SAVE THE DATE /
Giornata di Raccolta del Farmaco 2016
Sabato 13 febbraio in migliaia di farmacie si potranno donare farmaci per i più poveri. Perché nessuno debba mai più scegliere se mangiare o curarsi
13 febbraio 2016

Secondo gli ultimi dati Istat i poveri assoluti, coloro i quali non possono accedere a beni e servizi necessari per mantenere uno standard di vita considerato minimamente accettabile, sono oltre 4.1 milioni. Una moltitudine composta da tante persone che vivono per strada e chiedono la carità sui marciapiedi delle nostre città, ma anche da molti che, soprattutto a causa della crisi, sono scivolati in condizioni di indigenza inedite, forse neanche mai immaginate. Si tratta di madri sole, anziani senza una rete famigliare capace di sostenerli, disoccupati, ma anche persone che pur lavorando non sono in grado di arrivare alla fine del mese, i cosiddetti working poor.

Per molti di essi anche la spesa considerata più semplice diventa una sfida e, trovandosi a pagare spese incomprimibili come bollette, mutui o prestiti, devono rinunciare a generi alimentari e beni sanitari di prima necessità: le mamme non possono acquistare i biberon per i figli, le persone anziane gli antidolorifici per l’artrosi, i disoccupati integratori e antinfluenzali per continuare e cercare un'occupazione.

Per questo la Fondazione Banco Farmaceutico Onlus anche quest'anno organizza una raccolta di farmaci in migliaia di farmacie aderenti alla Giornata di Raccolta del Farmaco 2016, che si svolgerà sabato 13 febbraio. Nel 2015, grazie all'adesione di 3.673 farmacie in tutta la Penisola, l'impegno di oltre 14.000 volontari e la generosità di centinaia di migliaia di italiani, il Banco Farmaceutico ha potuto sostenere oltre 400.000 poveri.


Per informazioni sulle
farmacie aderenti alla GFR2016 clicca qui

 


Donare per curare: come si contrasta la povertà sanitaria

Giornata di Raccolta del Farmaco 2015

Piano contro la povertà: facciamo il punto
 
NON compilare questo campo