POVERTÀ ALIMENTARE /
Bologna, la comune dei contadini di città
Jenner Meletti, La Repubblica, 9 marzo 2014.
11 marzo 2014

È arrivata in Italia — Borgo Panigale, periferia di Bologna, sette chilometri da piazza Maggiore — la prima Csa, “Community supported agriculture”, agricoltura sostenuta dalla comunità. Una quota di 100 euro, una tantum, per diventare soci. E questo è il capitale d’impresa. Poi, all’inizio dell’anno, il socio anticipa il costo delle cassette di verdura e frutta settimanali — circa 42, con la sosta invernale — che saranno ritirate alla coop o consegnate a casa.

«Il Comune di Bologna, che presto farà il bando per i trenta ettari, ha molte terre oggi abbandonate. Potrebbero essere date in comodato d’uso ad altre cooperative o gruppi di giovani. La terra può accogliere chi è stato mandato via dalla fabbrica. Ce la possiamo fare, “produzione e partecipazione” debbono essere carte vincenti».


Bologna, la comune dei contadini di città: “Addio spesa al supermercato adesso produciamo tutto noi”
Jenner Meletti, La Repubblica, 9 marzo 2014.
 

 
NON compilare questo campo