TERZO SETTORE / Enti religiosi
Coronavirus, a Torino nasce un fondo di solidarietà per le persone in difficoltà
L'iniziativa è promosso dalle Diocesi di Torino e della Val di Susa, in collaborazione con la Fondazione don Mario Operti
30 aprile 2020

In occasione della prossima Festa dei lavoratori, le Diocesi di Torino e della Val Susa - in collaborazione con la Fondazione don Mario Operti, realtà che dal 2004 opera nel settore del microcredito - daranno vita ad un fondo di solidarietà attraverso il quale saranno raccolte risorse economiche per contrastare la carenza di liquidità che molte famiglie, liberi professionisti, esercizi commerciali e piccolissimi imprenditori stanno drammaticamente vivendo. 

Per evitare che le conseguenze della pandemia di Coronavirus generino un circolo vizioso sul fronte della povertà sarà quindi costituto il fondo "Sorriso. La Solidarietà che riavvicina e sostiene". Attraverso tale strumento saranno forniti dei "prestiti sociali", nella logica del microcredito, a chi ha maggiore difficoltà ad accedere al credito bancario; i prestiti potranno contare su un fondo di garanzia, costituito proprio dalla Fondazione don Mario Operti che permetterà anche la copertura a interessi zero e senza spese per i beneficiari

L’iniziativa è sostenuta e accompagnata dall’istituito bancario Unicredit, soggetto che erogherà i prestiti garantiti dalla Fondazione Operti. La Fondazione inoltre si occuperà di garantire un accompagnamento alle persone e agli enti che ne faranno richiesta.


Per maggiori informazioni in merito al fondo "Sorriso. La Solidarietà che riavvicina e sostiene"

 


Coronavirus e emergenza economica: le proposte dell'Alleanza contro la povertà

Emergenza Coronavirus, servono interventi per tutelare il Terzo Settore e le infrastrutture sociali

L'isolamento impossibile delle persone senza dimora