Rassegna Stampa
Povertà e inclusione

Più poveri e tanto più disuguali. Gli effetti della pandemia

Daniela Mesini, lombardiasociale.it, 3 Novembre 2020
< 1 ' di lettura
Stampa articolo

L’emergenza Covid che stiamo attraversando porterà a un ampliamento decisivo della povertà, sia in termini di allargamento della platea sia di incremento dell’intensità ed aggravamento delle diseguaglianze tra la popolazione e i territori.

Le prime analisi ci dicono che oltre alle categorie tradizionalmente a rischio quali le marginalità estreme, gli stranieri, le famiglie numerose con figli minori, i disoccupati, la crisi sta colpendo in particolar modo gli occupati, i giovani e le donne: categorie finora al riparo da condizioni di deprivazione.

Una recente stima elaborata a partire dall’archivio storico dell’Indagine campionaria sui bilanci delle famiglie di Banca d’Italia evidenzia che se circa il 60% della popolazione adulta possiede un valore mediano di risparmi pro-capite pari a circa 3mila euro: i 10 milioni di persone più povere nel nostro paese possiedono ciascuno non più di 300 euro di risparmi, riserva sicuramente insufficiente a garantire un galleggiamento in questa situazione. Le conseguenze della pandemia, inoltre, porteranno anche ad un acuirsi delle diseguaglianze tra uomini e donne.


Più poveri e tanto più disuguali. Gli effetti della pandemia
Daniela Mesini, lombardiasociale.it, 3 Novembre 2020