Tag: innovacare

 
Il finanziamento dell'assistenza domiciliare nel Decreto Rilancio: inizia una nuova era?
Il Decreto Rilancio ha destinato 734 milioni di euro aggiuntivi all'assistenza domiciliare integrata per l'anno 2020. Diversi elementi lasciano supporre che, nei prossimi mesi, la nuova dotazione di risorse potrebbe essere resa strutturale. Se così fosse, comincerebbe una nuova fase per il finanziamento del settore. Ce parla Cristiano Gori, docente presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento, in questo articolo uscito per la piattaforma "I Luoghi della Cura".
 
Il concetto di vulnerabilità nella popolazione anziana: prospettive (disciplinari) a confronto
Mercoledì 20 maggio si svolgerà l'evento "Il concetto di vulnerabilità nella popolazione anziana: prospettive (disciplinari) a confronto" organizzato dal CeSEP in collaborazione con il progetto di ricerca InnovaCAre.
 
Collaboratrici familiari: l'armata silenziosa di cui non possiamo fare a meno
Da quando è iniziata la pandemia le persone che ci aiutano in casa e assistono i nostri anziani - quelle che comunemente chiamiamo colf e badanti - sembrano essere state dimenticate. Senza di loro, tuttavia, il nostro sistema di welfare non reggerebbe. Per questo, secondo Maurizio Ambrosini, occorre tutelarle e trattarle con equità al pari di tanti altri lavoratori colpiti dalle conseguenze del Coronavirus.
 
Residenze per anziani, con il Covid-19 i nodi vengono al pettine
Il Coronavirus si sta rivelando particolarmente aggressivo nei confronti delle persone più anziane. L'altissima mortalità registrata in molte Residenze per anziani ha alimentato dubbi e polemiche sull'opportunità di utilizzare queste strutture per ricoverare pazienti affetti da Covid-19 e alleggerire così le strutture ospedaliere. Aiuta a fare ordine nei dati e a offrire qualche elemento di conoscenza per rispondere ai tanti interrogativi il paper "Un'emergenza nell'emergenza".
 
Caregiver ''su richiesta''. Con UGO gli anziani non restano soli.
UGO è una giovane start-up a vocazione sociale nata nel 2015 a Milano che ha dato vita ad un servizio finalizzato ad assistere gli over 65, i malati e le persone non autosufficienti negli impegni quotidiani legati alla salute, al lavoro e al tempo libero. Grazie alla piattaforma tecnologica, UGO consente di mettere in contattato queste persone o i loro familiari con operatori che si mettono a disposizione per aiutarli a compiere delle piccole commissioni.
 
Invecchiamento attivo, a Bergamo si inaugura un Senior Serviced Residence
A Bergamo è stata inaugurata una struttura che offre nuove soluzioni abitative destinate agli anziani, che integra servizi per favorire l'invecchiamento attivo e la socialità. "Domitys Quarto Verde" si compone di spazi pensati a misura di anziano, aree comuni dotate di bar, ristorante, piscina, palestra e centro benessere, e offre varie attività dedicate agli abitanti della struttura e uno staff di professionisti disponibile in caso di bisogno.
 
Come conciliare invecchiamento, autonomia e housing: se ne parla su ''Abitare e anziani''
È uscito il numero 1/2020 della rivista dell'associazione Abitare e Anziani, promossa da Auser, Cgil Nazionale, Fillea Cgil, Spi-Cgil Nazionale e Sunia. Il numero, dedicato al tema "Anziani soli: una emergenza silenziosa", contiene la presentazione di due ricerche che si muovono nella prospettiva di costruire quadri di riferimento scientificamente validati utili alla elaborazione di moderne strategie a favore della domiciliarità in un quadro di crescente longevità della popolazione.
 
In Italia 1 lavoratore dipendente su 3 è un caregiver: il welfare aziendale può essere una risorsa?
Un numero sempre maggiore di italiani si trova a dover gestire carichi di cura familiare. Secondo una recente indagine promossa dal provider di welfare aziendale Jointly e realizzata dall'Università Cattolica di Milano, oltre il 30% dei lavoratori dipendenti si prende cura di un proprio familiare non autosufficiente: spesso sono donne e con più di 50 anni. Ciò, ovviamente, impatta in maniera decisiva sulla loro carriera lavorativa. Ne parla Valentino Santoni.
 
Disabilità e servizi: cambiamento e resistenze al cambiamento
Secondo molti approcci teorici e pratici è cruciale supportare la persona con disabilità in percorsi di autonomia coerenti con desideri e aspirazioni. Proprio per questo, il sistema dei servizi rivolti alle persone non autosufficienti richiede il superamento di stereotipi e resistenze al cambiamento e la promozione di processi di inclusione e autodeterminazione. Se ne parla in questo articolo uscito all'interno del numero 4/2019 di Welfare Oggi.
 
The role of medical doctors in shaping eldercare provision. Some preliminary findings on the Italian case
Il prossimo 21 gennaio, presso il Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche dell'Università degli Studi di Milano, si terrà il seminario "The role of medical doctors in shaping eldercare provision. Some preliminary findings on the Italian case". L'evento è parte del progetto InnovaCAre.
 
Università Statale di Milano: al via il contributo per l'assistenza dei familiari non autosufficienti
Parte all'Università Statale di Milano un'azione di supporto economico a favore del personale tecnico amministrativo e bibliotecario e dei collaboratori ed esperti linguistici con familiari non autosufficienti. L'Università rimborserà infatti le spese sostenute per servizi di assistenza, residenziali e domiciliari, come RSA e badanti. Si tratta di un intervento che va ad arricchire il piano di welfare aziendale di UniMi.
 
Piano nazionale non autosufficienza: un giudizio ambivalente, in attesa della riforma
Su "I luoghi della cura" Cristiano Gori e Franco Pesaresi analizzano il Piano nazionale per la non autosufficienza 2019-2021, strumento programmatico promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per definire gli stanziamenti del Fondo Nazionale per la Non Autosufficienza. Nonostante sia ben strutturato da un punto di vista metodologico, il Piano presenta alcune criticità nella definizione dei livelli essenziali delle prestazioni.
 
Co-abitare nella terza età: nuovi investimenti nei ''Senior Serviced Residence''
Nasce in Italia il primo "Senior Serviced Residence", una struttura di co-housing pensata per rispondere alle esigenze degli anziani che vogliono godersi la terza età, in piena libertà e con la garanzia di una vita sociale attiva. Il progetto - promosso dal gruppo francese Aegide Domitys - propone un'interessante alternativa all'attuale modello delle residenze sanitarie assistenziali.
 
Arriva la norma UNI sulla qualità dell'assistenza familiare
Colf, baby sitter e badanti sono ormai fondamentali nel sistema di welfare del nostro Paese. Di fronte alle difficoltà dello Stato nel fornire servizi in ambiti legati alla cura della persona, e a causa dei concomitanti cambiamenti socio-demografici in atto, queste figure professionali sono sempre più richieste dalle famiglie che hanno necessità di assistere bambini e anziani. Per tali ragioni nasce una norma UNI ad hoc.
 
Silver Economy: non una questione di se, ma di quanto e come
I trend demografici sono inesorabili: la società italiana invecchierà sempre di più e inevitabilmente questo avrà conseguenze sul nostro sistema di welfare. Eppure quello che può sembrare solo un problema, attraverso la cosiddetta Silver Economy, può diventare una risorsa. A patto di comprendere a fondo i bisogni e ideare risposte innovative. Del tema si parla su "Il Punto - Pensioni&Lavoro", blog curato dagli amici del Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali.
 
Le politiche regionali per la Long-Term Care: come si sono mosse le Regioni?
Alla luce delle sfide demografiche e sociali che ci attendono, la questione legata alle politiche per la non autosufficienza (o Long-Term Care) diviene sempre più rilevante per il nostro Paese. Oltre a una visione organica della materia sembra divenire infatti necessario avviare un percorso di riforma. Proprio per tali ragioni questo articolo - uscito per "I luoghi della cura" - prende in esame provvedimenti e atti in materia di LTC sviluppati a livello regionale.
 
Lombardia: parte una raccolta firma per una legge regionale sui caregiver
#IoSonoCaregiver è una campagna di raccolta firme volta a promuovere una proposta di legge regionale di iniziativa popolare sull'assistenza ai familiari malati. La legge vuole introdurre norme per il riconoscimento e il sostegno dei caregivers, le persone che si prendono cura di un parente affetto da malattie gravi e spesso non autosufficiente. Ecco come sostenere e aderire alla campagna.
 
Forum della non autosufficienza e dell'autonomia possibile
Mercoledì 27 e giovedì 28 novembre, a Bologna, si terrà la XI edizione del "Forum della non autosufficienza e dell'autonomia possibile". L'evento, diventato negli anni il punto di riferimento nazionale per i professionisti e gli operatori dei servizi alla persona, offre un ricco numero di convegni e workshop.
 
Ricucire le fratture delle comunità: riparte da qui la strategia di Fondazione Cariplo
Fondazione Cariplo ha approvato il Documento Previsionale Programmatico Annuale 2020 e il Documento Previsionale Programmatico Pluriennale 2020-2023, che contengono idee, impegni, ambiti e budget per il prossimo futuro. Abbiamo individuato tanti punti interessanti legati al secondo welfare, come il tema della trasversalità degli interventi e la necessità di mettere insieme competenze diverse per affrontare al meglio i bisogni delle comunità.
 
Quale futuro per le residenze sanitarie per la lungodegenza?
Rispetto ai principali Paesi europei, l'Italia sembra essere in affanno per quanto riguarda le strutture per la lungodegenza pubbliche: nel nostro Paese sono garantiti circa 250mila posti, in Spagna sono 373mila, in Francia 720mila mentre in Germania 875mila. Crescono gli investimenti privati in questo settore. Questo articolo, uscito sulla piattaforma Senza Età della Fondazione Turati, riflette su questa questione portando come esempio il caso della Regione Toscana.
 
Long Term Care, Italia in difficoltà: lo dice il 2° Rapporto dell'Osservatorio LTC della Bocconi
L’Italia è un paese anziano che continua a investire poco nel Long Term Care: dal 2013 al 2016 gli over 65 non autosufficienti in Italia sono aumentati del 4,6%, mentre il tasso di copertura del bisogno – ovvero il numero di anziani non autosufficienti raggiunti da servizi pubblici residenziali e diurni – è rimasto pressoché stabile, passando da 10,4% a 10,2%. È uno degli elementi che emergono dal secondo Rapporto sull’innovazione e il cambiamento nel settore Long Term Care realizzato da CERGAS SDA Bocconi con il supporto di Essity.
 
Tecnologie e-health di monitoraggio per gli anziani: opportunità e sfide
L'assistenza alla persona anziana si è rapidamente evoluta adottando forme sempre meno convenzionali di cura. Tra queste ultime, un ruolo di primo piano è rappresentato dalle cosiddette tecnologie "e-health", termine che si riferisce all'interazione di un individuo con le tecnologie digitali di informazione e comunicazione per ricevere e accedere a informazioni e supporto su questioni riguardanti la salute. Virginia Sanchini e Massimo Reichlin ci aiutano ad approfondire il tema.
 
Long-Term Care e innovazione sociale: riflessioni e spunti dall'Unione europea
Il rapido invecchiamento demografico e i conseguenti bisogni di assistenza di lungo periodo della popolazione anziana sono tra le sfide più rilevanti dei nostri tempi. In questo articolo, pubblicato anche nella rivista online "I Luoghi della Cura", Franca Maino e Federico Razetti offrono una riflessione sui nessi analitico-concettuali e di policy fra innovazione sociale e misure di Long-Term Care ricostruendo il policy framework sviluppato dall'Unione Europea negli ultimi anni.
 
La prova dei mezzi nella Long-Term Care in Europa
Il diritto ad accedere alle prestazioni assistenziali per le persone non autosufficienti viene regolato in maniera diversa nei Paesi europei. Uno degli elementi frequentemente considerati è la condizione economica del richiedente. In questo articolo, pubblicato originariamente all'interno del portale I Luoghi della Cura, sono presentate quelle che sono le diverse forme di valutazione e modalità di uso dello strumento della prova dei mezzi nelle politiche di Long-Term Care (LTC).
 
Regimi migratori, di cura e di genere: attualità e tendenze del lavoro domestico straniero in Italia
Negli ultimi anni la composizione etnico-nazionale e le politiche migratorie hanno fortemente influenzato le caratteristiche dei lavoratori domestici che operano nel nostro Paese. Paola Bonizzoni ci offre alcune riflessioni su questo tema partendo da tre concetti che, nella riflessione sociologica contemporanea, hanno assunto un'importanza crescente nell'analisi del lavoro di cura: l'intreccio tra regimi di genere, regimi di cura e regimi migratori.
 
Innovazione sociale, vulnerabilità e tecnologie nel contesto dell'ageing: i materiali del workshop
Giovedì 23 maggio a Milano presso la Fondazione Giannino Bassetti si è svolto il workshop "Innovazione sociale, vulnerabilità e tecnologie nel contesto dell'Ageing" realizzato nell'ambito del progetto di ricerca InnovaCAre. In questo contributo vi proponiamo una breve sintesi della giornata di lavori e vi segnaliamo i materiali presentati nel corso dell'evento.
 
Rivista delle Politiche Sociali: un nuovo numero su innovazione sociale e attore pubblico
È dedicato all'innovazione sociale e al ruolo dell'attore pubblico il focus monografico 1/2019 della Rivista delle Politiche Sociali, i cui contributi ragionano sul confine tra integrazione e sostituzione nei rapporti con gli attori auto-organizzati e su come e quanto è possibile innalzare la qualità dell'azione pubblica. Nel volume è pubblicato anche l'articolo di Franca Maino e Federico Razetti "Long term care: riflessioni e spunti dall'Ue, fra innovazione e investimento sociale".
 
Qualità della vita degli anziani: misurarla per migliorarla
Mercoledì 21 maggio oltre 200 persone hanno partecipato al convegno "Valutare e migliorare la qualità della vita nelle residenze per anziani", organizzato a Padova dalla Fondazione Opera Immacolata Concezione Onlus (Oic) assieme a Uneba Veneto ed altri partner. Al centro dell'evento la presentazione dello strumento "Quality VIA", realizzato dall'Università di Padova.
 
Innovazione sociale, vulnerabilità e tecnologie nel contesto dell'ageing
Giovedì 23 maggio a Milano presso la Fondazione Giannino Bassetti si svolgerà il workshop "Innovazione sociale, vulnerabilità e tecnologie nel contesto dell'Ageing" realizzato nell'ambito del progetto di ricerca InnovaCAre.
 
Il quadro delle risorse per la Long-Term Care a partire dai principali rapporti di settore
A livello nazionale sono in atto profondi cambiamenti relativi all'assistenza socio-sanitaria e agli interventi a sostegno delle persone non autosufficienti. Oggi a quanto ammontano le risorse per l'assistenza continuativa nel nostro Paese? La spesa è cresciuta o diminuita negli ultimi anni? Con un articolo pubblicato sul portale "I Luoghi della Cura" Laura Pelliccia cerca di rispondere a queste e altre domande facendo riferimento ai dati istituzionali più recenti in materia.
 
WelComTech, come la tecnologia può favorire l'autonomia degli anziani
WelComTech è un progetto sviluppato nei territori del Verbano-Cusio-Ossola, della Valle d'Aosta e del Canton Ticino, nell'ambito del Programma di Cooperazione Interregionale Italia-Svizzera, che attraverso l'uso delle nuove tecnologie vuole permettere alla popolazione che invecchia di rimanere più a lungo nel proprio ambiente domestico, conservando un maggior grado di autonomia. Ecco come.
 
Caregiver Day 2019: Radici di cura e nuove traiettorie
Dall'8 al 31 maggio tra Carpi e Bologna si svolgerà il Caregiver Day, una manifestazione pensata per valorizzare l’impegno quotidiano dei caregiver familiari e creare uno spazio per far conoscere loro i servizi del territorio.
 
Nuove tecnologie: sfide e opportunità per la popolazione anziana
Lo scorso 27 e 28 Marzo si è tenuta a Praga, nelle sale del Municipio della Città Vecchia e del palazzo Ceská Sporitelna, una importante Conferenza Internazionale sulla tematica dell'invecchiamento dal titolo "New Technologies: Opportunity or Challenge for the Aging Population?". Virginia Sanchini, membro del gruppo di ricerca di InnovaCAre, ha partecipato all'evento e in questo articolo ci racconta alcuni degli spunti più interessanti che sono emersi.
 
La forza dell'esempio: il Paese Ritrovato
Il Paese ritrovato è un progetto realizzato a Monza per accogliere persone affette da varie forme di demenza o da Alzheimer, pensato e promosso dalla Cooperativa 'La Meridiana'. Come spiega Beatrice Magni, docente di filosofia presso l'Università degli Studi di Milano, si tratta di un modello esemplare che può dirci molto su come si possano affrontare problemi complessi legati all'invecchiamento.
 
The Entanglement of Care Work with Migration, Gender and Labor Market Regimes
Il 16 aprile presso la Sala Lauree della Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell'Università degli Studi di Milano si svolgerà il seminario "The Entanglement of Care Work with Migration, Gender and Labor Market Regimes". L'evento è promosso nell'ambito del progetto di ricerca InnovaCAre.
 
Le badanti rumene e la "Sindrome Italia"
In vista delle elezioni europee del prossimo 26 maggio il Corriere della Sera ha lanciato Cento Giorni in Europa, una serie di reportage sui Paesi membri della UE (e non solo) di cui vi abbiamo già raccontato segnalandovi il report sulla Svezia e il suo modello di conciliazione e quello sul sistema universitario danese. Francesco Battistini ha curato uno degli ultimi approfondimenti pubblicati, dedicato alla Romania e alla drammatica situazione delle donne che vengono nel nostro Paese per curare gli anziani. Quelle che comunemente chiamiamo badanti.
 
Invalidità, la beffa dei certificati: per legge sono gratuiti, ma quasi nessuno lo sa
Il rilascio del certificato di invalidità per legge è gratuito da due anni. Il decreto ministeriale del 12 gennaio 2017 ha infatti aggiornato l'elenco dei Livelli essenziali di assistenza (LEA), cioè prestazioni sanitarie da garantire ai pazienti in modo gratuito con il Servizio Sanitario Nazionale, prevedendo anche certificato di invalidità e accertamenti medici legali collegati. La norma tuttavia è poco nota sia tra i medici di base che tra i beneficiari potenziali, quindi molti continuano a pagare per ottenerlo. Com’è possibile? | Simona Ravizza, Corriere della Sera, 1 aprile 2019
 
Il futuro dell'assistenza agli anziani non autosufficienti in Lombardia
Il 19 marzo a Milano si svolgerà il seminario "Il futuro dell'assistenza agli anziani non autosufficienti in Lombardia" promosso da Lombardia Sociale.
 
La riforma nazionale delle politiche per i non autosufficienti. 20 anni di proposte
Nonostante la loro potenziale rilevanza per il il nostro Paese, ripensare le politiche per la non autosufficienza non sembra essere oggi oggetto di dibattito in Italia. Nel recente passato, tuttavia, sono state avanzate alcune proposte di riforma. Cristiano Gori e Franco Pesaresi, sulle pagine della Rivista online "I Luoghi della Cura", offrono una analisi delle principali proposte avanzate negli ultimi anni, mettendo in luce gli insegnamenti che da esse si possono trarre per il futuro.
 
Ci sono sempre più anziani e sono sempre più soli. Un'emergenza che accomuna diversi Paesi
La persona dominata dalla solitudine non ha nessuno a cui rivolgersi nel momento del bisogno per ottenere un aiuto nelle cose concrete della vita o per essere supportato e consolato nel momento dell’angoscia. Una situazione che si presenta soprattutto per le persone in età avanzata e i caregiver che sostengono i non autosufficienti. A dirlo sulle pagine di Avvenire è Marco Trabucchi, Presidente dell'Associazione Italiana di Psicogeriatria.
 
Conciliazione e carichi di cura: quando un'immagine vale più di mille parole
Il miliardario indiano Anand Mahindra per una settimana si è occupato del nipotino di un anno. Al termine di questo periodo ha affidato ai social le sue impressioni postando una vignetta che mostra un gruppo di donne e uomini ai blocchi di partenza di una gara di corsa di atletica. Gli uomini hanno la pista sgombra; le donne sulla loro strada si trovano invece lavatrici, panni stesi e assi da stiro. Quando un'immagine parla più di mille parole.
 
La cura degli anziani è "di casa" nella provincia del Verbano Cusio Ossola
Il progetto "La Cura è di Casa" si propone di aiutare le persone anziane ad invecchiare in autonomia all'interno del proprio domicilio, migliorando così la qualità della loro vita e offrendo una nuova possibilità alle famiglie e all'intera comunità. L'iniziativa sperimentale, finanziata da Fondazione Cariplo attraverso il bando "Welfare in azione", è stata avviata nella provincia del Verbano Cusio Ossola nel 2016 e si concluderà nel 2019. Ce lo racconta Elisabetta Cibinel.
 
L'innovazione e il cambiamento nel settore della Long Term Care
Su Welforum Giovanni Fosti e Elisabetta Notarnicola riportano un po' di dati interessanti presenti nella prima edizione del rapporto "L’innovazione e il cambiamento nel settore Long Term Care" curato dal Cergas dell'Università Bocconi | Giovanni Fosti e Elisabetta Notarnicola, Welforum, 27 novembre 2018
 
Noi domani: le sfide della longevità
Il 20 novembre presso il Politecnico di Milano si svolgerà il convegno "Noi domani: le sfide della longevità" organizzato dalla Mutua sanitaria integrativa Insieme Salute. Parteciperà anche il nostro Federico Razetti, che presenterà i contenuti del progetto di ricerca InnovaCAre.
 
Il progetto InnovaCAre è stato presentato a Bruxelles
Il 30 ottobre 2018 presso la sede del Parlamento Europeo si è svolto il convegno "Social investment in affordable and quality long-term care. Theory, challenges and applications", organizzato dal Consorzio SPRINT. In tale occasione Claudia Zilli, ricercatrice di InnovaCAre, ha presentato i principali obiettivi del progetto di ricerca promosso dall'Università degli Studi di Milano e dall'Università Vita-Salute San Raffaele grazie al sostegno di Fondazione Cariplo.
 
Long Term Care: quali stimoli dal mondo assicurativo?
Nonostante l'impatto crescente della non autosufficienza sulle famiglie, in Italia risultano ancora scarsamente diffuse misure private di Long Term Care diverse dalla spesa diretta. Quali stimoli potrebbero venire dal mondo assicurativo per favorire impieghi delle risorse private alternativi e più efficienti? In questo articolo, uscito in versione ridotta lo scorso 23 ottobre su Il Sole 24 Ore, Franca Maino e Federico Razetti hanno cercato di rispondere a questa domanda.
 
Social investment in affordable and quality long-term care. Theory, challenges and applications
Il 30 ottobre 2018, dalle 14:00 alle 17:00, a Bruxelles presso la sede del Parlamento Europeo si svolgerà il convegno "Social investment in affordable and quality long-term care. Theory, challenges and applications". Al convegno parteciperà anche Claudia Zilli, ricercatrice di InnovaCAre, che racconterà del progetto promosso dall'Università degli Studi di Milano e l'Università Vita-Salute San Raffaele - grazie al sostegno di Fondazione Cariplo - per approfondire il legame tra LTC e innovazione sociale nel contesto italiano.
 
Nuovi modi del prendersi cura andando verso le persone e la comunità
In provincia di Torino l'Associazione "La Bottega del Possibile" sta sperimentando interventi e percorsi innovativi di sostegno alla domiciliarità per la popolazione anziana attraverso l'integrazione tra Servizi Sociali e Sanitari, soggetti pubblici, privati, del Terzo Settore e professioni del territorio. Anche tramite nuove modalità di coinvolgimento della comunità locale. Se ne parla in questo articolo uscito all'interno del numero 3/2018 della rivista Welfare Oggi.
 
La solitudine del caregiver: ecco il volume curato da Fondazione Turati
Recentemente la Fondazione Filippo Turati, realtà che opera da oltre 50 anni nel campo dell'assistenza, della sanità, dell'educazione e della cultura, ha pubblicato il volume "La solitudine del caregiver", che riassume gli atti presentati all'omonimo convegno organizzato lo scorso 21 marzo 2016 a Pistoia grazie alla collaborazione con il nostro Laboratorio e l'Associazione EST. Ecco quali sono i principali contenuti dell'opera.
 
Come svecchiare le politiche di Long Term Care?
Il primo Rapporto dell'Osservatorio Cergas Bocconi sulla Long Term Care fa il punto sullo sviluppo del sistema italiano di politiche per la non autosufficienza e sulle tendenze di cambiamento in atto in un settore destinato a diventare sempre più rilevante. In questo articolo, vi raccontiamo i principali contenuti del documento che si è proposto di rilevare il grado di copertura dei bisogni dei circa 3 milioni di anziani non autosufficienti presenti nel nostro Paese.
 
Invecchiamento: per studiare e affrontare il fenomeno serve un approccio multidisciplinare e aperto agli stakeholder
Si è svolto a Milano il primo incontro pubblico di InnovaCAre, il progetto di ricerca promosso dall'Università degli Studi di Milano e dall'Università Vita-Salute San Raffaele per studiare le sfide legate all'invecchiamento della popolazione italiana con particolare riguardo al tema della Long Term Care, l'assistenza di lungo periodo per persone anziane non autosufficienti. Vi raccontiamo i passaggi più interessanti di questa giornata.
 
Long-Term Care e innovazione sociale: quali spunti dall'Europa?
Nel corso del primo convegno pubblico di InnovaCAre Federico Razetti, ricercatore presso il Dipartimento di Scienze e Sociali Politiche dell'Università degli Studi di Milano e membro dell'Unità di Ricerca 1 (che si occupa degli aspetti politologici e di policy dell’innovazione sociale nell'ambito della Long Term Care), ha presentato il suo lavoro relativo al rapporto tra innovazione sociale e LTC nel quadro europeo.
 
Donne immigrate e lavoro di cura: un welfare invisibile ma bisognoso di innovazione sociale.
Nel corso del primo convegno pubblico di InnovaCAre Claudia Zilli, ricercatrice presso Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche dell'Università degli Studi di Milano e componente dell'Unità di Ricerca 2 (che si occupa della dimensione sociologica del fenomeno migratorio) ha inquadrato il ruolo delle donne migranti nel “welfare invisibile”, approfondendo vantaggi e rischi che le figure professionali che si dedicano ai servizi domestici e di cura hanno portato nel nostro Paese.
 
Autonomia, vulnerabilità e dipendenza nell'anziano: rassegna della letteratura etico-normativa
Nel corso del primo convegno pubblico di InnovaCAre Virginia Sanchini, ricercatrice presso la Facoltà di Filosofia dell'Università Vita-Salute San Raffaele e componente dell'Unità di Ricerca 3 (che si occupa degli aspetti etico-normativi implicati dai diversi modelli di assistenza dedicati alle persone anziane), ha presentato il proprio lavoro relativo a autonomia, vulnerabilità e dipendenza degli anziani a partire da una ricognizione della letteratura etico-normativa su questi temi.
 
Non autosufficienza: analisi e proposte per un nuovo modello di tutela
Percorsi di secondo welfare e il Centro Einaudi sono lieti di pubblicare il working paper 3/2018 della collana 2WEL. Il documento, a cura di Laura Crescentini, Franca Maino e Tiziana Tafaro, si propone di definire i contorni di un nuovo modello di copertura della non autosufficienza basato su una logica di welfare life-cycle che superi la rigida struttura a silos che caratterizza il vigente sistema di welfare.
 
Primo Stakeholder Meeting del progetto di ricerca InnovaCAre
Il 26 settembre 2018, dalle 14.00 alle 18.00, presso la Sala Lauree della Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell'Università degli Studi di Milano, si svolgerà il primo Stakeholder Meeting di InnovaCAre, il progetto di ricerca che intende studiare le sfide legate all'invecchiamento della società italiana e individuare soluzioni innovative di Long Term Care, l'assistenza di lungo periodo per le persone anziane non autosufficienti, che possano permettere di affrontarle positivamente.
 
InnovaCAre: parte il confronto con gli attori pubblici, privati e non profit che si occupano di invecchiamento e Long Term Care
Per tutta la sua durata il progetto di ricerca InnovaCAre si avvarrà del confronto continuativo con gli stakeholder che a vario titolo sono impegnati nella definizione e realizzazione di misure di Long Term Care. Il 26 settembre 2018 presso la Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell'Università degli Studi di Milano si svolgerà il primo convegno del progetto di ricerca a cui sono invitati tutti i soggetti interessati al tema.
 
A Milano nasce Grace, un nuovo luogo pensato per le persone fragili. E non solo.
Il 12 settembre è stata presentata Grace, la nuova struttura di Ageing Community e habitat terapeutici per i malati di Alzheimer costituita nell'ambito del "Borgo Sostenibile" nel quartiere milanese di Figino. Lo scopo di questo progetto è rispondere positivamente alle esigenze sanitarie delle persone fragili e, contemporaneamente, creare una comunità in cui possano ritrovare la propria quotidianità e la ricchezza delle relazioni.
 
Al Convegno SISP 2018 si parlerà di invecchiamento e Long Term Care
Dal 6 all'8 settembre presso l'Università degli Studi di Torino si svolgerà il Convegno SISP 2018. Si segnala in particolare che venerdì 7 settembre, dalle 14.00 alle 15.45, in aula D4, all'interno della sessione 10 "Studi regionali e politiche locali" è previsto il panel 7 "La sfida dell'innovazione sociale nelle politiche di long term care: trasformazioni di policy e dinamiche di politics" coordinato da Ilaria Madama e Franca Maino.
 
È uscito il numero 3/2018 di Welfare Oggi
Welfare Oggi è la rivista di Maggioli Editore dedicata ai temi del welfare locale che si rivolge a chi opera in tale ambito - amministrazioni, ASL, cooperative sociali, associazioni, assistenti sociali, educatori, animatori e altri professionisti in ambito sociale - per offrire strumenti, riflessioni e analisi utili al loro lavoro quotidiano. Nel mese di luglio è stato pubblicato il numero 3/2018. In questo articolo vi raccontiamo i contenuti principali che sono affrontati.
 
Affrontare le sfide dell'invecchiamento: la facoltà di Filosofia UniSR nel progetto InnovaCAre
Sul sito dell'Università Vita-Salute San Raffaele è stato pubblicato un articolo dedicato all'avvio di InnovaCAre, progetto di ricerca che nei prossimi due anni impegnerà un team multidisciplinare del Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche dell’Università degli Studi di Milano e la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele, grazie al sostegno di Fondazione Cariplo.
 
Il welfare italiano chiede un'immigrazione normale
Nel nostro Paese interi comparti del welfare si reggono su forza lavoro immigrata: la cura a domicilio con le badanti ad esempio, ma anche l’assistenza sanitaria, dove soprattutto tra gli operatori sociosanitari e ausiliari c'è una forte presenza straniera. È urgente mettere a tema l’attivazione di nuovi flussi di ingresso, senza i quali il welfare dei servizi rischia l’implosione. Sergio Pasquinelli e Giselda Rusmini, Welforum, 9 luglio 2018
 
L'exploit delle cooperative nella sanità: in dieci anni fatturato raddoppiato
Il fatturato aggregato totale prodotto dalle cooperative attive nel settore della sanità è passato da 4,95 miliardi di euro nel 2007 a 7,49 miliardi di euro nel 2016. Si tratta del 51% in più. Un incremento trainato perlopiù dallo sviluppo delle attività di assistenza socio-sanitaria residenziale e non-residenziale. Sono i numeri elaborati da Gianluca Salvatori, segretario generale di Euricse, sulla base dei dati AIDA.
 
Comitato degli stakeholder di InnovaCAre
Accanto a forme "tradizionali” di ricerca" il team di InnovaCAre si avvale di un confronto continuativo con un gruppo selezionato di attori pubblici, privati e non profit che a vario titolo sono impegnati nella definizione e realizzazione di misure di Long Term Care. Consulta la composizione del Comitato degli Stakeholder del progetto.
 
Il team di ricerca di InnovaCAre
Le attività del progetto InnovaCAre sono condotte da tre Unità di Ricerca chiamate a lavorare in modo sinergico su diversi temi ritenuti centrali per la comprensione del fenomeno dell'invecchiamento e il ruolo della Long Term Care.