< 1 ' di lettura
Stampa articolo

Le aziende private e pubbliche che hanno sottoscritto accordi bilaterali di smart working potranno procedere al loro invio attraverso la piattaforma informatica messa a disposizione sul portale dei servizi del Ministero del Lavoro. Per accedervi le aziende e i soggetti delegati dovranno dotarsi del sistema di autenticazione SPID. I dati comunicati al Ministero sono poi inoltrati all’INAIL per un eventuale aggiornamento dei rischi assicurati.

Dal 15 novembre 2017 è disponibile, sul sito del Ministero, un’apposita piattaforma informatica (questo il link) messa a disposizione dei datori di lavoro pubblici e privati per comunicare l’avvenuta sottoscrizione dell’accordo per lo svolgimento della prestazione lavorativa in modalità di lavoro agile.

Le informazioni raccolte contenute nel modello sono poi trasmesse all’INAIL nell’ambito dell’accordo di cooperazione applicativa con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali per consentire il monitoraggio sulla concreta diffusione di tale modalità lavorativa e sui relativi effetti prodotti sul piano assicurativo, ai fini di un eventuale aggiornamento dei rischi assicurati.

Riferimenti

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Piattaforma per la comunicazione degli accordi