Pillole
Terzo Settore

La Commissione Europea presenta il nuovo Piano d’azione per l’economia sociale

Il 9 Dicembre la Commissione Europea ha presentato il nuovo Piano d'azione per l'economia sociale. La pandemia ha infatti creato le condizioni per un cambio di paradigma economico senza precedenti nella storia del Continente, e l'intenzione è quindi quella di supportare le organizzazioni che operano in tale ambito
Stampa articolo

Il 9 Dicembre la Commissione Europea ha presentato un nuovo Piano d’azione per l’economia sociale. L’obiettivo è mettere in campo misure concrete per supportare le realtà comunitarie sulla base dei risultati di quanto già fatto nel 2011, con la Social Business Initiative, e nel 2016, con la Start-up and Scale-up Initiative.

L’obiettivo del Piano

L’aspetto chiave del nuovo Piano d’azione è migliorare il contesto in cui si sviluppa l’economia sociale in Europa, con un occhio di riguardo per quanto riguarda il riconoscimento, la visibilità e l’accesso al credito delle organizzazioni che la compongono. Si tratta di realtà che perseguono anzitutto finalità sociali e ambientali e reinvestono la maggior parte dei loro profitti nell’organizzazione stessa. Nel complesso si tratta di circa 2,8 milioni di soggetti giuridici che danno lavoro a 13,6 milioni di persone e offrono soluzioni a sfide importanti la società europea è chiamata ad affrontare si trovano ad affrontare.

L’occasione della pandemia e gli interventi previsti

Secondo la Commissione Europea, la pandemia ha creato le condizioni per un cambio di paradigma economico senza precedenti nella storia del Vecchi Continente. L’intenzione è quindi quella di supportare gli investimenti sociali, gli attori economici e le imprese che vogliono avviare un’attività a vocazione sociale, crescere, produrre innovazione sociale e creare posti di lavoro. Le aree di competenze di queste misure saranno:

  • La creazione delle condizioni affinché le imprese sociali possano prosperare;
  • Costruire opportunità e supportare lo sviluppo delle capacità interne;
  • Rafforzare il riconoscimento delle imprese sociali e il loro potenziale.

Sono previste alcune azioni chiave per implementare questi obiettivi, tra le quali:

  • Una Council Recommendation sullo sviluppo delle condizioni necessarie;
  • Un nuovo EU Social Economy Gateway per garantire un accesso trasparente e funzionale;
  • Un nuovo European Competence Centre for Social Innovation.

Prospettive del Piano

Il Piano d’azione è il risultato di un lungo lavoro di ascolto e cooperazione tra portatori d’interesse e cittadini e la Commissione ha inoltre basato la propria elaborazione su numerosi casi di studio. Il nuovo Piano d’azione è in questo senso accompagnato da due documenti operativi in allegato:

  1. Il primo fornisce un’analisi delle possibilità e delle opportunità per l’economia sociale in Europa.
  2. Il secondo delinea scenari per la transizione ecologica e digitale dell’ecosistema economico.

Il Piano presenta inoltre diverse opportunità di finanziamento da parte dell’Unione Europea per i soggetti dell’economia sociale.

Leggi il comunicato stampa integrale della Commissione Europea