POVERTÀ E INCLUSIONE /
Al via la campagna ''Milano per Milano: aggiungi un pasto a tavola''
Il progetto è parte del sistema di contrasto alla povertà alimentare targato Food Policy e QuBì e si rivolge alle persone più fragili della città meneghina
14 aprile 2020

In queste settimane di emergenza da Covid-19, centinaia di famiglie della città di Milano che già vivevano in condizioni di difficoltà economica sono scivolate in una condizione di povertà tale da impedire loro di mettere in tavola il pranzo. La situazione è stata aggravata dalla necessità di “rimanere a casa”, che ha bloccato tra gli altri anche i volontari del Terzo Settore milanese storicamente impegnati nella distribuzione degli aiuti alimentari. E così ad essere colpite sono soprattuto le famiglie con figli piccoli e gli over 65.

Proprio per queste ragioni è partita la campagna di crowdfunding "Milano per Milano: aggiungi un pasto a tavola". Il progetto vuole coinvolgere i residenti della città meneghina allo scopo di offrire un aiuto a chi è in difficoltà e si inserisce nel più ampio sistema di contrasto alla povertà alimentare targato Food Policy Milano e QuBì - il programma di Fondazione Cariplo per contrastare la povertà infantile in città, che abbiamo analizzato qui. Il progetto Milano per Milano è stato lanciata da questi soggetti insieme a Milano Città Stato, in collaborazione con la Fondazione di Comunità Milano, sulla piattaforma web For Funding di Intesa Sanpaolo.

La campagna punta sul digitale per portare aiuti: l'obiettivo è quello di attivare le reti del web a supporto delle reti sociali che ogni giorno operano sul territorio. Qui è possibile trovare maggiori informazioni e partecipare.

 


QuBì: chi sono e cosa fanno le ''assistenti sociali di comunità''

Ora più che mai è necessario mettere al centro bambini e ragazzi

QuBì: a che punto è ''Al Bando le povertà''?