PRIMO WELFARE /
Nel 2013 l’Italia ha avuto meno immigrati e più emigranti
Internazionale, 9 dicembre 2014
09 dicembre 2014

L’Istat ha pubblicato il rapporto sulle migrazioni internazionali e interne nel 2013, che calcola gli arrivi e le partenze rispetto all’anno precedente. Nel 2013 l’immigrazione è diminuita del 12,3 per cento. La comunità straniera più rappresentata rimane quella romena, con 58mila persone, poi quella del Marocco (20mila), della Cina (17mila) e dell’Ucraina (13mila). 


Sale invece il numero di cittadini stranieri che lasciano l’Italia: sono stati 82mila gli italiani che hanno deciso di trasferirsi all’estero, con una crescita del 20,7 per cento rispetto al 2012. Il 31 per cento di chi emigra ha una laurea. Le mete principali degli italiani che emigrano sono Regno Unito, Germania, Svizzera e Francia, paesi che accolgono oltre la metà dei flussi in uscita.


Nel 2013 l’Italia ha avuto meno immigrati e più emigranti

Internazionale, 9 dicembre 2014
 

Potrebbe interessarti anche:

La Corte di Giustizia UE si esprime sul turismo del welfare

La Gran Bretagna verso un welfare meno inclusivo per gli stranieri

L'Europa alla prova della cittadinanza

Troppi allarmi sul turismo sociale minacciano la cittadinanza europea

 

 
NON compilare questo campo