TERZO SETTORE /
2013: Anno Europeo dei Cittadini
07 gennaio 2013

Sarà ufficialmente inaugurato il 10 gennaio 2013 a Dublino, in concomitanza con l’inizio della presidenza irlandese del Consiglio, l’Anno Europeo dei Cittadini

L’obiettivo dell’iniziativa è di promuovere la partecipazione dei cittadini e delle organizzazioni della società civile al processo di integrazione europea, a partire da una migliore informazione in materia di diritti di cittadinanza: secondo le conclusioni dell’EU Citizenship Report del 2010, infatti, i cittadini non beneficiano pienamente dei loro diritti perché non li conoscono adeguatamente.

Sfruttando i mezzi e il materiale disponibile (siti internet, portali, video, opuscoli, eventi, ecc.) verrà quindi lanciata una campagna di comunicazione e di sensibilizzazione che intende far conoscere gli strumenti partecipativi e informativi esistenti nelle diverse lingue (Europe Direct, La tua Europa, SOLVIT, Interactive Policy Making, diritto d’iniziativa dei cittadini europei, petizioni) attraverso i quali i cittadini possono prendere coscienza dei propri diritti e partecipare alla vita politica e sociale dell’Unione. Manca solo un anno alle elezioni del 2014, un momento determinante per misurare il sentimento di appartenenza alla comunità europea, considerata la rapida diffusione di movimenti euroscettici in seguito alla crisi economica e alle politiche di rigore imposte dalla UE.

L’anno europeo rappresenta però anche un’occasione per fare un bilancio del lavoro svolto dalla UE in questo ambito: coincide, infatti, con il ventesimo anniversario della cittadinanza dell’Unione, introdotta con l’entrata in vigore del trattato di Maastricht nel 1993. Nel 2013 verrà, inoltre, pubblicata la seconda relazione sulla cittadinanza dell’Unione, in cui la Commissione presenterà nuove iniziative per assicurare il pieno godimento dei diritti da essa derivanti. La relazione comprenderà anche i risultati della consultazione pubblica condotta tra il 9 maggio e il 9 giungo 2012 per rilevare i problemi incontrati dai cittadini nell’esercizio di tali diritti.

 

The European Year of Citizens 2013 Alliance

In occasione dell’anno europeo, le principali organizzazioni europee della società civile hanno stretto la European Year of Citizens 2013 Alliance per promuovere proposte ed iniziative che possano riportare il tema della cittadinanza al centro dell’agenda politica della UE.

Come riassunto nel Manifesto dell’Alleanza, l’intento è di promuovere la costruzione di un’Unione che non sia ristretta solamente a preoccupazioni di natura economica, ma che rafforzi il senso di appartenenza dei suoi cittadini ad un comune futuro europeo. L’idea alla base è che solo se si favorisce il dialogo aperto, trasparente e regolare tra gli organi governativi e la società civile, si può porre fine al “deficit democratico” di cui parlano i detrattori dell’Europa e ridurre l’attuale disaffezione verso le sue istituzioni, uno dei problemi più seri che l’UE è chiamata ad affrontare in questo momento.

A questo scopo, è necessario favorire e supportare espressioni diverse di partecipazione in grado di aumentare l’influenza dei cittadini sulla vita politica e sociale della UE promuovendo, quindi, una cittadinanza attiva che, in virtù di un’interpretazione estensiva dell’articolo 11 del Trattato di Lisbona, non si limiti al riconoscimento di diritti, ma comporti un reale coinvolgimento dei cittadini per concepire, implementare e valutare le politiche pubbliche dell’Unione – e, di riflesso, anche degli Stati membri - riducendo il divario tra persone e istituzioni.

 

L’Alleanza italiana per l'Anno Europeo dei cittadini 2013

In Italia numerose organizzazioni della società civile si sono unite nell'Alleanza italiana per l'Anno Europeo dei cittadini 2013 che, promossa da Forum Nazionale del Terzo Settore, Cime (Consiglio italiano del movimento europeo) e Alda, è finalizzata a diffondere anche nel nostro Paese il progetto europeo, promuovere il dibattito sul futuro dell’Europa e raccogliere le relative proposte dei cittadini.

L’Alleanza italiana segue il processo delineato nella Dichiarazione “2013 Noi, cittadini d’Europa…” e, in linea con il Manifesto Europeo, cerca di formulare proposte - da sottoporre non solo alla Commissione e al Parlamento europeo, ma anche al governo italiano, in vista sia della presidenza semestrale del 2014 (1° luglio - 31 dicembre 2014) che delle elezioni politiche italiane – per favorire il passaggio dalla nozione teorica di cittadinanza attiva a un’effettiva partecipazione alla gestione dei beni comuni e rimuovere gli ostacoli ad una totale applicazione dell’articolo 118 della Costituzione.

Nello specifico, si propone di: diffondere tra tutti i cittadini residenti sul territorio italiano gli strumenti della democrazia partecipativa, impegnandosi al contempo all’avanzamento di una proposta per una legge sulla cittadinanza basata sul principio dello jus soli; rafforzare la cultura della trasparenza, della consultazione e del dialogo strutturato; assicurare l’applicazione in Italia della Convenzione di Arhus (Convenzione sull' accesso alle informazioni, la partecipazione del pubblico e l'accesso alla giustizia in materia ambientale) e del Codice di buone prassi per la partecipazione civile adottato dalla Conferenza delle OING del Consiglio d'Europa; partecipare a tutte le iniziative europee, al fine di dare attuazione agli orientamenti e alle proposte avanzate; contribuire all’avvio di un processo di revisione del Trattato di Lisbona che conduca a un’unione politica federale che abbia al suo centro una democrazia sopranazionale rappresentativa, partecipativa, paritaria e di prossimità.

 

In conclusione, in Europa, così come in Italia, l’anno europeo dei cittadini potrà essere un’occasione per ripensare il ruolo dei cittadini nella vita politica e sociale della propria comunità in modo da rafforzare le istituzioni democratiche, se è vero che la qualità del dialogo civile – compreso il dialogo sociale, che ne è l’elemento cruciale – è un indicatore dello stato di salute delle nostre democrazie.

 

Riferimenti

Sito web dell’anno europeo dei cittadini

Alleanza Italiana per l’anno europeo dei cittadini 2013

The European Year of Citizens 2013 Alliance

Manifesto Europeo

2013 Noi, Cittadini d’Europa…

EU Citizenship Report 2010

 

 
NON compilare questo campo