TERZO SETTORE /
RhoWelfare, una nuova piattaforma per i servizi alla persona ai tempi del Coronavirus
L'iniziativa è promossa dal Gruppo Cooperativo CGM e segue gli interventi già attivati a Biella, Matera e Sondrio
14 aprile 2020

Dopo le esperienze di BiellaWelfare, MateraWelfare e SondrioWelfare, il Gruppo Cooperativo CGM attiva la piattaforma RhoWelfare. L'iniziativa, realizzata grazie al supporto di Moving e Stripes Cooperativa Sociale Onlus, racchiude una selezione di servizi alla persona già attivati dalle cooperative che operano sul territorio dell'ambito di Rho, ridisegnati allo scopo di fronteggiare l'emergenza che stiamo vivendo dal punto di vista sanitario, economico e sociale.

La chiusura momentanea delle scuole e degli asili, le forme di lavoro agile e di smart working per i genitori, unita alla solitudine che molte persone anziane e fragili si trovano a dover gestire rendono molto più difficile e complessa la gestione della quotidianità. Proprio per questo RhoWelfare mette a disposizione una serie di servizi di welfare - selezionati e certificati da CGM - dedicati a varie fasce della popolazione: dai bambini, agli anziani, alle famiglie, agli operatori sanitari.

All'interno della piattaforma è infatti possibile scegliere tra molti servizi, ancora in aggiornamento. Sono disponibili interventi di intrattenimento ludico-educativo e tutoring online per la gestione dei compiti per i più piccoli, ma anche servizi di educazione digitale destinati ad insegnanti e anziani. È possibile poi richiedere servizi di supporto psicologico ed emotivo rivolti ai sanitari in prima linea per l’emergenza e per i cittadini, supporto alla genitorialità e alle neomamme e ai neopapà per consulenze sull’allattamento o per le cure necessarie nei primi mesi di vita del bambino, supporto babysitter. Sono infine disponibili attività per la famiglia ma adatte anche ai più piccoli come lo yoga e la lettura di favole online.

I contenuti e le modalità di acquisto ed erogazione di queste prestazioni sono state modificate e riviste per poter rispondere alle nuove esigenze e rispettare le modalità stabilite dalle autorità. Si tratta quindi di prestazioni a distanza oppure, laddove possibile, a domicilio. I prezzi, inoltre, sono stati il più possibile calmierati per garantire la massima accessibilità a tutte le fasce di reddito e sono eventualmente rimborsabili secondo le modalità stabilite dai decreti emanati o in corso di emanazione da parte del Governo nazionale.

Sulla recente attivazione di RhoWelfare, la Presidente e Direttrice Generale di Stripes cooperativa sociale onlus Dafne Guida ha affermato che “in questo momento di emergenza si è avvertita sin da subito la necessità di fornire risposte straordinarie ai bisogni delle famiglie e dei loro bambini e ragazzi. Ma non solo, la nostra proposta di servizi di welfare ha cercato di leggere l’attuale situazione e di interpretare le nuove necessità di alcune persone o figure professionali: penso agli insegnanti, agli operatori sanitari, ai caregivers o anche solo ai neogenitori che si stanno trovando a vivere un momento di grande gioia in un periodo così complicato. Con questa piattaforma, con RhoWelfare, la cooperativa Stripes ha scelto di esserci sin da subito per stare accanto alle persone come fa quotidianamente nei servizi, nei progetti, perché questa è la nostra mission, e in generale quella di tutto il terzo settore”.

 


Giuseppe Bruno: innovazione dell'offerta e digitalizzazione, la proposta di CGM per far ripartire l'imprenditoria sociale

Al via SondrioWelfare, una piattaforma digitale per accedere ai servizi di welfare ''ai tempi del Coronavirus''

Capacity building e innovazione digitale per l'imprenditoria sociale: il caso di ''biellawelfare''

Coronavirus: nasce una piattaforma gratuita per aiutare i Comuni a distribuire i buoni spesa ai cittadini bisognosi

Coronavirus: a Matera nasce una piattaforma digitale per i servizi educativi 0-13

Integrare welfare pubblico, territoriale e aziendale: nel padovano parte un progetto sperimentale