'Welfare, Italia': senza interventi adeguati il nostro sistema sociale non reggerà
Il nostro sistema di welfare è in grado di reggere le sfide del presente e del futuro? La risposta che emerge dal nuovo Rapporto "Welfare, Italia" è "no". A meno che non ci decidiamo a intervenire subito. Approfondendo una serie di dati relativi alla composizione della spesa pubblica e all'andamento demografico e del mercato del lavoro, il Rapporto offre proiezioni al 2050 che non lasciano molti dubbi sulla necessità di fare presto qualcosa.
 
Test PISA: un'occasione per farsi le domande giuste sul sistema educativo italiano
Il sistema educativo e formativo è una parte essenziale del nostro modello sociale. Proprio per questa ragione è essenziale conoscere e monitorare i livelli di istruzione dei nostri giovani ma, allo stesso tempo, bisogna evitare di fare valutazioni basandosi solo su alcuni indicatori sintetici. È il pensiero di Luca Solesin, Responsabile programmi Giovani e Scuola di Ashoka Italia, che ci mette in guardia su come leggere i nuovi dati del programma internazionale dell'OCSE.
 
Conciliazione famiglia-lavoro: in Italia l'11,1% delle madri non ha mai lavorato
In Italia oltre un terzo delle donne con figli lamenta problemi legati all’armonizzazione dei tempi di vita e di lavoro. Le necessità riguardanti la cura hanno inoltre un impatto molto forte sui livelli occupazionali, soprattutto nel Meridione. Attraverso un interessante report, l’Istat mette in rilievo alcune tendenze statistiche riguardanti la conciliazione vita-lavoro nel nostro Paese | Rosaria Amato, La Repubblica, 18 novembre 2019
 
La Giornata dell'Infanzia: in Italia c'è ancora molta strada da fare
In Italia i bambini che si trovano in condizione di povertà assoluta sono 1.260.000, il 12,6% dei minorenni che vivono nel Paese. Un dato allarmante considerato che nel 2005, meno di 15 anni fa, l'incidenza era del 4%. Proprio per fare luce su questo fenomeno che affligge il nostro Paese, ogni anno, il 20 novembre, si svolge la Giornata dell'Infanzia e dell'Adolescenza. Molte associazioni hanno dato il loro contributo. Ecco in che modo.
 
Luci sul lavoro: a festival on the future of the labour market between Italy and the EU
The tenth edition of “Luci sul Lavoro” took place in Montepulciano from the 11th to the 13th of July 2019. The yearly festival is organized by EIDOS (Istituto Europeo di Documentazione e Studi Sociali). The aim of the festival is to focus the attention of policy-makers and different stakeholders on the multiple challenges that the labour market faces nowadays. The title of this year’s festival was ‘Between sustainability and innovation: which future for the labour market?’.
 
Per un'Italia a misura di bambini e bambine: nasce l'Alleanza per l'infanzia
Quella demografica è oggi tra le questioni più cruciali per l'Italia ma il nostro Paese finora non sembra essere stato capace di sviluppare politiche pubbliche e interventi collettivi all'altezza di questa sfida. Per far luce su tale problematica nasce l'Alleanza per l'infanzia, un network di associazioni, esponenti della società civile e studiosi che condivide l'urgenza di sensibilizzare e fare pressione sull'opinione pubblica e sulla politica.
 
Mese dell'Educazione Finanziaria: ecco perché è importante continuare a parlare di questi temi
Si è conclusa la seconda edizione del "Mese dell'Educazione Finanziaria", iniziativa lanciata dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria. Complessivamente sono state oltre 600 le iniziative realizzate per fornire a cittadini di tutte le età gli strumenti per accrescere la conoscenza e la consapevolezza necessari per destreggiarsi nel mondo finanziario, assicurativo e previdenziale.
 
La flessibilità non basta: verso uno Smart Working 2.0
Nei giorni scorsi sono stati presentati i risultati della ricerca annuale realizzata dall'Osservatorio dello Smart Working del Politecnico di Milano in collaborazione con Doxa. I dati ci dicono che il fenomeno continua a crescere: in Italia sono infatti 570.000 i lavoratori agili e, in particolare, sono raddoppiati i progetti delle Pubbliche Amministrazioni. In questo approfondimento vi presentiamo i principali risultati dell'indagine.
 
Famiglia. Ministro Bonetti: assegno per i figli al via nel 2020, universale ed esentasse
Il Ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti ha rilasciato una lunga intervista a Avvenire nel corso della quale sono presentate alcune delle misure che il Governo sta preparando sul fronte del sostegno alla genitorialità e alle famiglie. Tra le azioni sono menzionate: i bonus e gli incentivi per gli asili nido, l'assegno per i nuovi nati (cioè un assegno per tutti che sarà modulato in base al reddito, dagli 80 ai 160 euro mensili, e che durerà 12 mesi) e una serie di interventi volti a favorire la conciliazione vita-lavoro e il care giving | Marco Iasevoli, Avvenire, 18 ottobre 2019
 
Oggi la Commissione Affari Sociali della Camera al lavoro sull'assegno unico per i figli a carico
Come segnalato dal Centro Studi Parlamentari NOMOS, parte del nostro network, oggi la Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati proseguirà l’esame della delega al Governo per riordinare e potenziare le misure a sostegno dei figli a carico attraverso l'assegno unico e la dote unica per i servizi. La Commissione, in particolare, ascolterà Corrado Bonifazi, dirigente di ricerca del Centro nazionale delle ricerche (CNR) e i rappresentanti dell’Istituto nazionale per l'analisi delle politiche pubbliche (INAPP).
 
Sovraffollate e senza speranza di miglioramento: lo stato del disastro-carceri in Italia
Nonostante vari tentativi di intervento, la situazione delle carceri italiane resta critica. A rilanciare il tema in questi giorni è la piattaforma Linkiesta con un articolo che mette sul tavolo tante questioni aperte legate al sovraffollamento: più di un terzo dei detenuti è straniero, uno su tre ha disturbi psichiatrici, due su tre sono tossicodipendenti o alcoldipendenti | Linkiesta, 15 ottobre 2019
 
Il paradosso della Lombardia: tanti giovani disoccupati e Neet, ma le imprese non trovano personale qualificato
Un appuntamento fra operatori, istituzioni, giovani ed imprese per mettere a fuoco quel che ha funzionato e quel che invece c’è da migliorare negli interventi a favore dei giovani lombardi. E come connettere la risorsa rappresentata dai giovani alle esigenze espresse dalle imprese. Saranno alcuni dei temi al centro di "Giovani: una risorsa da valorizzare!", workshop organizzato da Mestieri Lombardia e Fondazione Brodolini che si svolgerà mercoledì 9 ottobre al Milano Luiss Hub for markers and students.
 
Sapete che ottobre è il mese dell'educazione finanziaria?
Anche quest'anno a ottobre si terrà il "Mese dell’Educazione Finanziaria". Si tratta di un'iniziativa promossa dal Ministero dell'Economia e dal Ministero dell'Istruzione allo scopo di offrire a tutti occasioni gratuite e di qualità, senza fini commerciali, per accrescere le conoscenze di base sulla gestione e programmazione delle risorse finanziarie. Molte le iniziative previste, per le persone di tutte le età.
 
Work-life balance: una politica di equilibrio tra percorsi di vita, flessibilità e gender (in)equality
Mediamente in Europa un uomo lavora 40 ore settimanali. La donna si ferma a 34, ma a differenza dell'uomo impegna una enorme quantità del suo tempo per attività di cura e gestione delle necessità familiari. Qual è oggi la situazione del work-life balance nel Vecchio Continente? in questo articolo vi proponiamo alcuni dati interessanti sul tema pubblicati da Eurofound, Eurostat e dall'International Labour Organization.
 
Giornata parlamentare del 30 settembre: appuntamenti interessanti per le Commissioni Lavoro e Affari Sociali
Per lunedì 30 settembre sono previsti interessanti appuntamenti alla Camera dei Deputati per approfondire alcuni aspetti legati al tema del welfare e del lavoro. Tra le altre cose la Commissione Lavoro svolgerà diverse audizioni sulla Proposta di Legge relativa all'accertamento della rappresentatività delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro privati, e sulle risoluzioni per la regolazione del rapporto di lavoro tramite piattaforma.
 
Un welfare per dare (e generare) benessere
L'Italia è tra i Paesi europei che, nell'azione pubblica, di meno hanno interpretato le misure di welfare come investimento sociale, ovvero come strumenti che consentono ai cittadini non solo di ricevere benessere, ma soprattutto di contribuire a generarlo. È questa una delle principali ragioni per cui le disuguaglianze tendono ad essere così marcate nel nostro Paese | Alessandro Rosina, Il Sole 24 Ore, 20 settembre 2019
 
Come affrontare la ''sindrome delle culle vuote''
All'interno di questo articolo uscito su "Sette", settimanale del Corriere della Sera, Maurizio Ferrera affronta la questione del crollo della natalità che ormai riguarda tutti i Paesi occidentali. In Europa il tasso di fertilità è infatti da tempo sceso al di sotto della soglia del cosiddetto "ricambio naturale". Continuando su questa strada andremo incontro a una catastrofe demografico-economica, con effetti negativi sui redditi delle famiglie e soprattutto sul welfare.
 
Giornata parlamentare del 23 settembre: gli appuntamenti legati a welfare e lavoro
Come segnalano gli amici di Nomos CSP - che da qualche settimana è parte del nostro network - oggi si riuniranno la Commissione Lavoro e la Commissione Affari sociali della Camera dei Deputati per discutere di temi interessanti sul fronte delle politiche di welfare.
 
Assegno unico, il governo accelera l'idea di partire dai senza lavoro
Nel nuovo Governo sta prendendo quota l’ipotesi di accelerare il percorso di un’altra misura inserita nel programma di governo ma di cui finora si è parlato meno: l’assegno unico per le famiglie. Un intervento a sostegno della natalità, da anni in calo nel nostro Paese, che ha un costo elevato ma che potrebbe essere introdotta per gradi | Corriere della Sera, 12 settembre 2019
 
La crisi demografica non si arresta. C'è ancora tempo per scommettere sul futuro?
È ormai tristemente noto il dato sulla riduzione delle nascite nel nostro Paese arrivato, secondo dati Istat, ad una media di 1,32 figli per donna nel 2018, in continua diminuzione dal 2008. Ci troviamo di fronte ad un apparente e inesorabile destino di spopolamento del nostro territorio, in cui l'allargamento delle schiere di anziani porterà il già precario equilibrio sociale ed economico al collasso. Ma è davvero così o c’è ancora margine per scommettere sul futuro?