SAVE THE DATE /
Call for paper - Sociologia del lavoro ''Cultura manageriale e identità lavorativa nei sistemi di istruzione''
Gli articoli, in italiano o inglese, devono essere inviati entro il 15 dicembre 2020


Sociologia del lavoro, rivista dedicata ai problemi del lavoro e delle sue trasformazioni, con un approccio sociologico e in un'ottica interdisciplinare internazionale, lancia una nuova call for papers, per la sezione monografica 160(2)/2021, sul tema "Cultura manageriale e identità lavorativa nei sistemi di istruzione". Il numero sarà curato da Eduardo Barberis (Università di Urbino Carlo Bo) e Domenico Carbone (Università del Piemonte Orientale).

Lo scopo della call è quello di raccogliere contributi teorici e di ricerca sul tema dell’impatto che le riforme dei sistemi d’istruzione hanno avuto sull’identità dei lavoratori e delle lavoratrici che operano in questo settore della conoscenza. Nel corso degli ultimi decenni, infatti, i sistemi di istruzione, in Italia così come in molti altri paesi europei, sono stati attraversati da importanti cambiamenti che ne hanno ridefinito profondamente il loro “campo organizzativo” [Powel e Di Maggio 1983]. Si tratta di un processo per certi versi tutt’ora in corso, che ha diffusamente trasformato lo scenario politico, culturale economico e tecnologico entro cui si svolge l’azione di attori e istituzioni e che risulta ampiamente condizionato dalla diffusione del paradigma del New Public Management [Hood 1991]. L’implementazione delle pratiche organizzative ispirate a tale paradigma ha, ovviamente, risentito delle caratteristiche istituzionali e regolative, storicamente sedimentate nei vari sistemi di istruzione, generando processi ed esiti non omogenei [Gunter et al. 2016].

Nello specifico la call intende raccogliere contributi sui seguenti quesiti:
• esiste una tensione tra la cultura manageriale e l’ethos lavorativo di coloro che operano nelle istituzioni scolastiche e universitarie?
• quali effetti sull’identità individuale e collettiva dei lavoratori di questo settore ha prodotto l’affermazione del nuovo modello organizzativo?
• quali sono le strategie di adesione consapevole, piuttosto che ritualistica o strategica, messe in atto da questi attori?
• È possibile osservare fenomeni di isomorfismo in tali scelte strategiche?
• in quali forme e contenuti si esprimono le resistenze a questo modello?

Gli articoli, in italiano o inglese, devono essere inviati entro il 15 dicembre 2020.


Per maggiori informazioni e per partecipare alla call