People Caring e Diversity Management: l'esperienza del Gruppo Mastrotto
Gruppo Mastrotto, azienda leader in Europa nel settore conciario, già da molti anni ha scelto di investire in maniera decisa per sostenere il benessere e la conciliazione vita-lavoro dei suoi collaboratori. Grazie a questa attenzione per la cura dei suoi dipendenti, il Gruppo Mastrotto è stato premiato lo scorso 30 maggio nel corso dell’evento promosso da Edenred Italia “WelfaRevolution”.
 
Heineken Italia, welfare e benessere per i suoi 1.000 collaboratori
Heineken Italia, divisione nostrana della nota azienda produttrice di birra olandese, nel nostro Paese conta quasi 1.000 collaboratori. Allo scopo di fornire loro nuovi strumenti per affrontare le sfide della quotidianità e favorire l’armonizzazione dei tempi di vita e di lavoro, la società ha messo in piedi alcune strategie di welfare management molto interessanti. Ve ne parliamo in questo approfondimento.
 
Push to Open: un esempio di welfare aziendale che genera impatto sociale
Jointly ha presentato il secondo report del programma di orientamento scolastico Push to Open, nato nel 2015 con l’obiettivo di supportare i ragazzi nella scelta del proprio percorso formativo futuro. I numeri confermano gli impatti positivi di questa misura di welfare aziendale, apprezzata sia dagli studenti che dai loro genitori, che negli anni si è estesa coinvolgendo scuole e territorio in un'ottica multi-stakeholder.
 
Verso un welfare 4.0
Secondo Emmanuele Massagli, presidente di Adapt e di Aiwa, l’associazione che riunisce i principali provider di welfare aziendale, il recente Disegno di legge in materia di welfare e produttività (di cui anche noi vi abbiamo parlato) contribuirebbe ad alimentare una fase 4.0 del welfare aziendale, facendolo divenire tale strumento sempre più centrali nelle relazioni industriali e nelle politiche di gestione del personale | Emmanuele Massagli, Il Resto del Carlino, 27 maggio 2019 (via AIWA.it)
 
Flessibilità, ascolto e rilevazione dei bisogni: il piano di flexible benefits di EY
Alcune recenti indagini hanno evidenziato come i lavoratori più giovani siano particolarmente attenti alla possibilità di avere accesso a misure e benefit aziendali in grado di fornire una risposta ai bisogni sociali che si manifestano nel corso della vita. Ad accorgersene è stata anche EY, realtà che si occupa di servizi di consulenza alle imprese, che ha avviato un piano di flexible benefits per oltre 5.000 dipendenti e professionisti.
 
Brawo Spa, quando il welfare aziendale è frutto del dialogo e del confronto
Brawo è una azienda bresciana che si occupa dello stampaggio e della lavorazione di metalli. La società, che conta oltre 360 addetti, è da sempre attenta alle necessità e ai bisogni dei suoi collaboratori. Nel 2019, in occasione dell'80esimo compleanno del presidente di Brawo Giorgio Gnutti, l'azienda ha inaugurato un nuovo piano di welfare aziendale. Ve ne parliamo in questo approfondimento.
 
Formare e preparare i ragazzi ai mestieri del futuro: nasce un nuovo servizio di welfare aziendale
ItaliaCamp, organizzazione che crea connessioni e sviluppa processi di innovazione e trasformazione sociale a impatto positivo per comunità e territori, ha recentemente avviato STEAMcamp, un percorso di formazione basato su coding, robotica, stampa 3D e realtà virtuale per preparare i ragazzi ai mestieri del futuro. Il servizio può essere utilizzato anche dalle imprese in ottica di welfare aziendale: STEMcamp è infatti disponibile all'interno di alcuni dei più noti portali, come quello di Jointly, Easy Welfare, Eudaimon e Edenred.
 
Un buon piano di welfare parte dalla comunicazione: l'esperienza di Bofrost
Bofrost, nota società che si occupa della vendita di prodotti alimentari surgelati, è stata una delle prime realtà a introdurre piani di welfare aziendale strutturati e rivolti a tutti i suoi collaboratori. Nel corso degli anni, anche grazie al coinvolgimento dei lavoratori in un complesso piano di informazione e comunicazione, la proposta di welfare si è evoluta e affinata. Ve ne parliamo in questo approfondimento.
 
WelfareRevolution, ecco i piani di welfare aziendale più innovativi secondo Edenred
Il 30 maggio presso la Triennale di Milano si è tenuta la prima edizione di WelfaRevolution, evento voluto da Edenred Italia per premiare le imprese italiane che si sono contraddistinte per progetti di welfare aziendale e interventi nel campo della conciliazione vita-lavoro. Ad aggiudicarsi i premi sono state TIM, Heineken Italia, EY, Gruppo Mastrotto, Brawo e Bofrost. Nelle prossime settimane realizzeremo degli approfondimenti per raccontarvi le loro esperienze.
 
Essere genitori: un'occasione di crescita (anche) per il lavoro
La genitorialità può diventare un valore aggiunto anche sul lavoro? Questa esperienza privata così coinvolgente può divenire un'occasione di rinnovamento del processo organizzativo aziendale? E, di conseguenza, può essere un bene per la società nel suo complesso? Sono alcune delle domande che vengono messe a tema nel volume "Genitori al lavoro. Il lavoro dei genitori", scritto da Elena Barazzetta, ricercatrice di Percorsi di secondo welfare, e pubblicato da Edizioni Este.
 
Novità nel mercato dei provider: Edenred acquisisce Easy Welfare
Edenred, società leader nel settore dei buoni pasto e già attiva sul mercato del welfare dedicato alle imprese, ha annunciato l'acquisizione di Easy Welfare, uno dei principali provider di welfare aziendale del nostro Paese. Attraverso questa operazione, Edenred amplia quindi la propria offerta in questo settore, avvalendosi dell'expertise di un gruppo consolidato di professionisti che dal 2006 lavorano in tale ambito.
 
Disegnare modelli di welfare aziendale con il Welfare Model Canvas
Il Welfare Model Canvas, nato da un'idea della società di consulenza FareWelFare, è uno strumento visuale e strategico pensato per facilitare la partecipazione di più persone alla formulazione e realizzazione di un piano di welfare aziendale in stretta relazione con gli obiettivi dell'impresa. Attraverso il suo utilizzo, i suoi ideatori hanno individuato quattro modelli di intervento aziendale. Ve ne parliamo in questo approfondimento.
 
Il programma Rai ''Officine Italia'' ha realizzato un interessante approfondimento sul welfare aziendale
Lo scorso 18 maggio "Officina Italia", il settimanale del TGR curato da Giorgio Tonelli, ha realizzato un interessante approfondimento sul welfare aziendale. In studio, Rossella Sobrero, Docente presso l'Università degli Studi di Milano, ha delineato i contorni del fenomeno individuando le opportunità per imprese e lavoratori. Molte poi le esperienze di welfare raccontate: tra queste ci sono quella di Jointly, di Eudaimon, di Liomatic, di Baxi e del Gruppo H&B.
 
Welfare Revolution, Edenred premia le aziende con i piani di welfare aziendale più innovativi
Edenred, società leader nel settore dei buoni pasto e provider di welfare aziendale, ha scelto di premiare alcune imprese italiane che si sono contraddistinte per i loro progetti di welfare aziendale e conciliazione vita-lavoro. A questo scopo il prossimo 30 maggio, presso i locali della Triennale di Milano, si terrà "Welfare Revolution", edizione 2019 degli Edenred Awards. Nella giuria del premio ci sarà anche il nostro ricercatore Valentino Santoni.
 
Premi di risultato e welfare aziendale: ecco i dati del MEF per l'anno 2017
Nel mese di aprile il Ministero dell'Economia ha reso pubblici i dati relativi alla tassazione dei redditi dei lavoratori dipendenti per l'anno 2017. Attraverso un'analisi di tali dati Ocsel, l'Osservatorio sulla contrattazione di secondo livello di Cisl, ha estrapolato alcune tendenze relative alla diffusione di alcuni strumenti contrattuali, come i premi di risultato e il welfare aziendale. In questo contributo vi presentiamo alcune delle evidenze più interessanti.
 
Nei contratti di secondo livello focus su premi e welfare
In un recente articolo, il quotidiano di Confindustria Il Sole 24 Ore ha intervistato il professor Arturo Maresca, ordinario di Diritto del lavoro all'Università La Sapienza di Roma e fondatore dell’omonimo studio legale, allo scopo di approfondire un tema di cui il giuslavorista si occupa da molti anni: la contrattazione aziendale. In particolare il contributo si focalizza su quelle che sono le dinamiche fiscali e normative legate ai premi aziendali e al welfare | Cristina Casadei, Il Sole 24 Ore, 13 maggio 2019
 
Nonno Nanni investe nel welfare per i propri collaboratori
Latteria Montello, azienda di prodotti caseari nota soprattutto per il brand Nonno Nanni, ha scelto di investire nel welfare aziendale. Dal 1° aprile, infatti, l'azienda ha introdotto un piano di welfare con l'obiettivo di rafforzare il suo impegno e migliorare la vita lavorativa e privata dei suoi 200 collaboratori. Il progetto prevede l'implementazione di una piattaforma informatica grazie alla quale ogni dipendente potrà utilizzare il proprio credito welfare.
 
Dal welfare aziendale al welfare territoriale: quale ruolo giocano le reti? Se ne parla nel nuovo libro scritto dai nostri ricercatori
Partendo dalle esperienze concrete analizzate nel corso del Laboratorio Wa.Lab promosso da Fondazione CRC, Franca Maino e Federico Razetti hanno identificato i tratti distintivi di alcune reti multi-attore che in questi anni sono nate in diverse aree del Paese intorno al tema del welfare aziendale. Il libro, dal titolo "Fare rete per fare welfare. Dalle aziende ai territori: strumenti, attori, processi" è edito da Giappichelli ed è in libreria dal 3 maggio.
 
Lo smart working? Non è una concessione dell’azienda ma il modo di lavorare del futuro
Una recente indagine di Linkiesta si è focalizzata sul tema dello smart working. Secondo Marco Leonardi, Professore presso l’Università di Milano e curatore dell’inchiesta, tale strumento è ancora poco diffuso in Italia. In particolare, nel nostro Paese tale modalità lavorativa sembra limitata a lavoratori qualificati la cui valutazione è a risultato | Marco Leonardi, Linkiesta, 23 aprile 2019
 
Produttività e welfare aziendale: in arrivo un nuovo disegno di legge?
Recentemente Il Sole 24 Ore ha scritto che i parlamentari della Lega stanno lavorando a una bozza di disegno di legge sui temi della produttività e del welfare aziendale. Il Ddl dovrebbe prevedere una riduzione dell'imposta sostitutiva per i premi di risultato, misure per favorire l'occupazione femminile e la possibilità per i dipendenti di chiedere il rimborso per le spese veterinarie. Ce ne parla Valentino Santoni.
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37