Rassegna Stampa

 
Guzzetti e gli investimenti di Fondazione Cariplo a sostegno del welfare
Giuseppe Guzzetti è presidente di Fondazione Cariplo dal 1997. Entro il 2019, però, la Fondazione dovrà eleggere un suo successore in modo da completare il rinnovo degli organi della Commissione Centrale di Beneficenza | Nicola Saldutti, Corriere della Sera, 25 dicembre 2018
 
L'Italia che invecchia senza cure
Troppi anziani lasciati soli e senza assistenza. Troppi over 65 dimenticati. Impossibile per migliaia di loro accedere alle cure o essere seguiti in modo adeguato da medici e infermieri. Colpa del sovraffollamento e della carenza strutturale di posti letto negli ospedali. È una fotografia preoccupante quella scattata dal Rapporto Oasi 2018, l’ultimo studio presentato dal Centro di ricerche sulla gestione dell’assistenza sanitaria e sociale dell’Università Bocconi di Milano (Cergas) | Corriere della Sera, 27 dicembre 2018
 
Manovra, per il governo il non profit è un bene di lusso
«Erano 65 anni che nessuno osava metter sullo stesso piano un’oreficeria di lusso, una multinazionale con 119 stabilimenti e il servizio ambulanze d’una valle alpina. La «finanziaria del popolo» l’ha fatto. Raddoppiando l’Ires al «non profit» per portarla al livello delle società che dal lucro sono mosse. Una scelta accolta dal mondo del volontariato come un pugno nell’occhio». E' questo il pensiero espresso da Gian Antonio Stella all'interno delle pagine del Corriere della Sera | Gian Antonio Stella, Corriere della Sera, 23 dicembre 2018
 
Manovra, Guzzetti (Fondazione Cariplo): ''Negano il futuro ai bambini''
''Negano il futuro ai bambini e applaudono. E' una misura assurda, si va a tassare chi, come le fondazioni che erogano oltre un miliardo all'anno, cerca di fare del bene". E' netto Giuseppe Guzzetti, presidente dell'Acri e di Fondazione Cariplo, nel bollare negativamente la decisione di raddoppiare le tasse a chi opera nel no profit | Adnkronos, 23 dicembre 2018
 
Il lavoro ideale per i Millennials, tra posto fisso, piani di welfare e meritocrazia
Un lavoro intellettuale, magari in una startup più che in una multinazionale, con ottime prospettive di carriera e buone misure di welfare aziendali. Ecco cosa sognano i Millennials nel mondo del lavoro. A fotografare le loro ambizioni è stata l’indagine 2018 dell’Osservatorio Generazione Z, Millennials, lavoro e welfare aziendale promossa da Edenred e Orienta su un campione di oltre 5.000 ragazzi | Silvia Pagliuca, Corriere della Sera, 22 dicembre 2018
 
Welfare, proposte ad hoc: perché all'azienda conviene di più
WRB-Lab - laboratorio nato dalla collaborazione tra Giovanni Scansani, amministratore unico e co fondatore di Valore Welfare, e Dario Cavenago, ordinario di economia aziendale all’università degli studi Milano Bicocca - ha sviluppato una metodologia allo scopo di misurare la “creazione di valore” economico che deriva all’azienda dall’adozione di programmi di welfare aziendale | Luisa Adani, Corriere della Sera, 18 dicembre 2018
 
Se il calo dei giovani rafforza la politica miope
Francesco Seghezzi, direttore di Fondazione ADAPT ed esperto del mondo del lavoro, dedica il suo primo articolo su Open alla condizione di minoranza dei giovani, in Italia e non solo. Prendendo in considerazione diversi dati, Seghezzi sottolinea come negli ultimi anni il peso delle giovani generazioni sia diminuito sotto il profilo demografico, sociale e politico, e come gli attuali dati sulla povertà dimostrino
 
Istat. Quasi tre italiani su dieci a rischio povertà
Secondo l'Istat, nel 2017 si stima che il 28,9% delle persone residenti in Italia sia a rischio di povertà o di esclusione sociale secondo la definizione europea, in miglioramento rispetto al 2016 (30,0%). Il Sud è l'area territoriale più esposta a questo rischio: la percentuale sale infatti fino al 44,4% | Avvenire, 6 dicembre 2018
 
Disabilità, le famiglie italiane spendono 7 miliardi
Ogni anno le famiglie italiane spendono 7 miliardi di euro in personale domestico che accudisca persone disabili. A sostenerlo è una recente ricerca di Domina, Associazione nazionale famiglie datori di lavoro domestico | Caterina Maconi, La Repubblica, 12 dicembre 2018
 
Sorpresa, l'alternanza scuola-lavoro (spesso) funziona e cresce
Come creare nuove prospettive? Un gruppo di grandi aziende ha fatto il punto a Milano sulla rispettiva esperienza portata avanti in questo campo, presentando in conclusione una ricerca sull’alternanza scuola-lavoro e sull’apprendistato. | Giovanna Maria Fagnani, Corriere Buone Notizie, 11 dicembre 2018
 
Ecco come può cambiare il welfare aziendale italiano
L'11 dicembre al Centro Studi Americani si è svolto il Welfare Forum 2018 promosso da Unipol. Qui Giulia Bongiorno, Ministro della Funzione Pubblica, Pierluigi Stefanini, Presidente Unipol, Carlo Cimbri, CEO Unipol, e Alberto Brambilla, Presidente del Centro Studi Itinerari previdenziali, si sono confrontati sul futuro del welfare aziendale nel nostro Paese. | Gianluca Zapponini, Formiche, 11 dicembre 2018
 
Maternità e lavoro, incentiviamo il congedo dei papà
L'emendamento promosso dalla leghista Silvana Comaroli nella legge di Bilancio per il 2019 darà la possibilità alle lavoratrici di scegliere come articolare i cinque mesi di congedo obbligatorio di maternità. Ma, se l'obiettivo è quello di agevolare la conciliazione tra famiglia e lavoro, altre misure a costo zero come questa potrebbero essere prese in considerazione. Per esempio incentivare i papà a sfruttare il loro congedo, che oggi troppo spesso non viene utilizzato | Rita Querzè, Corriere della Sera, 5 dicembre 2018
 
L'innovazione e il cambiamento nel settore della Long Term Care
Su Welforum Giovanni Fosti e Elisabetta Notarnicola riportano un po' di dati interessanti presenti nella prima edizione del rapporto "L’innovazione e il cambiamento nel settore Long Term Care" curato dal Cergas dell'Università Bocconi | Giovanni Fosti e Elisabetta Notarnicola, Welforum, 27 novembre 2018
 
Manovra, cambia il congedo di maternità. Il bonus diciottenni sarà legato all'Isee
Cambiano forma il congedo di maternità, il cosiddetto "Bonus Bebè" e quello per i diciottenni. Secondo quanto stabilito da un emendamento approvato alla Manovra per le future mamme sarà possibile restare al lavoro fino nono mese prima del parto, utilizzando per intero i cinque mesi del congedo per il periodo successivo. Inoltre, viene aumentato da 1000 a 1500 euro l'importo annuo del bonus destinato all'iscrizione ai figli agli asili nido. La misura viene estesa anche al 2021. | La Repubblica, 5 dicembre 2018
 
Al Paese e agli elettori serve lavoro, non assistenza
Secondo Alberto Brambilla, presidente del Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali, per il nostro Paese è essenziale dotarsi di un'anagrafe dell'assistenza in grado di tener traccia delle prestazioni sociali a cui ogni cittadino ha diritto. In questo modo vi sarà maggiore certezza e chiarezza in merito alla spesa pubblica destinata all'assistenza | Alberto Brambilla, Il Punto - Pensioni&Lavor
 
La misurazione dell'impatto sociale? Ha senso solo se profit, pubblico e privato sociale fanno sistema
Secondo Raffaella Pannuti, presidente di Fondazione Ant, "gli Enti del Terzo Settore hanno dimostrato nel tempo di voler maturare, sviluppando sistemi di controllo e di crescita per riuscire ad avere un maggior peso nella società. Per questo, "non possono limitarsi ad aspettare finanziamenti a fondo perduto, ma piuttosto devono creare anche progettualità virtuose e generative di risorse, e, dico anche, di opportunità" | Raffaella Pannuti, Vita, 27 novembre 2018
 
Volete un'emergenza vera? È il crollo delle nascite peggiore di sempre (che non interessa a nessuno)
Secondo l'Istat, nel 2017 sono stati iscritti in anagrafe per nascita 458.151 bambini, oltre 15 mila in meno rispetto al 2016. Nell’arco di 3 anni (dal 2014 al 2017) le nascite sono diminuite di circa 45 mila unità mentre sono quasi 120 mila in meno rispetto al 2008 | Linkiesta, 29 novembre 2018
 
Openpolis ha pubblicato una bella newsletter sulla povertà educativa
Fondazione openpolis si propone raccogliere, analizzare e offrire dati, pubblici e aperti, per aiutare persone, istituzioni e organizzazioni a giudicare la realtà in cui viviamo. Nei giorni scorsi openpolis ha curato, insieme all'impresa sociale Con i Bambini una bella newsletter sulla povertà educativa, ricca di dati e informazioni su dimensioni poco note di questo fenomeno - come i servizi per i minori nelle aree montane, la diffusione delle biblioteche, il rischio di disagio per i minori stranieri e il maggiore rischio di esclusione a cui sono soggette le famiglie con figli - e aggiornando dati su cui è importante rimanere aggiornati - come il livello di povertà tra i minori e la dispersione scolastica.
 
Welfare aziendale in due imprese lombarde su tre
In Lombardia, il welfare aziendale è presente in due aziende su tre. Sono questi i risultati del rapporto 2018 "Il mercato del Lavoro in Lombardia", realizzato da Confindustria Lombardia attraverso un campione di oltre mille imprese associate | Luca Orlando, Il Sole 24 Ore, 22 novembre 2018
 
A Teramo il primo "Housing care": edilizia sociale e per la salute
A Teramo sta nascendo un progetto edilizio, realizzato tramite un'articolata partnership tra pubblico e privato, dal nome "La Fabbrica del Benessere". Si tratta di una struttura che ospiterà circa 400 persone tra anziani fragili (soli o in famiglia), disabili, famiglie con un disabile, studenti, giovani coppie, donne o uomini separati, ma anche famiglie che hanno la casa inagibile a causa del sisma. L'obiettivo? Creare il primo esempio in Italia capace di unire l’attenzione al bisogno abitativo alla cura delle persone come anziani e non autosufficienti | Vita, 19 novembre 2018
 
L'Italia del Rei. Il rischio di un nuovo anno zero per la lotta alla povertà
Reddito di Inclusione (REI) e Reddito di Cittadinanza. Cosa pensano le Amministrazioni delle più importanti città del nostro Paese di questo importante cambiamento? Quali potranno essere le conseguenze di questa nuova politica di contrasto alla povertà/disoccupazione? Il portale Redattore Sociale ha cercato di approfondire questo tema osservando da vicino qual è la situazione di alcuni grandi Comuni italiani | Giovanni Augello, Redattore Sociale, 16 novembre 2018
 
Sud: le cooperative sono l'argine alla disoccupazione
Lavoro Sud: le cooperative sono l’argine alla disoccupazione di Redazione 14 novembre 2018 Tra il 2012 e il 2016 sono stati creati oltre 20mila posti di lavoro a fronte degli oltre 25mila persi nelle altre imprese. Sono questi i dati presentati alla prima Biennale della Cooperazione dal Centro Studi Alleanza Cooperative Italiane | Vita, 14 novembre 2018
 
La povertà dilaga in tv ma davanti ai poveri veri i politici si dileguano
Nei talk show più rissosi l’argomento «povertà» è una delle clave preferite. A colpi di citazione dell’Istat e dei-cinque-milioni-di-poveri-assoluti (e di un numero iperbolico di «relativi») i contendenti usano quest’argomento per bastonare l’avversario e metterlo in fuga. Se però dalla passerella del grande schermo passiamo alla cruda realtà quotidiana l’interesse per i temi dell’indigenza cala paurosamente | Dario Di Vico, Corriere della Sera, 19 novembre 2018
 
Manovra, non solo bonus bebè: ecco le misure dimenticate per le famiglie
Chi mette al mondo il terzo figlio nel 2019 potrà ricevere un terreno in concessione e una serie di agevolazioni per avviare un’attività agricola. Nel frattempo, però, rischia di non beneficiare più di tutta una serie di incentivi, bonus e voucher pensati per le famiglie, il cui futuro ora diventa incerto. Già annunciati due emendamenti per “tenere in vita” il il bonus bebè, il congedo di quattro giorni per i neo-papà, altrimenti non rinnovati per l’anno prossimo. Ma se il disegno di legge di Bilancio all’esame del Parlamento non dovesse subire ulteriori modifiche, sono destinati a “scadere” anche gli sgravi contributivi per le politiche di conciliazione lavoro/famiglia e il voucher baby-sitter | Michela Finizio, Il Sole 24 Ore, 12 novembre 2018
 
Guzzetti: "Fondazioni bancarie contro crisi welfare"
Le fondazioni bancarie come antidoto alla crisi del welfare. Istituti "strettamente legati al territorio" che rispettano "rigorosamente l'autonomia del management e danno stabilità alle banche senza interferire" e che insieme a Terzo settore e volontariato "cercano di attutire il disagio sociale che altrimenti sarebbe ancora più forte". Questo il pensiero di Giuseppe Guzzetti, presidente Fondazione Cariplo e presidente Acri, espresso nel corso del convegno che si è tenuto a Milano sul tema "La fondazione bancaria tra finanza e impegno sociale". | Adnkronos, 11 novembre 2018
 
Aumenta il gap fra le generazioni: i più poveri sono i bambini
Prima della crisi i più colpiti dalla povertà erano gli over65: erano poveri assoluti il 4,5% di essi e la percentuale è rimasta più o meno tale. Oggi invece la situazione è ribaltata: gli over65 sono la fascia meno colpita dalla povertà. A guidare la classifica ci sono i minorenni, balzati al 12%. Inoltre nel 2005 la forbice tra la fascia d'età più povera e quella meno povera (quella tra 35 e 64 anni) era inferiore ai 2 punti percentuali, come dire che la povertà era qualcosa che riguardava trasversalmente e in maniera omogenea un po' tutte le età mentre oggi l’incidenza della povertà sulle diverse fasce d’età ha valori radicalmente diversi | Vita, 13 novembre 2018
 
Il Terzo settore al governo: "Il nuovo Fisco minaccia 340mila enti"
«Siamo molto preoccupati perché nel testo della Legge di Bilancio in discussione in Parlamento non troviamo le nostre richieste sugli adeguamenti della normativa fiscale del Terzo settore. Si tratta di questioni di grandissima importanza per l’operatività di oltre 340mila organizzazioni. E' questo il messaggio che Claudia Fiaschi, portavoce del Forum del Terzo settore, rivolge a nome delle tante associazioni e cooperative che operano nel mondo del Terzo settore al Governo». | Fausta Chiesa, Corriere della Sera, 13 novembre 2018
 
L'ascesa della co-economy
"Nell’intersezione tra economia e società possiamo osservare due fenomeni", spiega Paolo Venturi, direttore di Aiccon, in un articolo de Il Sole 24 Ore. "Il primo: l’impresa sociale classica, che il recente processo di riforma colloca nel terzo settore; mentre il secondo riguarda la forte presenza di una generazione di imprenditori sociali che, sotto la spinta della sostenibilità e della condivisione, è protagonista di nuove forme di economia sociale" | Alessia Maccaferri, Il Sole 24 Ore, 13 novembre 2018
 
Faac: il "capitalismo nel nome di Dio" funziona
La storia di Faac cambia radicalmente nel 2012, quando Michelangelo Manini, figlio unico del fondatore della Faac, Giuseppe, muore ad appena 50 anni. Single e senza eredi, regala il 66% dell’azienda di famiglia all’Arcidiocesi, insieme alle proprietà immobiliari e 140 milioni di liquidità in banca. Le linee guida indicate negli anni successivi dall'Arcidiocesi sono chiare: prima di tutto attenzione al welfare dei dipendenti | Domenico Affinito e Milena Gabanelli, Corriere della Sera, 8 novembre 2018
 
La startup senza una sede: tutti i 700 dipendenti lavorano da casa (o da dove vogliono)
InVision è una start up di software fondata nel 2011 dall'americano Clark Valberg. La particolarità di questa realtà sta nel fatto che, sin dalla sua nascita, tutto il lavoro è svolto da dipendenti che lavorano da remoto. Gli oltre 700 impiegati infatti svolgono il loro lavoro da ogni angolo del mondo, tra cui Inghilterra, Israele, Australia, Argentina e Nigeria, ma senza mai recarsi in una sede ufficiale o in un ufficio della società. | Business Insider Italia, 3 novembre 2018
 
Il miraggio del cibo sano e la povertà alimentare
Quando si pensa alla lotta alla fame nel mondo la mente corre ai Paesi africani. Alle famiglie che non hanno riso, acqua, patate. Ai pacchi di pasta lanciati dal cielo dalle Ong, alle raccolte fondi e ai progetti per la coltivazione nelle zone rurali più povere. In Italia la fame, quella che scava il viso e impedisce di camminare, è stata sconfitta da tempo ma sulla questione cibo, nutrizione e agricoltura sostenibile il Paese che ha inventato la tanto decantata «Dieta mediterranea» potrebbe fare di più | Diana Cavalconi, Corriere della Sera, 7 novembre 2018
 
Il welfare familiare e lo spread con i Paesi nordici
In Danimarca ogni famiglia con un neonato riceve dallo Stato per tre anni 2.415 euro ogni dodici mesi, se il reddito è inferiore a 102.000 euro. Questi interventi non si fermano all’infanzia, ma proseguono fino alla maggiore età. Dai 3 ai 6 anni l'incentivo è pari 1.912 euro l’anno, mentre dai 7 ai 18 anni scende a 1.505 euro. L’unica condizione, posta dal governo, è che dopo i 14 anni i ragazzi frequentino almeno l’85 per cento delle lezioni a scuola | Francesco Profumo, Corriere della Sera, 7 novembre 2018
 
A rischio l'assistenza per gli anziani di domani
Cresce il numero di anziani bisognosi di cure, ma diminuisce il numero dei caregiver famigliari, soprattutto le donne. Gli anziani del futuro avranno pensioni più basse e questo inciderà sul mercato privato di cura. Una situazione che potrà compromettere seriamente il futuro dell’assistenza domiciliare degli anziani non autosufficienti nel nostro Paese. Con conseguenze gravissime per milioni di famiglie | Vita, 5 novembre 2018
 
Passi indietro nella (già poca) integrazione tra scuola e lavoro
Il sistema informativo Excelsior annualmente rileva, in una prospettiva quinquennale, i fabbisogni occupazionali e formativi delle nostre imprese. A questo sondaggio si aggiungono rilevazioni mensili, con proiezioni trimestrali, ed altre letture su base territoriale. Nei giorni scorsi è stata presentata la indagine 2018-2022 secondo la quale tendono ad aumentare i contratti offerti ma si incrementa anche la difficoltà da parte delle imprese di incontrare le persone corrispondenti ai propri fabbisogni | Maurizio Sacconi, Bollettino ADAPT, 6 novembre 2018
 
Il vero volto dell'immigrazione. Il quadro reale in Italia e un dibattito falsato
Sono usciti nei giorni scorsi due rapporti sull’immigrazione nel nostro Paese che aiutano a comprendere nei suoi termini effettivi un fenomeno così discusso. Sono il XXVII Rapporto di Caritas-Migrantes e il Dossier Immigrazione 2018 curato dal Centro Studi e Ricerche Idos in partenariato con il Centro Studi Confronti | Maurizio Ambrosini, Avvenire, 6 novembre 2018
 
Welfare: in arrivo per le Regioni più di 723 milioni
Via libera ai riparti del fondo nazionale politiche sociali 2018 (266,7 milioni), del fondo per le non autosufficienze 2018 (447,2 milioni), del fondo per le politiche della famiglia 2018 (4,4 milioni) e delle risorse per interventi per coloro che - a causa di un provvedimento giudiziario - al compimento della maggiore età, vivono fuori dalla famiglia (5 milioni ogni anno, triennio 2018-2020) | Regioni.it, 31 ottobre 2018
 
L'Italia dei mercati solidali dove si fa la spesa gratis
Alle porte di Bologna è appena nato l'Emporio Solidale «Amalio». Si tratta di una realtà nata grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, che consente a supermercati, ristoratori, ma anche a comuni cittadini, di donare le "eccedenze" alimentari che altrimenti andrebbero sprecate. Grazie ai volontari della struttura, gli alimenti sono poi distribuiti gratuitamente a persone in difficoltà | Paolo Foschini, Corriere della Sera, 31 ottobre 2018
 
Come va lo Smart Working in Italia? Ecco i dati annuali del Politecnico di Milano
L'Osservatorio sullo Smart Working del Politecnico di Milano, giunto al suo settimo anno di attività, il 30 ottobre ha presentato i dati della ricerca annuale sulla diffusione dello smart working nel nostro Paese. Qui trovate un po' di rassegna stampa. Vi segnaliamo inoltre che nei prossimi giorni Percorsi di secondo welfare pubblicherà una riflessione approfondita sul tema
 
Da Fondazione Crt 60 milioni per il territorio
Il Consiglio di Indirizzo della Fondazione Crt ha approvato all’unanimità il Documento Programmatico Previsionale (Dpp) per l’anno 2019. In linea con lo scorso anno, i fondi resi disponibili per Piemonte e Valle d’Aosta si attestano sui 60 milioni di euro | Vita, 30 ottobre 2018
 
Fai un figlio in più (il terzo) e lo Stato ti concede gratis un terreno da coltivare per i prossimi vent'anni
Un figlio in più può "valere" un terreno, in concessione esclusiva per i prossimi 20 anni. È quanto prevede una nuova misura aggiunta nell'ultima bozza della legge di Bilancio disponibile, ancora non inviata alle Camere. I terreni abbandonati potranno essere affidati in concessione gratuita per 20 anni alle famiglie cui nasca il terzo figlio nel 2019, 2020 o 2021 | Huffington Post, 29 ottobre 2018
 
La misura del bene, il Terzo settore va alla prova dei numeri
Mario Calderini, direttore di Tiresia, il centro di ricerca del Politecnico di Milano che si occupa di tecnologia, innovazione e impatto sociale - ha spiegato a Pier Luigi Vercesi di Corriere Buone Notizie che tra profit e non profit si sta creando, a livello planetario, un’area vastissima in cui i due tipi di attività si incontrano. | Pier Luigi Vercesi, Corriere Buone Notizie, 30 ottobre 2018
 
Le fondazioni e il rammendo della società
Intorno alla crisi del welfare state e alla contestuale crescita delle forme di povertà vengono avanti esperienze territoriali come le fondazioni di comunità, espressione dell’articolato mondo del secondo welfare. Nate nei primi decenni del ’900 negli Usa, in Italia hanno preso avvio nel 1998 e oggi sono 37, perlopiù nel Nord, con esperienze significative nel Sud tra Campania, Puglia e Sicilia | Aldo Bonomi, Il Sole 24 Ore, 30 ottobre 2018
 
Polizze e welfare aziendale contro la bomba demografica
La popolazione invecchia, la fragilità sociale aumenta. Il problema sanitario, con una spesa out of pocket arrivata a sfiorare i 40 miliardi secondo il rapporto Rbm Censis, non è l’unico. Ad esso si associa anche l’indebolimento della famiglia come primaria rete di protezione. Una situazione non più sostenibile a causa del cambio di stili di vita e di condizioni economiche delle nuove generazioni | Federica Pezzatti, Il Sole 24 Ore, 23 ottobre 2018
 
Fondazione Cariverona destina 26 milioni in ricerca, cultura e welfare
Lo scorso 26 ottobre, il Consiglio Generale della Fondazione Cariverona ha approvato all’unanimità il Documento di Programmazione Annuale 2019. Il Documento fissa in 26 milioni di euro le risorse complessive destinate a nuove erogazioni per il 2019 | Veronasettegiorni.it, 26 ottobre 2018
 
Doposcuola aziendale di Orogel: la Cesena che ha coraggio punta sui giovani
Avvio di un centro pomeridiano per bambini e adolescenti rivolto ai figli dei dipendenti di età ricompresa fra i 6 e i 14 anni. E' questo il nuovo progetto di welfare aziendale che Orogel ha realizzato grazie alla collaborazione con il Comune di Cesena | Cesena Today, 28 ottobre 2018
 
Nonna Italia: il welfare familiare che si regge sugli over 65
I nonni sono una risorsa preziosa, innanzitutto emotivamente. Ma non solo: in particolare, i nonni italiani costituiscono oggi una colonna fondamentale del welfare familiare. Secondo un sondaggio realizzato recentemente da Ipsos per Fondazione Korian, il 49% dei nonni italiani aiuta economicamente figli e nipoti, contro il 24% della media europea | SkyTg24, 24 ottobre 2018
 
Più over 60 che under 30: sorpasso nel Paese che invecchia
Per la prima volta dal 1861, cioè da quando sono disponibili questo genere di statistiche, nel nostro Paese chi ha oltre sessant’anni è più numeroso di chi ne ha meno di trenta. Il 2018 segna il sorpasso degli over sessanta (sono il 28,7 per cento della popolazione italiana) sugli under trenta (il 28,4, ora). Lo dice l’Istituto di studi e ricerca Carlo Cattaneo analizzando dati Istat | Corrado Zunino, La Repubblica, 21 ottobre 2018
 
Produttività e miglioramento del clima aziendale, il welfare aziendale nell'accordo Benetton
Migliorare il clima aziendale per favorire una maggiore produttività e serenità nei rapporti di lavoro. E' questo l'obiettivo che le parti sociali vogliono raggiungere sottoscrivendo il nuovo integrativo di Benetton. Nel nuovo contratto è data particolare rilevanza alle misure di conciliazione vita-lavoro, alla flessibilità oraria e al lavoro agile | Welfare for People, 18 ottobre 2018
 
Finanza sostenibile per l'innovazione sociale: iniziative e strumenti a supporto dei NEET
La finanza sostenibile può ricoprire un ruolo significativo a supporto delle fasce di popolazione più vulnerabili dal punto di vista economico e sociale. Ne sono un esempio alcuni recenti progetti che si sono proposti di sostenere i cosiddetti NEET (dall’inglese Not Engaged in Education, Employment or Training), acronimo che indica giovani non impegnati in attività di studio, lavoro o formazione professionale | Federica Casarsa, Il Punto - Pensioni&Lavoro, 17 ottobre 2018
 
Se i rifugiati danno posti di lavoro agli italiani
Il 24 settembre il consiglio dei ministri ha approvato all’unanimità il cosiddetto decreto Salvini su immigrazione e sicurezza. Tra le altre cose, prevede di ridimensionare il Sistema per l’accoglienza dei richiedenti asilo e dei rifugiati (Sprar), che cambierà nome e sarà d’ora in poi limitato solo a chi è già titolare di protezione internazionale o ai minori stranieri non accompagnati | Francesco Amodio, Angelo Martelli e Maria Chiara Paoli, LaVoce.info, 16 ottobre 2018
 
I centri per l'impiego sono un disastro
Secondo quello che dicono da anni i dirigenti del Movimento 5 Stelle, uno dei pilastri del futuro “reddito di cittadinanza” saranno i centri per l’impiego, gli uffici delle province che hanno lo scopo di aiutare le persone che cercano lavoro. Per ricevere il sussidio, infatti, sarà necessario – tra le altre cose – iscriversi a uno di questi centr | Il Post, 17 ottobre 2018
 
Giornata mondiale della povertà: in Italia record di persone a rischio
Oggi, 17 ottobre, è la Giornata mondiale per l'eradicazione della povertà, ricorrenza istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1992. Proprio di tale fenomeno ha parlato questa mattina il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il quale ha affermato: "È indispensabile che ciascun Paese raddoppi i propri sforzi per porre fine alla malnutrizione, all'emarginazione sociale, alla malattia, contribuendo a dare migliori prospettive a quanti sono più esposti alle epidemie e alle calamità | SkyTg24, 17 ottobre 2018
 
Gli alloggi pignorati e invenduti nuova frontiera dell'housing
Gli alloggi pignorati e messi all’asta spesso precipitano a valori anche dieci volte inferiori a quelli commerciali. Per questa «convenienza» potrebbero essere restituiti all’utilizzo di famiglie in difficoltà. Parte di qui l’idea alla base di un innovativo progetto di housing che il Comune di Torino ha presentato al bando europeo Urban Innovative Actions e che la scorsa settimana è stato illustrato nel corso della prima giornata di Urbanpromo Social Housing | Maria Teresa Martinengo, La Stampa, 12 ottobre 2018
 
Oxfam, le donne in Europa devono lavorare due mesi in più per uno stipendio equo
Il pay gap continua a farsi sentire. Secondo lo studio Oxfam sull’occupazione femminile uscito mercoledì 3 ottobre, le donne in Europa devono sottostare a trattamenti economici inferiori del 16% rispetto a quelli degli uomini e sono occupate in mansioni nettamente al di sotto delle loro capacità professionali. Per questo, se volessero arrivare allo stesso livello di stipendio dei loro colleghi, dovrebbero lavorare 59 giorni in più | Valore D, 4 ottobre 2018
 
Pensioni, Boeri: "Quota 100? Così il debito sale di 100 miliardi, danneggia giovani"
Il ripristino di quota 100 premia gli uomini e i dipendenti pubblici ma penalizza le donne e i giovani. Lo ha affermato il presidente dell’Inps Tito Boeri, nell’audizione alla Commissione Lavoro della Camera. L’introduzione di quota 100, ha detto, «premia quasi in 9 casi su 10 gli uomini, quasi in un caso su tre persone che hanno un trattamento pensionistico superiore a quello medio degli italiani (e un reddito potenzialmente ancora più alto, se integrato da altre fonti di reddito) | La Stampa, 11 ottobre 2018
 
Oxfam boccia la manovra di governo: rischia di accentuare le disuguaglianze
C'è un nuovo indice che misura quanto un Paese e il suo governo siano in grado di combattere le diseguaglianze. Lo ha creato Oxfam presentandolo al Meeting annuale del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale, un appuntamento ormai fisso per la società britannica. Tre sono i macro-ambiti di intervento sui quali è stato costruito: spesa pubblica, politica fiscale e politica del lavoro | Barbara Ardù, La Repubblica, 11 ottobre 2018
 
Un dibattito incompetente. Mai offendere i poveri
I discorsi e le azioni sulle povertà sono spesso inefficaci, se non dannosi, perché la mancanza di competenza li rende astratti. Per capire e operare nelle povertà il buon senso non basta e spesso produce molti danni. Dobbiamo invece lavorare molto, facendo di tutto per acquisire, con lo studio e la frequentazione delle persone che si vorrebbero aiutare, le competenze che non si hanno, ma che si devono avere | Luigino Bruni, Avvenire, 9 ottobre 2018
 
Bologna, addio ecomostro: diventerà un polo del welfare
L’ecomostro si trasforma e diventa un maxicentro sanitario, con 160 posti letto, ambulatori, un nido e persino un b&b. Ci vorrà un po’ di tempo - circa 5 anni tra progetti e cantieri - ma è l’ambiziosissimo piano che la Città metropolitana di Bologna ha messo nero su bianco per il futuro dell’immobile Inail abbandonato da decenni a San Benedetto Val di Sambro, sull’Appennino Bolognese | Corriere della Sera, 10 ottobre 2018
 
L'inverno demografico, nel 2050 saremo il 17% in meno
Come sarà l’Italia tra 32 anni? Meno popolata e assai più vecchia. Il nostro Paese si avvia verso un lungo “inverno demografico”. Lo scorso anno si sono volatilizzati più di 100mila concittadini e la popolazione continuerà a diminuire da qui al 2050 (saremo il 17% in meno). Non solo. I giovani diventeranno una rarità: oltre un italiano su tre sarà in età da pensione (il 12% in più di oggi) | Vladimiro Polchi, La Repubblica, 3 ottobre 2018
 
Più 750 mila assegni pagati da oltre 37 anni: se la pensione diventa "eterna"
Secondo l’Osservatorio a cura del Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali, all’1 gennaio 2018 risultano in pagamento presso l’INPS ben 758.372 le prestazioni pensionistiche - comprese quelle ex INPDAP relative ai pagamenti pubblici - liquidate da oltre 37 anni, vale a dire erogate a donne e uomini andati in pensione nel 1980, o anche prima | Mara Guarino, Il Punto - Pensioni&Lavoro, 9 ottobre 2018
 
Social housing a Trieste: nuova vita per l'ex cartiera
A Trieste nasce un nuovo progetto di social housing: la scorsa settimana sono stati inaugurati 83 nuovi alloggi a canone calmierato grazie all’iniziativa “Ex Saul Sadoch”. Il progetto è stato portato avanti dal Fondo Housing Sociale FVG, in cui Cassa Depositi e Prestiti ha investito oltre 60 milioni di euro attraverso il Fondo Investimenti per l’Abitare (FIA) | Cassa Depositi e Prestiti, 5 ottobre 2018
 
Vecchiato (Fondazione Zancan): "La povertà non si sconfigge con l'assistenzialismo"
Nel nostro Paese, negli ultimi 15 anni, sono stati destinati circa 19 miliardi ai trasferimenti per il reddito, dall'RMI, il reddito minimo di inserimento di vent'anni fa, alla social card e, oggi, il reddito di cittadinanza. Con quali risultati? L'Italia, in Europa, è il Paese che dà più trasferimenti con meno servizi | Marco Dotti, Vita, 5 ottobre 2018
 
Perché il reddito di cittadinanza non abolisce la povertà
Con 10-11 miliardi di spesa annua dedicati al reddito di cittadinanza riusciremo ad azzerare la povertà? No, anche nei sistemi di welfare più avanzati resta sempre una quota di persone in povertà. Sarebbe meglio allora potenziare il reddito di inclusione. Questo il pensiero di Massimo Baldini | Massimo Baldini, La Voce, 5 ottobre 2018
 
Manovra finanziaria. Più debito, più povertà: questa catena va spezzata
Povertà e disoccupazione sono due piaghe che vanno affrontate, ma pretendere di risolverle facendo altro debito è un inganno. Per la situazione in cui si trova l’Italia, l’unico modo per finanziare la spesa in deficit è affidarsi alle banche e agli investitori privati, il che significa condannarci a maggiore povertà e ingiustizia futura | Francesco Gesualdi, Avvenire, 2 ottobre 2018
 
"Quota 100", altri 25 mila medici in fuga. Sanità in tilt
Smontare la legge Fornero introducendo quota 100, ossia consentendo il pensionamento a soli 62 anni con 38 di contributi, significherà perdere da un anno all’altro la bellezza di 25mila medici ospedalieri. Roba da far andare in tilt pronto soccorsi e sale operatorie | Paolo Russo, La Stampa, 2 ottobre 2018
 
Le donazioni? Valgono 7,7 miliardi all'anno (ma non si donano solo soldi)
Secondo la ricerca realizzata dall’Istituto Italiano della Donazione (Iid) in occasione della Giornata del Dono fissata per il 4 ottobre, sono circa 10 milioni gli italiani che hanno effettuato donazioni nel 2017 | Dario Di Vico, Corriere della Sera, 3 ottobre 2018
 
Le famiglie italiane restano pessimiste
I dati diffusi lo scorso 3 ottobre dall’Istat sul reddito delle famiglie e sul deficit della PA nel secondo trimestre dell’anno dimostrano che se l’Italia arranca è soprattutto per paura del futuro | Guido Salerno Aletta, Assinews, 4 ottobre 2018
 
Quel welfare all'italiana che conta sui nonni
Il welfare italiano è ormai sempre più a trazione familiare. E i perni su cui ruotano bisogni e necessità della famiglia sono i nonni (oltre alle donne, ma questa è un'altra storia). Se poi sono in pensione e godono di buona salute diventano elementi preziosi. Sono loro a tenere i nipoti quando i genitori vanno al lavoro. E sono sempre loro a fare da autisti per accompagnare i piccoli a scuola o a fare sport | Barbara Ardù, La Repubblica, 30 settembre 2018
 
Giuseppe Guzzetti: "Il mio cattolicesimo sociale, la cascina e i contadini analfabeti"
"In un mondo globalizzato, la Comunità locale è la dimensione su cui poggiare; aggrega le persone, collaborano e mettono anche soldi per risolvere i problemi delle famiglie, del vicino di casa; aziende, istituzioni, amministrazioni locali stanno dimostrando che si può cambiare il modello di welfare e alla parola Stato sostituire quella di Comunità". Questo il pensiero di Giuseppe Guzzetti, presidente della Fondazione Cariplo | Paolo Bricco, Il Sole 24 Ore, 30 settembre 2018
 
Welfare aziendale, la trevigiana Velvet Media porta la psicologa in ufficio
L’hanno chiamata “manager della felicità”. Più prosaicamente i 130 dipendenti dell’agenzia trevigiana Velvet Media avranno a disposizione una psicoterapeuta che, una volta alla settimana, sarà in ufficio per aiutarli a gestire lo stress e le emozioni sul posto di lavoro, contribuendo a creare un ambiente migliore fra le scrivanie e i computer | Veneto Economia, 12 settembre 2018
 
Cresce il welfare aziendale: l'assistenza sanitaria è il servizio più apprezzato
Una impresa su tre ha adottato piani di welfare e quasi la metà utilizza il premio di risultato per finanziarli, anche se non tutti i dipendenti aderiscono a questa proposta. Secondo il Rapporto Welfare e Wellbeing di OD&M Consulting, di Gi Group, i dipendenti sono in genere molto soddisfatti dei piani di welfare e si orientano soprattutto per l'assistenza sanitaria e la previdenza integrativa | Rosaria Amato, La Repubblica, 22 settembre 2018
 
Valutazione d'impatto, più del metodo contano le motivazioni
In un recente contributo Simone Castello evidenziava alcune idiosincrasie che caratterizzano l’attuale dibattito sulla valutazione dell’impatto, parlando in particolare di una “babele semantica” che rischia di arrecare un danno irreparabile alla credibilità delle pratiche valutative. Pur trovando molte affermazioni di Castello condivisibili, Federico Mento (Direttore Generale di Human Foundation) segnala qualche perplessità circa l'insistenza sull’utilizzo dei metodi sperimentali. | Federico Mento, Vita, 11 settembre 2018
 
Imprese sociali e welfare culturale. La sfida di Officine Culturali a Catania
Officine Culturali è una associazione che dal 2009 ha in gestione la sede del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell'Università di Catania, un ex monastero del Seicento che nel 2002 è stato riconosciuto patrimonio dell'UNESCO. Ciccio Mannino - co-fondatore, presidente e supervisore dell'associazione - a partire da questa esperienza propone alcune riflessioni molto operative sul rapporto tra imprese sociali e welfare culturale. | Ciccio Mannino, Che-Fare, 24 settembre 2018
 
Toscana: piano regionale da 120 milioni contro la povertà
La crisi economica ha fatto impennare il numero delle famiglie toscane in povertà e, anche se nell'ultimo periodo il trend è cambiato, il 5,9% dei nuclei familiari ha ancora una spesa media per consumi al di sotto della soglia di povertà relativa. Per questo motivo, oggi la Giunta regionale ha approvato il piano regionale per la lotta alla povertà, finanziato con risorse statali e locali pari a 120 milioni | Il Sole 24 Ore, 18 settembre 2018
 
Lavorare ma essere lo stesso poveri: così l'Italia rischia un nuovo primato negativo
Lavorare (e guadagnare) ma essere poveri ugualmente. Una categoria che in Italia cresce da anni nel silenzio delle statistiche che mettono insieme tutti: occupati che possono spendere a piacimento e occupati che devono tirare la cinghia | Salvo Intravaia, La Repubblica, 23 settembre 2018
 
Neet, il Mezzogiorno maglia nera in Europa
La Sicilia si è conferma, anche nel 2017, maglia nera in Europa per numero di persone fra 18 e 24 anni che non studiano e non lavorano, i cosiddetti Neet. Il dato, 39,6%, è il peggiore dell’Europa continentale, seguito a ruota dal 38,6% della Campania. Fa peggio, solo la Guyana francese con il 45,4%. Mentre al top c’è l’Olanda, dove tra le varie regioni, si oscilla tra il 4,6% e il 5,3% | Eugenio Bruno e Claudio Tucci, Il Sole 24 Ore, 19 settembre 2018
 
Confindustria Toscana Sud vara la piattaforma per il welfare aziendale
Confindustria Toscana Sud e Aon, gruppo leader nella consulenza dei rischi e delle risorse umane, hanno realizzato una piattaforma per il welfare aziendale che sarà messa a disposizione delle aziende associate a Confindustria Toscana Sud | Il Sole 24 Ore, 15 settembre 2018
 
Tre milioni di anziani non autosufficienti in Italia, solo la metà presi in carico dai servizi
Sono sempre di più gli over 65 non autosufficienti: la popolazione invecchia (si stimano 2.847.814 persone) ma le risorse investite rimangono costanti. E' questo quello che emerge dal rapporto realizzato da Essity (azienda svedese che opera nel settore dell'igiene e della salute) e CERGAS SDA Bocconi sull’innovazione e il cambiamento nel settore Long Term Care | Vita, 17 settembre 2018
 
Part-time e asilo nido: spesso alle donne non conviene lavorare
Secondo quanto era emerso da un rapporto dell'Ispettorato nazionale del lavoro del 2017, delle 30 mila donne che si sono licenziate nel 2016 il 5% (1500 donne) l’aveva fatto per i costi troppo elevati nella gestione dei figli, a cui si aggiunge un altro 20% (6000 donne) che si è licenziato perché non aveva modo di portare il bambino all’asilo nido per mancanza di posti | Cristina Da Rold, L'Espresso, 17 settembre 2018
 
Testamento solidale, lo sceglie più di un milione di italiani
In Italia, considerando solo la popolazione over 50, sono circa un 1.300.000 le persone che hanno già fatto, o sono orientate a fare, un "lascito solidale". Una platea - pari al 5% della popolazione considerata - che sembra destinata ad estendersi anche oltre i tre milioni di italiani che di recente si sono dichiarati "propensi" a valutare questa ipotesi. | Alessandra Ziniti, Repubblica, 13 settembre 2018
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25