Francesca Prunotto

Laureata in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Torino, è avvocato esperta di diritti umani, con particolare riguardo al diritto dell'immigrazione, d'asilo e minorile. Ha collaborato, sia a livello nazionale che europeo, con Enti locali ed organizzazioni non profit nella progettazione ed attuazione di interventi a tutela delle fasce deboli della popolazione (cittadini provenienti da Paesi terzi, rifugiati politici, donne vittime di tratta, minori stranieri non accompagnati, persone in stato di esecuzione penale). E' inoltre formatrice, anche nell’ambito dell’educazione interculturale, ed è responsabile legale di un centro di accoglienza straordinaria per richiedenti protezione internazionale.

 
Quali sono le parole dell'immigrazione?
Quanto e come i nostri media hanno parlato di migranti, richiedenti asilo e rifugiati negli ultimi anni? Come hanno contribuito a influenzare la percezione di lettori e ascoltatori? Qual è stata la reazione degli utenti dei social network a fatti di cronaca come quello di Macerata? Sono questi gli interrogativi ai quali l'Associazione "Carta di Roma", con il VI Rapporto "Notizie di Chiusura", ha tentato di dare una risposta. Ve ne parliamo in questo approfondimento.
 
Decreto sicurezza, quali conseguenze sul sistema dell'accoglienza?
Il Decreto Sicurezza, fortemente voluto dal Ministro degli Interni Matteo Salvini, nelle ultime settimane è stato oggetto di numerose polemiche. Ma quali conseguenze concrete avrà sul sistema italiano di accoglienza? Quali effetti produrrà sui processi di integrazione? In questo articolo l'avvocata Francesca Prunotto ricostruisce i principali contenuti del provvedimento e propone alcune riflessioni critiche sull'impatto che genererà nel nostro Paese.
 
L'analisi della Corte dei Conti sul sistema di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale
Nel marzo scorso la Corte dei Conti ha pubblicato sul suo sito istituzionale una relazione che ci fornisce un esauriente quadro del sistema di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale nel nostro Paese, delle loro presenze e dei costi necessari a sostenerlo. Francesca Prunotto ha analizzato il documento individuando i dati più interessanti e utili a comprendere le dinamiche in atto.
 
I minori stranieri non accompagnati in Italia nel 2017
La Direzione Generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha recentemente pubblicato il Report annuale di monitoraggio sui minori stranieri non accompagnati presenti sul territorio nazionale. Lo ha analizzato per noi Francesca Prunotto, avvocato esperta di diritti umani con particolare riguardo al diritto dell'immigrazione, d'asilo e minorile.
 
L'immigrazione come opportunità per l'Europa?
Costruire programmi che facilitino l'integrazione sociale ed economica, aumentare l'attrattiva dell'Italia per gli immigranti altamente qualificati, combattere l'emarginazione dei lavoratori immigrati e il rischio di esclusione sociale dei loro figli nati in Italia: ecco le sfide proposte per gli anni a venire dall'analisi condotta dal Migration Observatory Annual Report on Immigrant Integration del Centro Studi Luca d'Agliano.
 
I progetti di "Never Alone" per costruire una nuova e più efficace cultura dell'accoglienza dei giovani migranti
In occasione della 104esima "Giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato", celebrata domenica 14 gennaio 2018, facciamo il punto sulle iniziative promosse da alcune delle maggiori Fondazioni italiane attraverso il bando "Never Alone". Come vedremo, il progetto si propone di promuovere interventi volti a favorire l'autonomia e l'inclusione dei giovani migranti arrivati in Italia negli ultimi anni. Ce ne parla Francesca Prunotto.
 
Che cosa ci raccontano i dati sul fenomeno migratorio nel nostro Paese
Lo scorso 26 ottobre è stata presentata la 27esima edizione del Dossier Statistico Immigrazione. Il Dossier, nato nel 1991, raccoglie dati statistici relativi al fenomeno migratorio in Italia, offrendo anche un'analisi approfondita di vari suoi aspetti. Osserviamo più da vicino alcuni dei dati riportati nell'ultima edizione, che conferma come gli immigrati rappresentino per il nostro Paese una consistenza e una rilevanza sempre maggiore, da molti punti di vista.
 
Si possono gestire i flussi migratori in modo proattivo e sostenibile?
Gestire le migrazioni in modo proattivo e sostenibile e adattare i canali di migrazione legale quanto più possibile alle motivazioni autentiche dei migranti e alle capacità di assorbimento economico politico e sociale dei paesi di accoglienza. Questo è il punto focale dello studio "“Mixed migration - Challenges and options for the ongoing project of German and European asylum and migration policy” che delinea e suggerisce nuove strategie e approcci alle politiche migratorie.
 
Per essere efficace lo SPRAR deve essere maggiormente integrato col welfare
È stato recentemente presentato a Roma l’Atlante SPRAR 2016, che raccoglie i dati relativi ai progetti finanziati e ai beneficiari accolti all’interno del Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati, che garantisce interventi di “accoglienza integrata” dei richiedenti asilo e dei rifugiati attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico. Francesca Prunotto approfondisce alcune delle informazioni più interessanti contenute nel documento.
 
Rifugiati e mercato del lavoro, la situazione dell'Europa
Negli ultimi due anni l'Unione Europea ha registrato un flusso senza precedenti di richiedenti protezione internazionale. Il rapporto "Employment and Social Development in Europe 2016" della Commissione dedica un intero capitolo all’integrazione lavorativa dei rifugiati, evidenziando come questi rappresentino uno dei gruppi più vulnerabili in termini di integrazione nel mercato del lavoro e proponendo una serie di riflessioni utili a guidare le politiche e i programmi di integrazione degli Stati Membri.
 
Minori stranieri non accompagnati: che cosa cambierà grazie alla nuova legge
Nella seduta del 29 marzo 2017 la Camera ha approvato in via definitiva la proposta di legge in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati, che introduce una serie di modifiche alla normativa vigente al fine di rafforzare gli strumenti di tutela garantiti dall'ordinamento italiano. Per approfondire i passaggi fondamentali della riforma abbiamo intervistato Raffaela Milano, Direttrice dei Programmi Italia-Europa di Save the Children.