Pillole
Terzo Settore / Fondazioni

La Fondazione CRT stanzia 52 milioni di euro per il 2022

Le risorse andranno a sostegno delle organizzazioni del Terzo Settore che si occupano di tutela e valorizzazione della cultura, ricerca, innovazione e imprenditoria sociale.
Stampa articolo

Con l’approvazione del Documento Programmatico Previsionale (DPP), gli organi della Fondazione CRT hanno stabilito che per il 2022 saranno stanziati 52 milioni di euro a sostegno del proprio territorio operativo. I fondi saranno ripartiti in tre aree d’intervento individuate dal documento:

  • 16,5 milioni alla tutela e valorizzazione del patrimonio artistico, mostre e rilancio del settore culturale dopo la pandemia;
  • 16 milioni alle attività scientifiche e tecnologiche, la ricerca applicata e l’innovazione;
  • 16 milioni alla promozione dell’imprenditoria sociale, l’inclusione delle persone in difficoltà, la salvaguardia del territorio, il consolidamento del sistema di primo intervento del 118 e della protezione civile.

La Fondazione CRT avvierà anche nuove progettualità per quanto riguarda la sua attività istituzionale. Nell’area Arte e Cultura entrerà nel vivo il progetto innovativo “Ciak! Piemonte che spettacolo!”, che unisce cinema e performing arts per valorizzare il patrimonio artistico, architettonico e paesaggistico.

Nell’area Ricerca e Istruzione partirà il primo corso di alta formazione gratuita per nuove leadership “Talenti per la Comunità”. Inoltre sarà avviato un progetto per volto a formare Data Scientist esperti nel campo dell’impatto sociale.

Nel 2022 entrerà a regime anche il progetto “Talenti per la Scuola”, orientato alla diffusione delle discipline tecnico-scientifiche unite a strumenti digitali e creatività artistica nei doposcuola, in particolare in aree di disagio socio-economico.

In ambito Welfare e Territorio, invece, la Fondazione presenterà il 3 dicembre al pubblico la prima Agenda per la disabilità in Italia. Questo è il risultato di un lungo percorso di ascolto e co-progettazione, che ha coinvolto 150 organizzazioni non profit e 125 “portavoce” della società civile. L’obiettivo è delineare obiettivi chiari per migliorare l’inclusione delle persone con disabilità, delle famiglie e delle comunità.

Qui per leggere il testo integrale del comunicato stampa della Fondazione CRT