PRIMO WELFARE / Lavoro
Grasso: necessari programmi di inserimento lavorativo per i detenuti
06 settembre 2013

L'amnistia ha un senso "solo se inserita in una riforma" piu' ampia "che dia dignità" ai carcerati. Lo ha affermato il presidente del Senato Pietro Grasso, che ha anche sottolineato come sia necessario studiare dei programmi di inserimento lavorativo dei detenuti "dentro e fuori le carceri" perche' "il detenuto che lavora ha meno possibilita' di tornare a commettere reati". 

Anche le figure istituzionali di più alto livello sembrano finalmente rendersi conto di come il sistema carcerario italiano necessiti di riforme complessive che tendano non solo alla risoluzione dell'emergenza ma anche, e sopratutto, a un modello detentivo che punti realmente sulla rieducazione dei reclusi, come vi avevamo raccontato anche noi di Secondo Welfare.

 
 

Il lavoro? servirebbe anche in carcere
Lorenzo Bandera, Percorsi di secondo welfare, 14 giugno 2013