Rassegna Stampa
InnovaCAre

Chiara Saraceno: «Rsa, l’assistenza domiciliare non è un’alternativa»

< 1 ' di lettura
Stampa articolo

Recentemente la piattaforma Senza Età ha intervistato la sociologa Chiara Saraceno per approfondire alcuni temi legati alla non autosufficienza e alle risorse previste dal PNRR in questo campo. Nell’intervista si approfondiscono alcune questioni chiave come il ruolo dell’assistenza domiciliare, l’assegno di accompagnamento e il censimento delle strutture residenziali voluto dal Ministero. In particolare, secondo la sociologa, occorre fare chiarezza proprio sulla questione delle Rsa tenendo in conto le necessità di chi è ospitato all’interno delle residenze socio-assistenziali.

Il ruolo di tali strutture dovrebbe essere “un pezzo, ridotto ma importante, di un sistema articolato e modulare, che va dall’assistenza domiciliare leggera a quella più intensiva, ai centri diurni” sottolinea Saraceno. Questo settore è stato infatti direttamente colpito dalla pandemia, con casi di Rsa in cui il tasso di mortalità si è rivelato elevato soprattutto a causa della concentrazione di anziani molto fragili.

Chiara Saraceno: «Rsa, l’assistenza domiciliare non è un’alternativa»
Giulia Gonfiantini, Senza Età, 4 giugno 2021