WELFARE CONTRATTUALE /
Inarcassa, 100 milioni investiti nel welfare complementare per ingegneri e architetti
L'ente di previdenza ha deciso di realizzare un importante stanziamento per fornire sostegno agli oltre 165mila iscritti in questo periodo difficile
28 aprile 2020

Inarcassa, l'ente di previdenza a cui sono iscritti oltre 164mila ingegneri e architetti, ha deciso di stanziare 100 milioni di euro, e quindi più che triplicare il budget dedicato all'assistenza, per fronteggiare l'emergenza causata dalla pandemia di Covid-19.

Il Consiglio di Amministrazione dell'ente ha deciso che dall'avanzo economico stimato per il 2020, pari a circa 428 milioni, saranno presi 100 milioni da destinare a prestazione come sussidi, indennità, prestiti e finanziamenti volte a fornire un sostegno concreto all'eccezionale situazione di emergenza che si è venuta a creare. Queste risorse vanno ad aggiungersi ai 42,3 milioni già stanziati per il welfare.


Per maggiori informazioni in merito alle iniziative di Inarcassa

 


Welfare contrattuale e sanità integrativa ai tempi del Coronavirus

Il ruolo sociale delle imprese nei momenti difficili: il welfare aziendale ai tempi del Coronavirus

Il Coronavirus e i nervi scoperti del welfare italiano