Agenda

Oltre la Rsa. Verso una long term care inclusiva

Venerdì 2 luglio la Fondazione Turati organizza un convegno per riflettere sul tema dell'assistenza agli anziani fragili e non autosufficienti nel post pandemia. Parteciperà anche Franca Maino.
2 Luglio 2021

Un convegno per riflettere sull’assistenza agli anziani fragili e non autosufficienti nel post pandemia assieme a esperti del settore, esponenti politici, operatori. L’appuntamento, dal titolo “Oltre la Rsa. Verso una long term care inclusiva” e promosso dalla Fondazione Turati, si terrà nell’intera giornata di venerdì 2 luglio 2021 presso l’auditorium di Sant’Apollonia, a Firenze in via San Gallo 25/a. Interverrà anche la direttrice di Percorsi di secondo welfare, Franca Maino, per approfondire le sfide legate all’invecchiamento e le opportunità legate al secondo welfare.

Tra i partecipanti ci saranno inoltre il monsignor Vincenzo Paglia, presidente della Commissione per la riforma dell’assistenza sanitaria e socio-sanitaria della popolazione anziana, l’assessore al Welfare della Regione Toscana, Serena Spinelli, gli assessori regionali alla Sanità della Puglia e del Lazio, rispettivamente Pier Luigi Lo Palco e Alessio D’Amato, e l’assessore ai Servizi sociali di Firenze, Sara Funaro. Sono previsti inoltre gli interventi dei presidenti di Anaste (Associazione nazionale strutture terza età), Uneba (Unione nazionale istituzioni e iniziative di assistenza sociale), Aris (Associazione religiosa istituti socio-sanitari), Ansdipp (Associazione dei manager del sociale e del socio-sanitario).

Il convegno offre una preziosa occasione di confronto su alcuni temi emersi con la pandemia. Il Covid-19 ha dimostrato infatti che il Servizio sanitario nazionale deve essere governato con una visione d’insieme: ospedale, assistenza domiciliare, centri diurni, Rsa, Long Term Care sono risposte diverse a bisogni diversi, tutti essenziali e meritevoli di tutela. Privilegiare solo un aspetto, senza tener conto dei vari momenti di “cura” della persona fragile, significa solo creare dei profondi squilibri che finiscono per scaricarsi sulle famiglie e sui soggetti più deboli, quasi sempre quelli più anziani.

L’iniziativa è organizzata dalla Fondazione Filippo Turati Onlus, dalla Scuola superiore di Scienze dell’educazione “Don Bosco” di Firenze affiliata all’Università Pontificia Salesiana e dall’Arat, Associazione delle residenze per anziani della Toscana, con il contributo di Assiteca e della Fondazione CR Firenze e con Sara Assicurazioni quale sponsor.

A causa delle norme vigenti per il contenimento dei contagi, l’accesso alla sala è limitato a 60 persone. Per partecipare al convegno è pertanto richiesta la prenotazione da effettuare compilando l’apposito modulo online presente a questo link: prenotazioni.fondazioneturati.it. La segreteria organizzativa avrà cura di confermare la prenotazione all’indirizzo e-mail inserito. Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a: ufficiostampa@fondazioneturati.it.

Per consultare il programma dell’evento