PRIMO WELFARE /
A New York 22mila bambini senza casa
Paolo Mastrolilli, La Stampa, 3 marzo 2014
03 marzo 2014

Sono 22.000 i bambini che ogni sera a New York vanno a dormire in un letto non loro. Homeless, costretti a cercare rifugio negli ostelli per i poveri, insieme alle loro famiglie. Emersa nelle settimane scorse grazie a una inchiesta condotta dal «New York Times» sui bambini invisibili della città, l'emergenza abitativa sta scuotendo nel profondo la Grande Mela e mettendo sotto pressione il sindaco De Blasio.

L’obiettivo dell'amministrazione cittadina è ora quello di trovare una soluzione di lungo termine, che rimetta le famiglie di questi bambini nelle condizioni di avere un alloggio permanente. Il Comune spende circa 3.000 dollari al mese per ogni famiglia ospitata negli ostelli, e l’idea è usare questi soldi per finanziare invece case popolari stabili. Vedremo come New York affronterà un problema grave che, sfortunatamente, affligge anche il Vecchio Continente e il nostro Paese.


A New York 22mila bambini senza casa. Il Sindaco De Blasio sotto pressione
Paolo Mastrolilli, La Stampa, 3 marzo 2014