Tag: cooperative

 
Per un'impresa sociale, creativa e sostenibile: a Milano la XIII Convention di CGM
Giovedì 1 e venerdì 2 febbraio a Milano si svolgerà la XIII Convention di CGM - Consorzio Gino Mattarelli dal titolo "Tutta un'altra impresa! Sociale, creativa e sostenibile". Un'occasione di incontro, confronto e condivisione per tutti gli attori appartenenti alle imprese sociali del Gruppo Cooperativo e per la rete di partner e stakeholder con i quali Consorzio Gino Mattarelli quotidianamente collabora. Lorenzo Bandera ci racconta tema e programma della due giorni.
 
Dove finisce il welfare. Dislocazione e ricomposizione place-based
Percorsi di secondo welfare e il Centro Einaudi sono lieti di pubblicare il working paper 2/2017 della collana 2WEL, in cui Flaviano Zandonai ricostruisce i principali snodi critici del processo di trasformazione in atto nel welfare italiano. Il paper, in particolare, intende approfondire il ruolo che gli enti del terzo settore stanno svolgendo in questo momento di transizione e il loro impatto sul sistema di offerta e di matching rispetto a una domanda sempre più mutevole ed articolata.
 
Terzo Settore: c'è fiducia, soprattutto tra i giovani, ma bisogna saper spiegare la transizione
Nel corso delle Giornate di Bertinoro sull'Economia Civile 2017 è stata presentata un'interessante indagine di SWG sul sentiment degli italiani verso la riforma del Terzo settore e l’importanza del non profit nel nostro Paese. Uno degli elementi più interessanti presentati riguarda la percezione positiva che gli intervistati, in particolare i più giovani, hanno del Terzo Settore. In questo articolo Lorenzo Bandera ci presenta alcuni dei dati più significativi contenuti nella ricerca.
 
Le imprese sociali tra mercato e comunità: le cooperative sociali negli anni della crisi
In un periodo caratterizzato da crescenti disuguaglianze, dall'ampliarsi delle povertà e da una generale compressione dei diritti sociali, con il libro “Le imprese sociali tra mercato e comunità” Andrea Bernardoni e Antonio Picciotti intendono analizzare in che modo le imprese sociali e, in particolare, le cooperative sociali, possono contribuire ad innovare le politiche di welfare e di sviluppo locale con l’obiettivo di rendere l’Italia più equa e meno diseguale.
 
Welfare Aziendale: prospettive future e strumenti innovativi
Il 6 e 7 settembre 2017 a Bologna si è svolta la sesta edizione di Farete, fiera organizzata annualmente da Confindustria Emilia come occasione di networking fra imprese, aziende e privati. Nel corso della due giorni si sono svolti 88 workshop tematici tra cui, mercoledì 6 settembre, la tavola rotonda “Welfare Aziendale: prospettive future e strumenti innovativi”, organizzata da Confindustria Emilia e Legacoop Bologna. Qui trovate il video dell'evento.
 
Le nuove frontiere del welfare che vengono dal Veneto
È possibile risponde efficacemente ai bisogni sociali emergenti attraverso nuove forme di collaborazione tra impresa sociale, imprenditoria locale e istituzioni? Come dar vita a partnership virtuose capaci di equilibrare crescita economica e sviluppo umano? Si può creare valore aggiunto per i territori attraverso il secondo welfare? Sono alcune delle domande a cui proverà a rispondere “Ecosistemi di vita e lavoro. Le nuove frontiere del welfare", convegno in programma venerdì 24 marzo presso la sala convegni del Museo della Battaglia di Vittorio Veneto.
 
MEMIS: il master per innovatori sociali di professione
Negli ultimi anni si è fatta più evidente l’esigenza di figure dotate di una conoscenza e formazione idonea a gestire emergenze e nuovi fenomeni sociali. In questo senso il nuovo Master Economia, Management e Innovazione Sociale - MEMIS, promosso e organizzato dal Dipartimento di Management e Diritto dell’Università degli studi di Roma “Tor Vergata” e dalla Fondazione Human Foundation, intende divenire un centro di competenze sull’innovazione sociale, con la testa rivolta al Centro e al Sud Italia.
 
Amal: quando l’integrazione non è solo una speranza
Il progetto Amal, nato dalla collaborazione tra la cooperativa Integra e Filos, è un intervento realizzato nel novarese e rivolto a giovani migranti che intende mettere in collegamento esigenze del territorio e risorse umane formate e pronte per entrare nel mondo del lavoro, in modo da contrastare la frammentazione che troppo spesso caratterizza i percorsi di accoglienza dei migranti. Se ne è occupata per noi Elisabetta Cibinel.
 
Welfare aziendale e conciliazione: un volume sul mondo delle cooperative
Il volume “Welfare aziendale e conciliazione. Proposte e esperienze dal mondo cooperativo”, curato da Emmanuele Pavolini e pubblicato da Il Mulino, offre un'analisi del ruolo della cooperazione nel campo del welfare aziendale e della conciliazione vita-lavoro. L'opera mette in luce come, negli ultimi anni, i servizi verso i dipendenti e i soci abbiamo ricevuto una crescente attenzione all'interno del mondo della cooperazione.
 
Misurazione d’impatto: tra nuova imprenditorialità sociale e finanza
La questione della misurazione dell’impatto sociale è tanto attuale quanto complessa. I ricercatori di Tiresia, il Technology and Innovation REsearch for Social ImpAct del Politecnico di Milano, in questo contributo propongono una breve riflessione sul fatto che si stiano cercando soluzioni pratiche al problema specifico di misurare l’impatto, dimenticando però che esistono alcuni nodi strutturali di ordine superiore non risolti, rispetto ai quali l’intervento pubblico può offrire un contributo significativo.
 
Le proposte delle XVI Giornate di Bertinoro per una nuova ecologia dello sviluppo
Il 14 e 15 ottobre si è svolta la XVI edizione delle Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile, dedicate al tema "Da Spazi a Luoghi. Proposte per una nuova ecologia dello sviluppo". Lorenzo Bandera ci racconta ls sessione finale della due giorni, che si proponeva di meglio comprendere il destino delle imprese, e la loro capacità di produrre valore, in rapporto al territorio di appartenenza e alla luce delle nuove visioni di sviluppo (sostenibile).
 
Come sviluppare nuove governance dello spazio pubblico? Partite le GdB2016
Il 14 ottobre 2016 sono iniziate le XVI Giornate di Bertinoro per l'Economia Civile sul tema "Nuove governance per uno sviluppo urbano integrale". La prima sessione di lavoro, intitolata "Da Spazi a Luoghi. Nuove governance dello sviluppo sostenibile" si è concentrata sulla necessità di individuare nuovi modelli di governance, plurali ed inclusivi, che possano permettere di affrontare le grandi sfide di questo complesso passaggio storico. Vi raccontiamo cosa è emerso.
 
Da spazi a luoghi: i risultati dell'indagine conoscitiva di AICCON per le GdB2016
Quest'anno le Giornate di Bertinoro intendono raccogliere proposte per la costruzione di una nuova "ecologia dello sviluppo" attraverso l'analisi e l’interpretazione delle interazioni tra i diversi soggetti che concorrono alla realizzazione di questo nuovo genere di ecosistemi. Attraverso la consueta indagine conoscitiva, AICCON ha voluto rilevare la percezione relativa alla capacità delle organizzazioni dell’Economia Civile di affrontare le sfide legate alla trasformazione "da spazi a luoghi". Sara Rago e Paolo Venturi ci presentano in anteprima i risultati della ricerca.
 
Welfare Index PMI: aperta la raccolta dati per la seconda edizione del Rapporto
Dopo il Primo Rapporto presentato a Roma l’8 marzo 2016, il progetto Welfare Index Pmi si sta preparando a raccogliere le sottoscrizioni di imprese e cooperative sociali per redigere il Secondo Rapporto Welfare Index. Tra le novità della nuova edizione l’allargamento dell’indagine al Terzo Settore, nella duplice veste di erogatore di servizi di welfare aziendale per i propri dipendenti o collaboratori e di erogatori di servizi verso l’esterno.
 
Confagricoltura lancia il concorso "Coltiviamo Agricoltura Sociale"
Incentivare i progetti di agricoltura sociale sviluppando un nuovo modo di fare imprese. È l’obiettivo del concorso “Coltiviamo Agricoltura Sociale”, istituito da Confagricoltura e la onlus Senior - L’Età della Saggezza, in collaborazione con Rete delle Fattorie Sociali e Intesa Sanpaolo, presentato ufficialmente la scorsa settimana nel corso del Meeting di Rimini. Il concorso prevede l’assegnazione di un premio di 50.000 euro al miglior progetto di agricoltura sociale.
 
Invecchiamento attivo e solidarietà fra le generazioni: l'esperienza di AbilMENTE Insieme
L'invecchiamento attivo può essere un'occasione per favorire scambi tra generazioni che, anche se spesso percepite fra loro molto distanti, hanno molto da dare l'una all'altra. Può essere infatti una dinamica che diminuisce la solitudine, permette alle persone di sentirisi utili e migliorare il benessere della persona. Lina Bonomo ne parla partendo dall'esperienza di AbilMENTE Insieme, progetto realizzato a Potenza grazie alla collaborazione tra numerosi attori pubblici e privati.
 
Oltre le etichette: For.B presenta il proprio Social Impact Report
La Cooperativa sociale For.B, con il supporto scientifico di Aiccon, nel corso del 2015 ha intrapreso un lungo percorso di valutazione del proprio operato per capire quale sia il reale impatto sociale ed economico generato sul territorio e sulla comunità. Il risultato di questo lavoro è il primo ‘Social Impact Report’ di un’impresa sociale italiana, che sarà presentato il prossimo 20 aprile a Forlì nel corso dell'evento "Dalla rendicontazione all’impatto. Il Social Impact Report di For.B".
 
Rapporto tra imprese sociali e mondo bancario: la fotografia dell'Osservatorio UBI Banca
È stato pubblicato il V Rapporto dell'Osservatorio UBI Banca su Finanza e Terzo Settore, che di anno in anno cerca di monitorare in maniera continuativa lo stato e l’evoluzione del fabbisogno finanziario del Terzo Settore italiano. L’indagine, realizzata con il supporto scientifico di AICCON, anche quest'anno presenta uno spaccato sui fabbisogni finanziari e le prospettive evolutive delle principali tipologie giuridiche delle organizzazioni non profit, offrendo anche un nuovo focus dedicato agli "ibridi organizzativi".
 
Coop4job, un altro tassello nel mosaico di Garanzia giovani
Coop4job è il portale di Confcooperative attraverso cui l'associazione intende favorire l’incontro tra le cooperative che offrono lavoro e i giovani che cercano impiego. In poco tempo, sono stati circa 10.000 le persone entrate in contatto con il sito e con i servizi per l’impiego a esso collegati. Il portale si propone come la prima agenzia di lavoro non profit nata dal terzo settore, e può contare su una rete di oltre 60 sedi sul territorio nazionale accreditate a erogare servizi per l’occupazione.
 
Generare e misurare l’impatto sociale: la seconda giornata di Bertinoro 2015
Vi raccontiamo la sessione conclusiva delle Giornate di Bertinoro dell’Economia Civile 2015, dedicata al tema “Generare e misurare l’impatto sociale”. Nel corso della mattinata è stata presentata la pubblicazione “Valutare l’impatto sociale. La questione della misurazione nelle imprese sociali” curata da Paolo Venturi e Sara Rago di AICCON. Poi un bel dibattito a partire dagli spunti della ricerca, cui hanno partecipato Luigino Bruni, Mario Calderini, Elena Casolari, Maurizio Gardini, e Tiziano Vecchiato, coordinati dall'inossidabile Stefano Zamagni.
 
Lavoro e perdono dietro le sbarre. La cooperativa Giotto nel carcere di Padova
Percorsi di secondo welfare e Centro Einaudi, in collaborazione con il CESEN dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, e grazie al sostegno della fondazione statunitense Fetzer Institute, presenta il working paper 3 / 2015 della collana 2WEL: "Lavoro e perdono dietro le sbarre. La cooperativa Giotto nel carcere Due Palazzi di Padova", a cura di Andrea Perrone, Tommaso Bardelli, Pauline Bernard e Rachele Greco. Il paper, disponibile sia in italiano che in inglese, approfondisce l'esperienza della Cooperativa Giotto di Padova, che dal 1991 sviluppa percorsi lavorativi per i detenuti con positive ricadute sul fronte sociale ed economico.
 
Carceri: perché negli Stati Uniti vogliono conoscere le cooperative italiane?
Negli Stati Uniti, in pochi ci crederanno, sono interessati al piccolo e problematico sistema carcerario italiano. In particolare al modello cooperativo che da diversi anni favorisce l'attività lavorativa dei detenuti. La fondazione filantropica americana Fetzer Institute, in collaborazione con il CESEN dell’Università Cattolica e Percorsi di secondo welfare, ha così avviato un lavoro di ricerca dedicato alla Cooperativa Giotto di Padova, da cui è nato il nuovo working paper della collana 2WEL “Lavoro e perdono dietro le sbarre. La cooperativa Giotto nel carcere due palazzi di Padova”.
 
Senior cohousing in Trentino: l'esperienza di Casa alla Vela
In Trentino è nata recentemente "Casa alla Vela": una soluzione abitativa ai molteplici bisogni di anziani e studenti che sono qui ospitati - in un edificio di tre piani - gestito in una nuova forma di "abitare collaborativo" che coniuga insieme il modello del senior cohousing con una modalità legata alla soddisfazione di alcune esigenze delle giovani generazioni. Un esperimento di secondo welfare che, investendo sulla longevità attiva e nella solidarietà intergenerazionale, potrebbe aprire nuovi spazi di innovazione sociale e opportunità di mercato nel territorio.
 
Coop Adriatica: la cooperazione di consumo alle prese con il welfare aziendale
Con più di 9000 dipendenti, Coop Adriatica gestisce una rete di supermercati e ipermercati diffusi in numerose province dell’Emilia Romagna, Marche, Veneto e Abruzzo. A partire dal 2013, Coop Adriatica ha varato il nuovo sistema di Welfare Aziendale a sostegno dei dipendenti. Abbiamo chiesto a Benedetto Vanes, Responsabile del Servizio Welfare, Progetti e Contenzioso e a Nicoletta Bencivenni, Direttrice Risorse Umane di Coop Adriatica, di raccontarcelo.
 
Le cooperative che lavorano in carcere possono essere un caso studio per la finanza sociale?
Nei giorni scorsi è stata confermata la riduzione delle risorse pubbliche destinate al sostegno delle cooperative che lavorano all'interno delle carceri. Ora si dovrà quindi valutare quali iniziative o quali sistemi siano in grado di rendere sostenibili, in particolare da un punto di vista economico, le attività svolte da questi soggetti evitando, da un lato, di scaricare integralmente la questione sulle loro spalle e, dall'altro, escludendo la possibilità di un nuovo finanziamento "puro" da parte del pubblico. In questo senso la situazione contingente può rappresentare un'interessante caso di studio sul fronte della finanza sociale.
 
FabriQ: dal Comune di Milano un aiuto alle giovani imprese
Si è aperta lo scorso dicembre la seconda edizione del bando FabriQ per il sostegno allo sviluppo di progetti imprenditoriali nel campo dell’innovazione sociale. L’incubatore di innovazione sociale del Comune di Milano finanzierà infatti sette progetti imprenditoriali selezionati nell’ambito di tre tematiche: Smart city, Servizi per una città accessibile e Sharing economy. E’ possibile presentare domanda fino al 16 marzo 2015.
 
The Social Way: l’impresa sociale come momento di sviluppo per tutti
Il Gruppo Cooperativo CGM organizza una Convention per gli attori appartenenti alle imprese sociali del Gruppo e per la rete di partner e stakeholder con i quali collabora e condivide le diverse attività, al fine di individuare strumenti e definire strategie per trovare risposte alle nuove sfide sociali del presente. Il tema scelto per questo momento di incontro e confronto è “The Social Way: l’impresa sociale come momento di sviluppo per tutti”, che si svolgerà il 27 e 28 novembre a Roma presso l’Auditorium Conciliazione.
 
L'impatto dell’impresa sociale in Italia e in Europa
Solo otto dei ventotto Paesi UE – tra cui l’Italia – hanno introdotto politiche per sostenere lo sviluppo dell’impresa sociale. La Commissione europea ha pubblicato per la prima volta un rapporto che “mappa”, misura e compara gli “eco-sistemi” delle imprese sociali nei diversi paesi, individuando i punti di forza e di debolezza di queste realtà e il loro ruolo all'interno del contesto europeo.
 
Come cambiano i fabbisogni finanziari di cooperative e fondazioni
UBI Banca, con il supporto scientifico del Centro Studi AICCON, ha pubblicato la terza edizione dell' “Osservatorio UBI Banca sulla Finanza ed il Terzo Settore”, indagine volta ad approfondire diversi aspetti legati al fabbisogno finanziario del Terzo Settore. La ricerca si è concentrata in particolare sul ruolo della cooperazione sociale, alla quale erano già state dedicate parte delle due precedenti edizioni dell’indagine, e su quello delle fondazioni. Nonostante il terzo settore riveli ancora una certa diffidenza nei confronti del sistema bancario, emerge una relazione sempre più solida tra questi due segmenti della nostra economia.
 
Il nuovo Ministro di Welfare, Lavoro e… Terzo Settore
Imolese, 63 anni, sposato e padre di due figli, grande appassionato di pallamano, alle spalle diverse esperienze di politica locale tra le fila del PCI prima e dei PDS poi. Dal 2002 Presidente di Legacoop e dal 2013 alla guida dell’Alleanza delle Cooperative, realtà che raccoglie le anime più importanti della cooperazione italiana. E’ questo il profilo di Giuliano Poletti, nuovo responsabile del Ministero del Welfare e del Lavoro del Governo Renzi.
 
Se la conciliazione è cooperativa
Il mondo cooperativo guarda alla conciliazione, e lo fa con occhi nuovi. Se l’offerta di servizi alle persone fa tradizionalmente parte dell’attività delle cooperative italiane, lo sforzo progettuale di creare una “rete” per supportare cittadini, lavoratori e intere famiglie denota la volontà di fornire un contributo importante al nuovo disegno del welfare. Parliamo di Fil - Famiglia Impresa Lavoro, progetto per la conciliazione famiglia-lavoro promosso Commissione Dirigenti Cooperatrici di Confcooperative, e della neonata Bottega dei Servizi.
 
Il motech per prendersi cura delle persone
Si parla di Motech. L’offerta di servizi che, come spiega Maurizio Ferrera, sfruttano la tecnologia più avanzata per “prendersi cura” delle persone. “Motherly technology”, insomma. Lo spirito imprenditoriale femminile al servizio della società, per fornire quei “servizi dolci” che le donne tradizionalmente svolgono in famiglia.
 
A Mortara una RSD per la disabilità
La Regione Lombardia ha istituito le RSD, Residenze Socio-Sanitarie per Disabili, “per accogliere le persone con grave disabilità non più assistibili a domicilio”. L'unità d’offerta svolge la sua attività all’interno di scenari territoriali caratterizzati da livelli di variabilità elevatissimi rispetto a molti dei fattori socio-ambientali e produttivi che entrano in gioco nel processo di costruzione ed erogazione del servizio. Abbiamo posto alcune domande a Marco Bollani, direttore della Cooperativa sociale COME NOI, che si occupa da oltre vent’anni di servizi sociali e socio-sanitari per persone con disabilità e che ha contribuito alla gestione della RSD di Mortara.
 
La mutua della Coop: "la nostra sanità a buon mercato"
Sulle pagine del Corriere della Sera Dario Di Vico racconta i progetti che Lega Coop Emilia Romagna, in un'ottica si secondo welfare, sta mettendo in cantiere per rispondere ai problemi che lo Stato sta affrontando nel gestire e fornire diversi servizi pubblici. Dario Di Vico, Corriere della Sera, 7 agosto 2012
 
Quale ruolo per il credito cooperativo?
L’iniziativa ha chiamato a raccolta studiosi ed economisti da tutto il mondo, per discutere sulla natura, sull’impatto e sulle potenzialità delle imprese cooperative. Da questo punto di vista il 2012 è un anno importante, perché è stato proclamato dall’ONU Anno Internazionale delle Cooperative. La conferenza è stata organizzata da Euricse e Alleanza Cooperativa Internazionale (ICA).
 
Il progetto FA.MI.LIN.G
Il Comune di Perugia, in collaborazione con le cooperative sociali Borgorete, Nuova Dimensione e Polis, sta realizzando il progetto “Famiglie Migranti e Linguaggi dei Giovani” (FA.MI.LIN.G). Si tratta di una iniziativa finanziata dal Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi 2007-2013, che propone laboratori espressivi e incontri di approfondimento per giovani italiani e stranieri dai 12 ai 30 anni, presso le strutture comunali.
 
Fondazione con il Sud annuncia un Fondo di Garanzia per i crediti delle cooperative
Durante l'intervento a Villaggio Solidale, il presidente della Fondazione con il Sud Carlo Borgomeo ha annunciato la costituzione, insieme con Fondosviluppo - Confcooperative, Coopfond – Legacoop, e General Fond – AGCI, di un Fondo di Garanzia per i crediti delle cooperative sociali del Sud nei confronti della Pubblica Amministrazione. Uno strumento importante per la cooperazione sociale al Sud che potrebbe essere esteso in futuro, ha dichiarato Borgomeo, anche al volontariato e alla promozione sociale.
 
Itaca sottoscrive un Fondo integrativo sanitario con la Società di mutuo soccorso “Cesare Pozzo”
La tutela della salute, l’effettuazione di visite mediche e di accertamenti diagnostici sono sempre più a carico delle famiglie. In Italia esse sostengono direttamente il 23% della spesa sanitaria (25 miliardi di euro su 107 miliardi complessivi) per visite mediche specialistiche, acquisto medicinali, cure odontoiatriche, accertamenti diagnostici e analisi cliniche. A dicembre 2011 Itaca di Pordenone ha firmato la convenzione con la Società di mutuo soccorso “Cesare Pozzo”: è nato così il Fondo integrativo sanitario Coop Itaca. La Cooperativa partecipa per il 50% al pagamento del contributo associativo.