2 ' di lettura
Salva in PDF

Le trasformazioni che interessano il nostro sistema di protezione sociale spingono nella direzione di un welfare di prossimità a carattere reticolare. L’emergere di nuovi bisogni sociali, unitamente alle esigenze di contenimento della spesa pubblica hanno infatti incoraggiato la nascita di reti che sempre più spesso includono un’ampia e variegata platea di attori economici e sociali nella produzione dei servizi di welfare.

Le reti di welfare consentono dunque di veicolare l’innovazione sociale: l’obiettivo del Capitolo 10 del Quinto Rapporto sul secondo welfare è quello di indagare la loro capacità di far fronte alla crisi connessa al Covid-19, producendo innovazione sociale e promuovendo nuove forme di intervento e aggregazione anche in un contesto emergenziale. L’analisi si concentra sul Comune di Bergamo e l’esperienza di uno dei territori più colpiti dalla crisi sanitaria, consentendo così una riflessione sui cambiamenti che hanno interessato le reti di welfare di fronte all’emergenza. In questo territorio, le reti hanno agito lungo tutte e quattro le dimensioni tipiche dell’innovazione, dal momento che: sono riuscite a rispondere a nuovi bisogni sociali, lo hanno fanno in maniera più efficace ed efficiente rispetto al passato e, allo stesso tempo, hanno innescato processi di empowerment.

L’analisi realizzata consente anche una riflessione sul ruolo dell’attore pubblico nell’ambito dei sistemi reticolari di welfare. A Bergamo l’amministrazione comunale ha giocato un ruolo pivotale di ispirazione, coordinamento, finanziamento e pianificazione degli interventi e questo mostra che l’emergere di reti multiattore non determini necessariamente una diminuzione del ruolo delle autorità locali ma, al contrario, possa promuovere un ampliamento delle funzioni, delle competenze e delle capacità di gestione di problemi complessi.

 

Scarica il Capitolo 10

 

Come citare:  Agostini C. (2021), Innovazione sociale e reti per il welfare: l’esperienza di Bergamo nell’emergenza pandemica, in Maino F. (a cura di), Il ritorno dello Stato sociale? Mercato, Terzo Settore e comunità oltre la pandemia. Quinto Rapporto sul secondo welfare, Torino, Giappichelli, pp. 283-310.