Welfare, proposte ad hoc: perché all'azienda conviene di più
WRB-Lab - laboratorio nato dalla collaborazione tra Giovanni Scansani, amministratore unico e co fondatore di Valore Welfare, e Dario Cavenago, ordinario di economia aziendale all’università degli studi Milano Bicocca - ha sviluppato una metodologia allo scopo di misurare la “creazione di valore” economico che deriva all’azienda dall’adozione di programmi di welfare aziendale | Luisa Adani, Corriere della Sera, 18 dicembre 2018
 
La nuova normativa sui voucher avrà conseguenze anche per il mercato del welfare aziendale?
Dal 1° gennaio 2019 entreranno in vigore le nuove disposizioni dettate dalla direttiva UE 2016/1065 che cambieranno, tra le altre cose, le regole dell'IVA su voucher e buoni spesa. Quali saranno quindi le ricadute nel campo dei voucher welfare? Per capirlo abbiamo ripreso una circolare pubblicata qualche tempo fa da AIWA - Associazione Italiana Welfare Aziendale, realtà che racchiude e rappresenta alcuni tra i maggiori provider di welfare aziendale attivi nel nostro Paese.
 
In Siemens Italia lo smart working è per tutti
Siemens è stata tra le prime aziende in Italia ad introdurre lo smart working all'interno della propria organizzazione, con un progetto pilota avviato nel 2011. Dopo 6 anni di sperimentazione e la firma dell'accordo sindacale, il 1° gennaio 2018 il lavoro agile è stato esteso a tutti i collaboratori. A un anno da questo grande passo Federica Fasoli, Head of HR di Siemens Italia, ci ha raccontato il percorso fatto e i traguardi raggiunti.
 
Ecco come può cambiare il welfare aziendale italiano
L'11 dicembre al Centro Studi Americani si è svolto il Welfare Forum 2018 promosso da Unipol. Qui Giulia Bongiorno, Ministro della Funzione Pubblica, Pierluigi Stefanini, Presidente Unipol, Carlo Cimbri, CEO Unipol, e Alberto Brambilla, Presidente del Centro Studi Itinerari previdenziali, si sono confrontati sul futuro del welfare aziendale nel nostro Paese. | Gianluca Zapponini, Formiche, 11 dicembre 2018
 
Conciliare lavoro e paternità: una sinergia vincente per l'individuo e una risorsa per l'azienda
Nelle aziende italiane l'esperienza paterna è generalmente un tabù e il congedo di paternità è uno strumento ancora poco utilizzato. In realtà, la genitorialità agevola lo sviluppo di una serie di competenze trasversali che possono essere utili sia per la sfera privata sia per quella lavorativa. Ad averlo intuito è stato il progetto MAAM - maternity as a master, che ha sviluppato un programma volto a "trasformare" questa fase della vita in un vero e proprio master.
 
Prada, un premio welfare da 1.500 euro per tutti i dipendenti
Prada premia i suoi 4.000 dipendenti con un premio in welfare di 1.500 euro. Il gruppo ha avviato un piano di welfare che vedrà l'assegnazione questo mese del premio una tantum per tutti i dipendenti in Italia. Con il denaro i lavoratori potranno acquistare beni o servizi come spese per asili nido, assistenza medica, centri estivi, trasporti, o occasioni di svago come teatri, musei, palestre e viaggi. I lavoratori potranno poi convertire, su scelta volontaria, in welfare anche i premi di risultato.
 
A ciascuno il suo Smart Working: il lavoro agile che fa bene al business
Lo scorso 28 novembre si è svolta a Roma la IV edizione del seminario dedicato al lavoro agile "A ciascuno il suo Smart Working: il lavoro agile che fa bene al business". L'incontro, promosso da RWA Consulting, ha preso in considerazione le nuove tendenze del mondo del lavoro, concentrandosi in particolare su quelli che possono essere i relativi vantaggi per le organizzazioni.
 
Non smarrire la finalità sociale del welfare aziendale: la sfida di AIWA
AIWA sta per "Associazione Italiana di Welfare Aziendale" ed è il nome che alcuni tra i maggiori operatori attivi nel mercato di welfare aziendale si sono dati nel 2016 quando, a seguito delle novità introdotte dalla Legge di Stabilità, hanno deciso di organizzarsi per promuovere una cultura consapevole sul tema. In questo approfondimento abbiamo intervistato il Presidente di AIWA, Emmanuele Massagli, il quale ci ha fornito il suo punto di vista su quello che è un mercato nuovo e in forte espansione.
 
Welfare Index PMI: al via le iscrizioni per l'edizione del 2019
Welfare Index PMI è un'iniziativa che ha lo scopo di stimare la qualità e la diffusione del welfare aziendale all'interno delle piccole e medie imprese italiane attraverso la creazione di un indice sintetico. Da novembre 2018 sono aperte le iscrizioni per la partecipazione alla quarta edizione. Le imprese che volessero partecipare potranno farlo gratuitamente, compilando il questionario che si trova nel sito internet del progetto oppure richiedendo un'intervista telefonica.
 
Il Dipartimento per le politiche della famiglia vuole avviare un Tavolo istituzionale sul welfare aziendale
Il Dipartimento per le politiche della famiglia ha avviato una procedura di manifestazione di interesse finalizzata alla costituzione di un Tavolo istituzionale di confronto e dialogo col mondo delle imprese, per la promozione di iniziative di welfare aziendale e di conciliazione tra tempi di lavoro e tempi di cura della famiglia. Le realtà interessate potranno partecipare seguendo la procedura indicata, entro il 21 dicembre 2018.
 
Lo stretto legame tra welfare aziendale e comunicazione
Qualche settimana fa sono stati presentati a Milano i risultati dell'ultimo studio frutto della collaborazione tra Fondazione Censis e il provider Eudaimon. Lo studio, dal titolo "Buona comunicazione e welfare aziendale equo", si concentra sul grado di conoscenza che i lavoratori hanno del welfare aziendale e su quelli che possono essere gli effetti di un buon piano di comunicazione. Ce ne parla in questo articolo Valentino Santoni.
 
Welfare aziendale in due imprese lombarde su tre
In Lombardia, il welfare aziendale è presente in due aziende su tre. Sono questi i risultati del rapporto 2018 "Il mercato del Lavoro in Lombardia", realizzato da Confindustria Lombardia attraverso un campione di oltre mille imprese associate | Luca Orlando, Il Sole 24 Ore, 22 novembre 2018
 
Confindustria: quasi il 60% delle associate prevede forme di welfare aziendale
Il Centro Studi di Confindustria ha fornito alcuni dati interessanti sul ricorso a forme premiali e strumenti di welfare aziendale da parte delle imprese associate. Secondo queste rilevazioni il 58% delle imprese interpellate ha scelto di investire in beni e servizi di welfare destinati ai propri dipendenti, ma resta un forte gap tra piccola e grande impresa. Ce ne parla in questo articolo il nostro ricercatore Valentino Santoni.
 
Faac: il "capitalismo nel nome di Dio" funziona
La storia di Faac cambia radicalmente nel 2012, quando Michelangelo Manini, figlio unico del fondatore della Faac, Giuseppe, muore ad appena 50 anni. Single e senza eredi, regala il 66% dell’azienda di famiglia all’Arcidiocesi, insieme alle proprietà immobiliari e 140 milioni di liquidità in banca. Le linee guida indicate negli anni successivi dall'Arcidiocesi sono chiare: prima di tutto attenzione al welfare dei dipendenti | Domenico Affinito e Milena Gabanelli, Corriere della Sera, 8 novembre 2018
 
La startup senza una sede: tutti i 700 dipendenti lavorano da casa (o da dove vogliono)
InVision è una start up di software fondata nel 2011 dall'americano Clark Valberg. La particolarità di questa realtà sta nel fatto che, sin dalla sua nascita, tutto il lavoro è svolto da dipendenti che lavorano da remoto. Gli oltre 700 impiegati infatti svolgono il loro lavoro da ogni angolo del mondo, tra cui Inghilterra, Israele, Australia, Argentina e Nigeria, ma senza mai recarsi in una sede ufficiale o in un ufficio della società. | Business Insider Italia, 3 novembre 2018
 
Conciliazione, flessibilità e lavoro agile: cosa prevede il nuovo accordo integrativo di UBI Banca
Lo scorso 31 agosto le rappresentanze sindacali e i vertici del Gruppo UBI hanno sottoscritto un nuovo accordo aziendale che ha rafforzato le misure di flessibilità e conciliazione vita-lavoro per tutti i dipendenti del gruppo bancario. In questo approfondimento Valentino Santoni ci racconta le principali novità previste, tra cui spicca lo smart working e il "Fondo delle giornate solidali".
 
Come va lo Smart Working in Italia? Ecco i dati annuali del Politecnico di Milano
L'Osservatorio sullo Smart Working del Politecnico di Milano, giunto al suo settimo anno di attività, il 30 ottobre ha presentato i dati della ricerca annuale sulla diffusione dello smart working nel nostro Paese. Qui trovate un po' di rassegna stampa. Vi segnaliamo inoltre che nei prossimi giorni Percorsi di secondo welfare pubblicherà una riflessione approfondita sul tema
 
Polizze e welfare aziendale contro la bomba demografica
La popolazione invecchia, la fragilità sociale aumenta. Il problema sanitario, con una spesa out of pocket arrivata a sfiorare i 40 miliardi secondo il rapporto Rbm Censis, non è l’unico. Ad esso si associa anche l’indebolimento della famiglia come primaria rete di protezione. Una situazione non più sostenibile a causa del cambio di stili di vita e di condizioni economiche delle nuove generazioni | Federica Pezzatti, Il Sole 24 Ore, 23 ottobre 2018
 
Doposcuola aziendale di Orogel: la Cesena che ha coraggio punta sui giovani
Avvio di un centro pomeridiano per bambini e adolescenti rivolto ai figli dei dipendenti di età ricompresa fra i 6 e i 14 anni. E' questo il nuovo progetto di welfare aziendale che Orogel ha realizzato grazie alla collaborazione con il Comune di Cesena | Cesena Today, 28 ottobre 2018
 
Esperienze di welfare aziendale: alcune evidenze del settore artigiano toscano
"Modelli ed esperienze di welfare aziendale" è un volume, curato da William Chiaromonte e Maria Luisa Vallauri per Giappichelli Editore, che si propone di offrire una panoramica, in logica comparata, di come il welfare aziendale è differentemente regolato in ambito europeo. L'opera presenta inoltre i risultati di uno studio empirico condotto tra le imprese del settore artigiano toscano. Ve ne parliamo in questo approfondimento di Eleonora Maglia.
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38