo particolare attenzione alle persone maggiormente a rischio di esclusione, per esempio, con il nostro Focus “Immigrazione e accoglienza”. Approfondisci il Goal 10 sul sito di ASviS.

Quello della sostenibilità è ormai un tema ricorrente nel dibattito pubblico. Per tale ragione, da giugno 2020 abbiamo scelto di approfondire i nessi tra i cambiamenti in atto nel welfare italiano e i 17 Sustainable Development Goals, gli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU.

Grazie a una rete di associazioni del Terzo Settore e al sostegno della Fondazione MPS, nel Senese è nato il progetto DirSI per informare e orientare le famiglie con bisogni legati alla presenza di una persona disabile e ideare nuove attività sul territorio. Un caso interessante che si aggiunge ad altre esperienze significative che stanno prendendo piede nel nostro Paese.
Dopo l'invasione russa l’organizzazione è stata sommersa dalla disponibilità degli italiani di ospitare in casa propria chi fugge dalla guerra. E anche per questo ha intensificato il lavoro con il Pubblico. Come ci ha spiegato la direttrice Fabiana Musicco, ora però servono strumenti adeguati - come gli albi delle famiglie accoglienti - e una governance chiara da parte delle PA.
Nel settimo approfondimento di ABNE, il progetto che stiamo realizzando con Slow News per raccontare cos'è e come funziona la Politica di coesione europea, si affronta il tema del turismo sostenibile in Calabria.
Dopo la pandemia, una rete di associazioni e cooperative sociali toscane ha creato il progetto Gioia+. Il suo obiettivo è mettere le persone anziane nella condizione di utilizzare gli strumenti tecnologici per ridurre l’isolamento e il rischio di esclusione sociale. Un intervento realizzato grazie al Bando Riesco di Fondazione MPS.
Un recente rapporto di Housing Europe mette a confronto i PNRR dei vari Stati membri indagando i possibili effetti sul settore abitativo. Due le leve prese in esame: i processi di efficientamento energetico e la creazione di soluzioni per i più vulnerabili. Ce ne parla Chiara Lodi Rizzini.
Con 193 voti favorevoli, 10 contrari e 15 astenuti, il Senato ha approvato il pacchetto di riforme per le politiche per la famiglia. Ora il Governo e il Parlamento dovranno confrontarsi per emanare i decreti attuativi nel corso dei prossimi due anni.
Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è un'occasione per favorire una transizione sostenibile del modello economico italiano che coinvolga anche le imprese private. Ma per farlo serve un maggior coordinamento nelle fasi di progettazione. Daniele Germiniani ne ha parlato con Mauro Del Barba.
Fondazione CON IL SUD e ActionAid Italia, in collaborazione con Fondazione Realizza il Cambiamento, hanno pubblicato il bando “Realizziamo il cambiamento con il Sud”. L'iniziativa, rivolta alle Regioni del Mezzogiorno, investirà 1 milione di euro in progetti a supporto del contrasto alla povertà e della tutela dei diritti.
Lavoratrici e lavoratori domestici hanno una funzione centrale nella cura degli anziani ma il loro ruolo è ai margini del dibattito pubblico. Sergio Pasquinelli, Presidente dell'Associazione per la Ricerca Sociale, approfondisce il tema segnalando una serie di interventi necessari per disciplinare questo mercato a partire dalle recenti proposte del “Patto per un nuovo welfare per la non autosufficienza”.
In Italia il divario di genere è superiore alla media europea ma risulta particolarmente ampio in una fascia specifica della popolazione. Le immigrate vivono infatti un doppio svantaggio nell’accesso al mercato del lavoro: essere donne e essere straniere. Ecco perché le politiche pubbliche non possono non tenerne conto.
Alceste Santuari, Professore associato di Diritto dell'Economia dell'Università di Bologna, ha pubblicato un volume dedicato al Budget di Salute e al ruolo che questo strumento potrebbe avere nell'ambito del sostegno alla non autosufficienza. Il libro, edito da FrancoAngeli, è disponibile in open access.
L'Osservatorio DOMINA ha da poco pubblicato il Terzo Rapporto Annuale sul lavoro domestico. Il documento offre una panoramica sul settore dell'assistenza domestica in Italia, analizzando la composizione della forza lavoro, la gestione dei datori di lavoro e l'impatto economico e fiscale di questo settore. Più della metà del settore è composto da lavoratori irregolari.
A causa della pandemia circa 3 milioni di persone in Italia hanno dovuto rinunciare alle cure sanitarie. TempoSospeso.org e Banca delle Visite hanno lanciato una collaborazione per contrastare queste situazioni di vulnerabilità economica, sociale e sanitaria, riducendo le disuguaglianze nell’accesso alla sanità.
I problemi legati alla salute mentale sono cresciuti negli ultimi due anni, spingendo diverse imprese a investire per tutelare i propri dipendenti. Ma ci possiamo aspettare un impegno simile anche superata l'emergenza? Ne abbiamo parlato con alcuni esperti del tema.
Realizzando "A Brave New Europe" ci siamo accorti che la Politica di coesione europea non è cosa nota ai più e, soprattutto, che quando si parla di “Unione Europea” si scatena il tifo. Per questo ci piacerebbe capire meglio qual è la percezione delle persone su questi temi per migliorare il nostro progetto. Ci dai una mano partecipando a un breve sondaggio?
Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza investirà nella sanità territoriale più di 7 miliardi di euro. Nello specifico un recente bando da 1,45 miliardi andrà ad innovare il modello di gestione e assistenza dei soggetti fragili. Ma come ci ha spiegato Vincenzo Falabella, Presidente Nazionale di FISH Onlus, per riformare il sistema dopo anni di attesa sarà necessario coinvolgere attivamente il Terzo Settore.
Pochi giorni fa il Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza ha pubblicato le proprie proposte per l’introduzione di un Sistema Nazionale di Assistenza agli anziani. L'obiettivo è impostare una riforma organica del sistema della Long Term Care che l'Italia attende da 20 anni e che ci permetterebbe di allinearci agli altri Paesi europei. Ce ne parlano Franca Maino, Marco Betti e Valeria De Tommaso.