PRIVATI / Aziende
Heineken Italia, welfare e benessere per i suoi 1.000 collaboratori
La divisione nostrana della nota azienda produttrice di birra olandese, anche grazie alle opportunità di natura fiscale, ha dato il via ad un articolato piano di welfare
14 giugno 2019

Heineken Italia, divisione nostrana della nota azienda produttrice di birra olandese, nel nostro Paese conta quasi 1.000 collaboratori. Allo scopo di fornire loro nuovi strumenti per affrontare le sfide della quotidianità e favorire l’armonizzazione dei tempi di vita e di lavoro, la società ha messo in piedi alcune strategie di welfare molto interessanti.


Il welfare aziendale di Heineken Italia

In primo luogo, attraverso il nuovo accordo di secondo livello raggiunto tra la società e le parti sociali, dal 2018 Heineken Italia ha introdotto la possibilità per tutti i lavoratori (circa 950 persone) di poter convertire - in tutto o in parte - il Premio di Risultato in un “budget welfare”, spendibile all’interno di una piattaforma. Questo strumento, fornito da Edenred Italia, consente di accedere agevolmente a una vasta gamma di servizi e prestazioni, come: l’iscrizione verso enti, casse o fondi per la previdenza complementare e la sanità integrativa; il rimborso delle spese scolastiche, di quelle destinate ai figli e di quelle per la cura di familiari anziani e non autosufficienti; spese per il tempo libero e il wellness, come viaggi, vacanze, centri termali, ma anche abbonamenti per il teatro, il cinema, il trasporto pubblico e molto altro. Attraverso il portale digitale i dipendenti possono poi richiedere buoni spesa e voucher di diversa natura e, infine, accedere ad un circuito di scontistica verso realtà convenzionate.

L’attenzione verso il welfare e, più in generale, la Corporate Social Responsibility di Heineken Italia non si ferma però qui. Nel corso degli anni, infatti, la società ha realizzato svariati progetti rivolti al benessere fisico e psicologico dei lavoratori; in questa direzione sono state previste visite periodiche di prevenzione, attività di formazione per l’educazione alimentare, sostegno psicologico e interventi di Ageing Management rivolte ai lavoratori over55 e servizi di orientamento scolastico ai figli dei dipendenti. Inoltre, è stato previsto un ufficio aziendale che si occupa del disbrigo di alcune pratiche quotidiane (come ad esempio le pratiche relative alla dichiarazione dei redditi).

Molto interessanti sono poi le attività di volontariato aziendale. In questo caso, attraverso la partnership con alcune Onlus e altre soggetti del Terzo Settore, viene data la possibilità ai lavoratori di impiegare alcune giornate lavorative ogni mese ad attività di volontariato. Solo lo scorso anno sono state donate più di 10.000 ore dai dipendenti del Gruppo in attività di rigenerazione dell’ambiente su tutto il territorio nazionale in collaborazione con Legambiente (qui sono disponibili maggiori informazioni in merito). Infine, è in corso un’iniziativa di people care e diversity grazie alla quale è stato previsto l’inserimento di alcuni lavoratori diversamente abili.


La comunicazione e il coinvolgimento dei lavoratori

Una caratteristica distintiva del progetto di Heineken è stata la definizione di un piano di comunicazione strutturato nel lungo periodo al fine di accompagnare i dipendenti. Tale percorso è stato ideato creando diversi momenti che prevedessero azioni e strumenti dedicati, veicolando i messaggi e contenuti in tre fasi: l’introduzione del progetto e le opportunità legare al welfare; una seconda fase in cui sono stati esplicitati i vantaggi e le conseguenze della conversione del Premio di Risultato; l’avvio del piano welfare e l’utilizzo della piattaforma.

Grazie a questo efficace sistema di comunicazione e coinvolgimento dei dipendenti, il 43% dei lavoratori di Heineken Italia hanno scelto di convertire il loro premio annuale in welfare. Si tratta di un risultato molto positivo, soprattutto se si considera che la media nazionale secondo alcune recenti survey non supera il 20%.

Anche per queste ragioni lo scorso 30 maggio, nel corso dell’evento promosso da Edenred Italia “Welfare Revolution”, Heineken Italia si è aggiudicata il Premio “Welfare Tellers”; il riconoscimento ha avuto l’intento di sottolineare l’impegno della società verso i propri collaboratori (ma anche le loro famiglie), che sono a tutti gli effetti riconosciute come stakeholder fondamentali.

A consegnare il premio è stato Luca Palermo, Amministratore Delegato di Edenred Italia, il quale ha affermato “stasare vogliamo premiare un’azienda che ha realizzato un piano di comunicazione strutturato nel lungo periodo, al fine di accompagnare i dipendenti in tutte le fasi del progetto: dall’annuncio, alla scelta, fino all’utilizzo. Heineken è stata infatti capace di comunicare il proprio piano di welfare in modo innovativo ed efficace, mostrando una cultura aziendale aperta e flessibile e un fortissimo commitment nei confronti delle risorse umane”.


 


Un buon piano di welfare parte dalla comunicazione: l'esperienza di Bofrost

Brawo Spa, quando il welfare aziendale è frutto del dialogo e del confronto

Flessibilità, ascolto e rilevazione dei bisogni: il piano di flexible benefits di EY

WelfareRevolution, ecco i piani di welfare aziendale più innovativi secondo Edenred

Essere genitori: un'occasione di crescita (anche) per il lavoro

Disegnare modelli di welfare aziendale con il Welfare Model Canvas