Rassegna Stampa
Primo Welfare / Famiglia

La Giornata dell'Infanzia: in Italia c'è ancora molta strada da fare

A 30 anni dalla Convenzione sui Diritti dell'Infanzia, la questione della povertà minorile resta un tema ancora caldo per il nostro Paese
Stampa articolo

In Italia i bambini che si trovano in condizione di povertà assoluta sono 1.260.000, il 12,6% dei minorenni che vivono nel Paese. Un dato allarmante considerato che nel 2005, meno di 15 anni fa, l’incidenza era del 4%. Proprio per fare luce su questo fenomeno che affligge il nostro Paese, ogni anno, il 20 novembre, si svolge la Giornata dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

La data del 20 novembre non è casuale: proprio in quel giorno, nel 1989, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottava la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia. La Convenzione è stata poi ratificata dall’Italia il 27 maggio 1991 con la Legge n. 176, strumento giuridico che ha rappresentato una cornice notevole di principi e diritti per tutelare la fascia più fragile della società, legata all’età, quella degli indifesi per definizione.

Nella giornata di ieri numerose testate giornalistiche, associazioni e organizzazioni di varia natura hanno dedicato approfondimenti per portare alla luce i temi dell’infanzia negata e della povertà minorile e educativa. Dato che il nostro Laboratorio è da sempre particolarmente attento a tali questioni – come evidenziato anche alla recente adesione all’Alleanza per l’Infanzia e alla recente creazione del Focus tematico "ZeroSei" – di seguito abbiamo voluto riportarvene alcuni tra i più interessanti.

La Giornata dell’Infanzia. Italia bocciata su minori e diritti
Luciano Moia, Avvenire

20 novembre: la giornata mondiale dei diritti dei bambini
Save the Children

Giornata dell’Infanzia e dell’Adolescenza: è in gioco il futuro del Paese
Gianluca Budano, Acli

Gli italiani e la povertà educativa, l’indagine Demopolis
Vita non profit

Giornata per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, i disegni dei bambini di Milano
Repubblica.it