PRIVATI / Investimenti nel sociale
Il fundraising punta a diventare più professionale
Elio Silva, Sole 24 Ore, 25 gennaio 2016
25 gennaio 2016

Se l'anno che abbiamo alle spalle è stato caratterizzato, sul versante delle donazioni al non profit, dal consolidamento e, in taluni casi, dalla definitiva consacrazione delle campagne online e del crowdfunding, molti segnali indicano che il 2016 potrebbe invece rivelarsi come l'anno del fundraising professionale.

Lo fanno presagire, in particolare, sia il forte aumento della domanda sul mercato del lavoro, che per la verità non è ancora in grado di rispondere con un'offerta adeguata di nuove professionalità, sia l'incremento di iniziative, tanto di dibattito quanto di formazione specifica, volte a rafforzare i processi di intermediazione degli atti di generosità.

È proprio questo, in fondo, il fattore decisivo: la platea dei donatori è sempre più matura e non si accontenta di far convergere le elargizioni verso una causa meritevole, ma vuole, anzi solitamente esige, di riscontrare anche l'impatto effettivo prodotto dalle proprie scelte.


Il fundraising punta a diventare più professionale
Elio Silva, Sole 24 Ore, 25 gennaio 2016

 

 


Più fundraising = Più welfare

Manifesto del Fundraising: nove (s)punti per la Riforma del Terzo Settore

Il fundraising sarà tra i protagonisti della riforma?

Dalla relazione al dono: il fundraising di prossimità

Il futuro del fundraising: intervista a Stefano Malfatti

Non profit e raccolta fondi