POVERTÀ E INCLUSIONE /
Coronavirus: la pandemia condiziona presente e futuro di 1,3 milioni di bambini indigenti
Nicoletta Cottone, Il Sole 24 Ore, 8 marzo 2021

In un’intervista a Il Sole 24 Ore Raffaella Milano, direttrice dei Programmi Italia-Europa di Save the Children, spiega come siano cambiate le condizioni dei bambini che, anche a causa della pandemia di Coronavirus, vivono in condizioni di povertà assoluta. In Italia, secondo l’Istat, oggi sono 1 milione e 346mila minori, ben 209mila in più rispetto all’anno precedente. Quando la situazione era comunque già molto grave.

Milano spiega che la condizione di povertà che tocca le fasce più giovani va aldilà di una carenza economica. È, infatti, “una condizione che blocca la crescita e lo sviluppo” che limita quindi i giovani nel costruire il loro futuro.

Nello specifico, in questo periodo di pandemia le limitazioni sono ulteriormente aggravate dall’esigenza di stare chiusi in case spesso sovraffollate, dove l’assenza di connessione porta alla perdita di contatti con i compagni e con la scuola generando così maggiori fatiche a livello psicologico ed emotivo


Coronavirus: la pandemia condiziona presente e futuro di 1,3 milioni di bambini indigenti
Nicoletta Cottone, Il sole 24 Ore, 8 marzo 2021

 

 


Povertà educativa, mobilità sociale, intergenerazionale e servizi per l'infanzia: quando il "luogo conta"

Anticorpi contro la crisi: le misure di contrasto alla povertà

Oltre al diritto alla salute è necessario garantire il diritto all'istruzione