Focus ZeroSei

La cosiddetta riforma della “Buona Scuola” ha previsto l’istituzione di un sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita fino a sei anni, quello che comunemente viene chiamato “Sistema zero-sei.” La costruzione di questo nuovo modello, che ha un legame molto stretto con i temi del secondo welfare, sta richiedendo un importante lavoro di aggiornamento e riflessione da parte delle organizzazioni che a vario titolo si occupano di infanzia, anzitutto sul fronte culturale, pedagogico e della governance di servizi.

Per questa ragione, a partire dal progetto “La Città in Crescita” promosso sul territorio del Comune di Salerno da alcuni stakeholder nazionali e locali grazie al supporto di Fondazione Banco di Napoli per l’Assistenza all’infanzia, Percorsi di secondo welfare ha scelto di lanciare un focus tematico su questo tema.

Il Focus ZeroSei intende essere uno spazio di confronto aperto a tutti gli attori che a livello locale e nazionale sono impegnati ad implementare nuove soluzioni a tutela dell’infanzia in questo quadro mutevole.

Scopri di più

Che Next Generation EU, dedicato alla prossima generazione europea, finisse per finanziare gli asili nido era quasi scontato. Il punto è come, dove e con quale efficacia il nostro Paese sarà in grado di usare quelle risorse attraverso il PNRR. Ne parliamo su Buone Notizie del Corriere della Sera.
Il progetto Thub06 prevede l’attivazione di comunità educanti con lo scopo primario di far fronte a fragilità economiche, sociali e culturali. I destinatari di questo programma? Bambini sotto la soglia di 6 anni e le loro famiglie. In questo articolo analizziamo più nel dettaglio il ruolo rilevante dei processi comunitari in merito alla questione.
Le basi che vengono gettate nei primi anni di vita dei bambini condizionano tutto il percorso successivo dell'apprendimento. Per questo è cruciale investire sugli asili, un servizio sociale ma anche e soprattutto educativo, e Next Generation EU può essere l'occasione per accelerare il loro sviluppo omogeneamente in tutto il Paese. A dirlo è il rapporto “Asili nido in Italia”, promosso dall’impresa sociale Con i Bambini e Openpolis.
Dedicare una quota significativa del Fondo Next Generation EU al rafforzamento dei servizi educativi e scolastici per i bambini tra 0 e 6 anni e degli interventi a sostegno della genitorialità. È la proposta avanzata dall’Alleanza per l’infanzia insieme alla rete EducAzioni nel rapporto “Investire nell'infanzia: prendersi cura del futuro a partire dal presente”. Chiara Agostini ci racconta in sintesi i contenuti del documento.
Il 30 novembre si svolgerà il sesto e ultimo seminario del progetto "La Città in Crescita" di Salerno sul tema "I Modelli di Attivazione della comunità educante: l'esperienza Toscana", coordinato da Claudia Calafati, Direttrice Area Educazione del Gruppo Cooperativo Co&So Toscana. L'abbiamo intervistata chiedendole di anticiparci i principali temi che tratterà nel suo intervento. Ecco cosa ci ha raccontato.
Il 22 novembre si svolgerà il quinto seminario organizzato dal progetto "La Città in Crescita". Il tema dell'incontro sarà "Comunicazione ecologica e gestione del conflitto nella comunità educante" e verrà coordinato da Farnaz Farahi, Pedagogista, Counselor e Assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell'Università degli Studi di Firenze. L'abbiamo intervistata chiedendole di anticiparci i principali temi che tratterà.
Il 15 novembre si svolgerà il quarto seminario previsto dal progetto "La Città in Crescita", dedicato al tema "I bambini e le nuove tecnologie". L'incontro sarà coordinato da Cosimo Di Bari, Ricercatore presso il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell'Università degli studi di Firenze. Gli abbiamo fatto alcune domande per approfondire le questioni che toccherà nel corso del proprio intervento.
Il 5 novembre a Salerno si svolgerà il terzo appuntamento dei seminari organizzati nell'ambito del progetto "La Città in Crescita", che si propone di dar vita a una “Comunità Educante” nell'ambito del Sistema Integrato zero-sei della città. L'evento sarà coordinato dal pedagogista ludico Antonio Di Pietro, che si concentrerà sul tema "Partecipazione delle famiglie alla comunità educante". In vista dell'incontro gli abbiamo fatto qualche domanda.
Il progetto "La Città in Crescita" di Salerno prevede la realizzazione di alcuni seminari che aiutino educatori, insegnanti, genitori, referenti educativi e coordinatori dei servizi a comprendere meglio il Sistema Integrato Zero Sei. Maura Striano, docente di Pedagogia Generale presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II, ha curato il secondo appuntamento sul tema "Il nuovo curriculum professionale 0-6 anni". L'abbiamo intervistata.
A Salerno si è svolto il primo seminario di "La Città in Crescita", progetto promosso da diversi stakeholder nazionali e locali per attivare e mantenere reti che possano divenire “Comunità Educanti” nell'ambito del Sistema Integrato zero-sei anni. Questo primo appuntamento, dedicato al tema "Tuscan Approach e poli educativi 0-6" è stato curato da Arianna Pucci, Pedagogista dell'Istituto degli Innocenti. L'abbiamo intervistata.
In questi giorni a Salerno sta muovendo i primi passi "La Città in Crescita", progetto sul Sistema Integrato zero-sei promosso da diversi stakeholder locali e nazionali. Abbiamo discusso del progetto con Elena Palma Silvestri, Presidente della Cooperativa Sociale La Città della Luna e Presidente del Consorzio La Rada, e Rossella Trapanese, Responsabile dell'Osservatorio politiche sociali del Dipartimento di Studi Politici e Sociali dell'Università degli studi di Salerno.
A partire dal progetto "La Città in Crescita" promosso sul territorio del Comune di Salerno da alcuni stakeholder nazionali e locali, Percorsi di secondo welfare lancia un nuovo focus di approfondimento sul tema dello zero-sei. L'obiettivo è offrire informazioni, materiali e riflessioni sul progetto salernitano e, in prospettiva, proporsi come spazio di confronto aperto a tutti gli attori che a vario titolo sono impegnati ad implementare nuove soluzioni su questo fronte.
12