TERZO SETTORE /
Pubblico, territoriale, aziendale: come funziona il welfare del Gruppo Cooperativo CGM
Nel corso dell'evento, che si terrà a Milano il prossimo 19 giugno, sarà presentato un volume alla cui stesura hanno partecipato anche i ricercatori del nostro Laboratorio
27 maggio 2019

Il prossimo mercoledì 19 giugno, a Milano, presso la Casa dei Diritti (via De Amicis 10), si terrà l'evento "Pubblico, territoriale, aziendale. Il welfare del Gruppo Cooperativo CGM". Nel corso dell'incontro sarà presentato un volume dedicato proprio a CGM alla cui stesura hanno partecipato anche i ricercatori del nostro Laboratorio.

Il volume, dal titolo "Pubblico, territoriale, aziendale. Il welfare del Gruppo Cooperativo CGM", si è posto l'obiettivo di analizzare le modalità attraverso cui CGM ha scelto di investire nel campo del welfare aziendale e dell'innovazione tecnologica, allo scopo di ri-posizionarsi all'interno del mercato del welfare. I nostri ricercatori Elena Barazzetta e Valentino Santoni - insieme alla nostra direttrice Franca Maino - hanno realizzato tre capitoli del libro.

Come vi abbiamo più volte raccontato, negli ultimi mesi il noto Gruppo Cooperativo ha infatti sviluppato nuovi assetti organizzativi, da un lato per strutturare una propria offerta di servizi rivolte alle imprese private e, dall'altro, con l'obiettivo di "pensare" a modalità innovative per integrare in maniera efficace welfare pubblico, privato e occupazionale.

Il percorso di ricerca che ha preceduto la stesura del volume, che sarà pubblicato da ESTE Edizioni, ha inoltre portato all'ideazione e alla realizzazione della prassi UNI "Linee guida per i requisiti per la qualità dei fornitori di servizi alla persona/famiglia nel welfare aziendale", di cui vi abbiamo parlato qui e qui.

All'incontro del prossimo 19 giugno parteciperà la direttrice del nostro Laboratorio, Franca Maino. Gli altri interventi saranno condotti da Stefano Granata, Gruppo Cooperativo CGM, Paolo Venturi, direttore di Aiccon, Emmanuele Massagli, presidente Adapt e Aiwa, e Mariella Luciani, responsabile servizi sociali di Tradate.


Per maggiori informazioni sull'evento