Welfare a rischio, nel 2050 più pensionati che lavoratori
Il report "Working better with age" dell'Ocse, presentato nei giorni scorsi a Tokyo, segnala che - senza interventi adeguati - entro il 2050 in Italia il numero dei pensionati sarà superiore a quello dei lavoratori. È possibile invertire questa dinamica? Secondo Dario Di Vico c’è un provvedimento del primo governo Conte che sicuramente non aiuta: la mini-riforma previdenziale di Quota 100.
 
L'inverno demografico italiano: una bella puntata di PresaDiretta
Subito dopo il Giappone l'Italia è la Nazione più vecchia del mondo. A dirlo è l'Istat, che nel suo ultimo rapporto ha confermato il trend negativo in atto ormai da diversi anni e che vede il nostro Paese immerso in un vero e proprio "inverno demografico". Il 2 settembre PresaDiretta, programma di Rai Tre condotto da Riccardo Iacona, ha affrontato il tema attraverso diversi approfondimenti, cercando di rispondere a una domanda: perché in Italia non si fanno più figli?
 
È uscito Welfare Oggi 3/2019: ecco tutti i contenuti della rivista
In questi giorni è stato pubblicato il numero 3/2019 di Welfare Oggi, rivista edita da Maggioli che si occupa di temi legati al welfare locale. In quest'ultimo numero si possono trovare numerosi contributi su Europa Sociale, Reddito di Cittadinanza, tecnologie per gli anziani, strategie per la presa in carico dei senza dimora, il ruolo dell'assistente sociale nella governance del sistema sociosanitario e molto altro ancora.
 
Quelle scelte tra figli e lavoro che frenano la crescita italiana
Una delle sfide principali che l’Italia deve affrontare nei prossimi decenni è crescere - in termini di ricchezza economica e benessere sociale - in una fase di riduzione senza precedenti della popolazione in età lavorativa. Per vincere tale sfida sarà cruciale incrementare le opportunità di partecipazione alla vita lavorativa di tutti e, in primis, delle donne. Questo interessante articolo uscito per Il Sole 24 Ore spiega perché le misure di conciliazione vita-lavoro saranno decisive | Alessandro Rosina, Il Sole 24 Ore, 23 luglio 2019
 
Conciliazione: serve uno scatto per superare il welfare fai-da-te
Secondo il politologo statunitense Thomas Dye, le politiche pubbliche sono tutto quello che le amministrazioni decidono di fare o di non fare. Pensando alle politiche italiane per la famiglia e per la conciliazione vita-lavoro, il pensiero corre al poco che le amministrazioni fanno e al molto che invece non fanno. Qui il commento di Federico Razetti all'inchiesta sulla conciliazione che abbiamo realizzato per Corriere Buone Notizie.
 
Equilibri instabili: quanto è difficile la conciliazione famiglia-lavoro in Italia
Un equilibrio instabile. I ricercatori di Percorsi di secondo welfare hanno scelto questa immagine per intitolare una recente ricerca sulla conciliazione famiglia-lavoro realizzata per la Confcommercio di Varese. Il tema è anche al centro dell'inchiesta per Corriere Buone Notizie, dove si spiega che i problemi in questo ambito sono legati a servizi pubblici inadeguati, legami familiari sempre più deboli, imprese poco propense a investire e, sullo sfondo, ancora, un grosso problema culturale.
 
Malnatt, la birra del riscatto prodotta nelle carceri milanesi
Malnatt è il nome della birra prodotta dai detenuti nelle carceri milanesi di Bollate, Opera e San Vittore grazie a un progetto che vede coinvolti istituti penitenziari, imprenditori ed esercenti del territorio milanese, il Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria e il Comune di Milano. L'obiettivo? Restituire dignità sociale ai detenuti coinvolti nella produzione e distribuzione della birra e finanziare iniziative volte all'inclusione all'interno del sistema carcerario.
 
Sacchi (Inapp): welfare solido, con riforme due milioni di lavoratori protetti in più
Grazie a un ciclo di riforme, nel corso degli ultimi 10 anni si è ampliata la platea di chi, nel nostro Paese, può usufruire di sussidi di disoccupazione nel momento in cui perde il proprio posto di lavoro. Sono infatti 13 milioni i lavoratori "protetti", 2 milioni in più rispetto al passato. A dirlo è l'Inapp,l'Istituto nazionale per l'analisi delle politiche pubbliche, nel corso del festival "Luci sul lavoro" di Montepulciano | Avvenire, 11 luglio 2019
 
Il ''Dopo di noi''? Non decolla l'indipendenza dei disabili
Quando le persone con disabilità perdono i genitori, si ritrovano sole, spesso senza più nessuno che si prenda cura di loro. Proprio per questo, nel nostro Paese è nata l'esigenza di dotarci di una legge - denominata "Dopo di Noi" - per aiutare i disabili ad affrontare la vita di fronte al progressivo invecchiamento dei propri cari. Corriere Buone Notizie, inserto settimanale del Corriere della Sera, ha cercato di fare il punto in merito allo stato di avanzamento degli interventi regionali legati | Jacopo Storni, Corriere Buone Notizie, 6 luglio 2019
 
Lavoro povero (e nero): il virus del terzo millennio
I braccianti di Rosarno e i riders nelle metropoli sono solo la punta dell’iceberg. Il «cattivo lavoro» è un virus. Lavoro povero e sotto pagato. A cottimo, due, cinque euro all’ora. Non più circoscritto all’agricoltura e ai servizi. Le pratiche di sfruttamento dei lavoratori si stanno diffondendo in ogni settore. Anche intellettuale. Con il rischio di una profonda involuzione sociale. A sollevare il tema è Fondazione Ismu. | Paola D'Amico, Corriere Buone Notizie, 2 luglio 2019
 
Gli strumenti a sostegno della genitorialità
Le ultime stime Istat confermano un trend demografico ormai largamente riconosciuto: facciamo sempre meno figli e in età sempre più avanzata. Nel 2018 è stato raggiunto un nuovo record negativo per numero di nascite. Quali sono gli strumenti attualmente previsti nel nostro ordinamento per favorire la natalità e sostenere la genitorialità? | Michaela Camilleri, Il Punto - Itinerari Previdenziali, 27 giugno 2019
 
Povertà Sanitaria, oltre mezzo milione di famiglie non riescono a pagarsi cure e medicinali
Secondo una recente indagine di Federcontribuenti, sarebbero 539mila le famiglie che nel 2018 in Italia hanno dovuto rinunciare del tutto alle cure a causa dei costi. Ciò sarebbe confermato anche dal notevole aumento di richieste di farmaci fatto al Banco Farmaceutico Onlus, che nel corso dello scorso anno ha distribuito circa 420mila farmaci.
 
In Italia non nascono più bambini: popolazione sempre più vecchia e in calo
Gli ultimi dati Istat, pubblicati nel Rapporto annuale 2019, confermano un drammatico andamento demografico caratterizzato da sempre meno nascite e da un allargamento della popolazione anziana. Se, infatti, da un lato il contributo dei cittadini stranieri alla natalità va riducendosi, dall'altro si rileva da parte delle coppie la tendenza a rinviare e poi rinunciare ad avere figli.
 
L'apprendistato torna a crescere, ma ora serve un quadro normativo certo e una cultura che lo valorizzi
Lunedì 17 giugno è stato presentato il XVIII Rapporto di monitoraggio sull'apprendistato. Il documento, elaborato dall'INAPP in collaborazione con l'INPS per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, analizza lo stato dell'apprendistato nel nostro Paese nel periodo 2016-2017 e offre alcuni dati interessanti su questo fenomeno. Abbiamo chiesto a Stefano Sacchi, Presidente di INAPP, di aiutarci ad approfondire i contenuti del Rapporto.
 
Il futuro è già qua: benvenuti nell'Italia senza bambini
Quali possono essere le strategie per programmare e progettare interventi e servizi in campo sanitario, sociale, urbanistico e scolastico per ridurre l’impatto dei devastanti effetti legati al futuro demografico della popolazione italiana? A parlarne è il libro “Genitori Cercasi”, pubblicato da Egea e scritto da Letizia Mencarini e Daniele Vignoli, che è stato presentato lo scorso 28 maggio | Linkiesta, 26 maggio 2019
 
Inventare, spiegare, risolvere problemi: essere genitori è una risorsa, anche per le aziende
Fare figli taglia di un terzo le prospettive di busta paga delle donne. Trasforma la vita in una gimkana tra lavoro, asili e baby sitter (per chi se li può permettere). Distoglie energie e da ultimo pone la scelta tra affermazione professionale e famiglia. E allora perché non ribaltare la prospettiva? Perché non mostrare quanto, in realtà, diventando madri e padri si acquisiscono miriadi di competenze fondamentali anche il lavoro? | Raffaele Ricciardi, La Repubblica, 10 giugno 2019
 
Allo studio un disegno di legge per riformare il "pacchetto famiglia"
Secondo Il Sole 24 Ore, in questi giorni starebbe per essere presentato in Parlamento un disegno di legge governativo per riformare il "pacchetto famiglia". L'intento è quello di sistematizzare e rendere strutturali tutte quelle iniziative per la famiglia, prevedendo un assegno unico destinato a tutti i nuclei familiari con bambini e con Isee inferiore a 50mila euro. Secondo quanto rivela il quotidiano, l'assegno sarà erogato a partire dalla nascita del figlio fino al compimento del diciottesimo anno di età.
 
Cosa c'è nel numero 2/2019 di Welfare Oggi?
In questo contributo vi raccontiamo i contenuti del numero 2/2019 di Welfare Oggi. Due i focus di approfondimento, uno sullo sviluppo recente delle politiche di contrasto alla povertà nel nostro Paese, e l'altro sul rapporto tra migrazioni, integrazione e appartenenza territoriale. Nelle altre sezioni si parla di comunità di pratica avviate a favore degli anziani fragili e della violenza nelle strutture residenziali di cura.
 
Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza: a novembre il nuovo monitoraggio
Lo scorso 27 maggio è ricorso il ventottesimo anniversario della ratifica della Convention on the Rights of the Child. Per ricordare alle Istituzioni l'impegno assunto dall'Italia, il Gruppo di Lavoro sulla Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza (Gruppo CRC) pubblica annualmente un Rapporto di aggiornamento relativo al nostro Paese. Per il 2019, il Gruppo sta lavorando alla redazione di un rapporto che sarà pubblicato il prossimo 20 novembre.
 
Mattarella: ''Dialogo tra welfare pubblico e occupazionale per arginare l'emarginazione sociale''
"Il dialogo tra welfare pubblico e welfare occupazionale, su cui si concentra il Rapporto sullo Stato Sociale del 2019 va nella direzione di preservare la dimensione relazionale degli interventi assistenziali, che non possono limitarsi a mere erogazioni di sussidi, ma devono tendere all'obiettivo di arginare l'emarginazione sociale ed è per questo che rappresenta una componente importante delle politiche di welfare". Queste le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.