Alice Pellegatta

Laureata in Business Administration presso l’Università Bocconi, si appassiona alle tematiche di responsabilità sociale d’impresa, sostenibilità e social entrepreneurship. Di formazione diversificata, dagli studi sul settore no-profit alla valorizzazione culturale del territorio, dalla gestione di imprese creative all’incubazione di start-up, approda a KPMG per occuparsi di corporate responsibility, sia in ambito di business consulting, sia come coordinatrice del network europeo dell’azienda. Ha svolto analisi con aziende italiane in materia di diritti umani e di gestione della diversity; nel 2015 è stata tra i promotori della costituzione di Social Value Italia, con cui partecipa alla creazione di conoscenza sulla valutazione di impatto sociale.

 
B-Corp: conversazioni da Oltreoceano per capire il business che vuole un mondo migliore
Poiché il movimento B-Corp sta iniziando a contagiare anche il nostro Paese appare interessante capire quali sono le ragioni che possono spingere le aziende ad intraprendere tale scelta. A questo scopo, Alice Pellegatta ha condotto una ricerca su 11 società americane certificate B Corp (alcune delle quali sono anche Benefit Corporation) alle quali è stato sottoposto un questionario di stampo qualitativo nel tentativo di capire i driver, i benefici e le difficoltà che possono emergere lungo il percorso.