Rassegna Stampa

 
Il welfare può ripartire dalle imprese
Fare relazioni industriali non significa solo negoziare retribuzione, premi, mansioni e orari. Significa ormai parlare di welfare state, di modello di tutele condivise e di servizi ad alto valore aggiunto: un sistema su base sussidiaria per supplire alla insostenibilità del modello di Stato sociale pubblico e un modo per creare anche nuove occasioni di sviluppo e di rilancio della produzione legata a quei servizi. | Alberto Orioli, Il Sole 24 Ore, 24 maggio 2013
 
Il Wall Street Journal e la staffetta generazionale
La staeffetta generazionale, tema ampiamente dibattutto su La Nuvola del Lavoro e di cui vi abbiamo dato conto, arriva anche sulle pagine del Wall Street Journal, raccontata dal corrispondente italiano Chirstopher Emsden | Chirstopher Emsden, Wall Street Journal, 22 maggio 2013
 
Asili, mamme in rivolta contro le liste d'attesa
Per le scuole dell'infanzia è emergenza in tutta Italia: la capacità di nidi e materne di ospitare i bambini è al minimo storico. In tutto il Paese la morsa tra i comuni dissestati e la crescita delle richieste sta infatti portando al colasso centinaia di istituti dedicati alla cura dell'infanzia. E in questa situazione c'è ancora chi, come nel caso del referendum di Bologna, mette in dubbio sistemi che, basati su accreditamenti e convenzioni, nonostante la crisi offrono ancora servizi di qualità. | Asili, mamme in rivolta contro le liste d'attesa
 
Menù etnico e pausa preghiera. I diritti degli immigrati in fabbrica
La condizione e le esigenze degli operai extracomunitari cominciano a trovare spazio nella contrattazione aziendale italiana. Solo in Lombardia la Cisl ha censito 19 accordi che regolano permessi lunghi, corsi di lingue, culto e alimentazione. I diritti conquistati dai metalmeccanici sono stati preparati da intese a livello di fabbrica che si sono dimostrate utili per evitare conflitti e contrapposizioni, soprattutto con i colleghi italiani. Si tratta di un’aspetto che ha importanti effetti sul tema dell’integrazione. In azienda gli operai stranieri acquisiscono una sorta di statuto dei diritti e dei doveri che rende stabile l'inclusione in un'unica comunità.
 
Contratti a termine flessibili per i giovani. Lavoro part-time prima della pensione
Il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, sta approfondendo il suo dossier in vista dell'incontro di dopodomani con i sindacati e i rappresentanti delle imprese. Alcuni passaggi sono ancora da valutare e restano molti nodi da sciogliere.
 
L'esperienza francese della staffetta generazionale
Continua il dibattito sulla staffetta generazionale. Giulia Alessandri, ricercatrice di ADAPT, ha spiegato come in Francia, a fronte delle stesse criticità, abbiano pensato che i lavoratori più anziani, prima di andare in pensione, potessero insegnare il mestiere ai giovani. | Giulia Alessandri, Nuvola del Lavoro, 17 maggio 2013
 
Reboani (Italia Lavoro) e la staffetta intergenerazionale
Su La Nuvola del Lavoro continua il dibattitto sulla cosiddetta staffetta generazionale, di cui nei giorni scorsi avevano scritto anche Tiziano Treu e Michele Tiraboschi. A parlarne questa volta è Paolo Reboani, Presidente e Amministratore delegato di Italia Lavoro. | Paolo Reboani, La Nuvola del Lavoro, 16 maggio 2013
 
L'Europa ha paura e la Germania è sempre più egemone
I cittadini europei hanno perso fiducia nel futuro, nelle loro economie, nella capacità dei loro governi di far fronte ai problemi dei loro paesi e soprattutto nell’Europa e nelle sue istituzioni. Sono questi i risultati dello studio condotto tra il 2 e il 27 marzo 2013 in otto paesi europei dal Pew Research Center, elaborati da Sara Banfi e Carlo Manzi per Linkiesta in alcuni grafici molto immediati. | Sara Banfi e Carlo Manzi, Linkiesta, 16 maggio 2013
 
E il welfare privato inciampa nella mancanza di risparmio
La previdenza integrativa non riesce a decollare. Da un lato scarseggiano le risorse che i lavoratori potrebbero destinare ai fondi appositi, dall'altra c'è una certa riluttanza, in realtà già presente prima della crisi, a versare denaro nel sistema finanziario, soggetto ad alti e bassi imprevedibili | Mariano Mangia, Repubblica, 13 maggio 2013
 
Proteggere il welfare per salvare l'economia
I tagli al welfare costituiscono un pericolo per il benessere dei cittadini, ma anche per lo sviluppo del sistema economico, con l'infausta conseguenza del passaggio dalla crisi economica ad una devastante crisi sociale. | Guido Rossi, Il Sole 24 Ore, 12 maggio 2013
 
Su La Nuvola del Lavoro si discute di staffetta generazionale
Sulla Nuvola del Lavoro una domenica dedicata al dibattito sulla cosiddetta staffetta generazionale, misura allo studio del nuovo governo. Sul blog del Corriere della Sera gli interventi di Tiziano Treu, ex Ministro del Lavoro, e Michele Tiraboschi, professore di Diritto del Lavoro.
 
I centri per l'impiego per dare lavoro devono cambiare
Il governo sta predisponendo una proposta di attuazione in Italia della Youth Guarantee: il progetto europeo che si pone l'obiettivo di trovare un lavoro ai giovani under 25 nel giro di pochi mesi. L'obiettivo è quello di garantire non solo mera informazione e mero orientamento, ma un percorso definito che immette il giovane in una prospettiva di lavoro.| Francesco Giubileo e Marco Leonardi, Linkiesta, 10 maggio 2013
 
"Staffetta tra generazioni", la carta di Giovannini
Un lavoratore anziano, meno di cinque anni alla pensione, accetta il part time fino alla fine della carriera. Meno stipendio ma anche meno ore in ufficio, e la certezza che la sua pensione non verrà intaccata, perchè sarà lo Stato a pagare parte dei contributi. In cambio l'azienda assume un giovane con un contratto a tempo indeterminato. Si chiama staffetta generazionale. | Lorenzo Salvia, Nuvola del Lavoro, 9 maggio 2013
 
Così l'Europa ritaglia lo Stato sociale
In attesa che l'austerità possa essere allentanta, in Europa restano i tagli effettuati da diversi Paesi UE per rispettare gli impegni presi con Bruxelles. Ecco quanto valgono. | Franco Roiatti, Panorama, 7 maggio 2013
 
Rassegna stampa convegno "Un'impresa comune. Riprogettare il welfare"
Lunedì 6 maggio presso il Teatro Regio di Torino si è volto il convegno “Un’impresa comune. Riprogettare il welfare”. L’evento, organizzato da Compagnia di San Paolo e Fondazione Cariplo, ha cercato di individuare le grandi sfide che il welfare state italiano si trova ad affrontare, ponendo particolare attenzione al ruolo che le fondazioni di origine bancaria possono ricoprire per favorirne il superamento.
 
Non è un paese per mamme
La Repubblica-Inchieste presenta “Non è un paese per mamme”, inchiesta sulle condizioni delle madri italiane. Negativo il quadro che emerge tra uno Stato assente e una difficile conciliazione tra famiglia e lavoro, al punto che una mamma su due vorrebbe cambiare Paese.
 
Save the Children: Stato delle madri nel mondo
Pubblicato il quattordicesimo rapporto di Save the Children sullo «Stato delle madri nel mondo», che indaga le condizioni di madri e figli in 154 paesi sulla base di 5 cinque indicatori: salute materna e rischio di morte per parto, benessere dei bambini e tasso di mortalità entro i 5 anni, grado di istruzione, condizioni economiche e Pil procapite, partecipazione politica delle donne al governo.
 
Giovannini inizia a tessere la rete del consenso
Enrico Marro su La Nuvola del Lavoro racconta le prime mosse del nuovo Ministro del Lavoro e del Welfare, Enrico Giovannini, che in questi giorni incontrerà le parti sociali per stabilire le priorità. Già stabiliti gli appuntamenti della settimana, ricca di faccia a faccia con Confindustria e diverse sigle sindacali. | Enrico Marro, La Nuvola del Lavoro, 7 maggio 2013
 
Reddito di cittadinanza: se ne parla su Vita
Sulle pagine di Vita nelle ultime settimane si è sviluppato un intenso dibattito relativo al reddito di cittadinanza. Vi segnaliamo pertanto alcuni articoli relativi a questo argomento, su cui il governo sta meditando futuri provvedimenti.
 
Letta: "Se non risolviamo il nodo lavoro falliremo"
"Il lavoro è il cuore di tutto. Se noi riusciamo sul lavoro a dare dei segnali positivi ce la faremo. Se sul lavoro non ci riusciamo, sono sicuro che non ce la faremo". E' questo il giudizio secco del premier Enrico Letta che da Berlino, dove ha incontrato il cancelliere tedesco Angela Merkel, ha parlato della festa del primo maggio e delle priorità del suo governo. Tra i primi nodi c'è sicuramete il problema occupazionale, che necessiterà di interventi immediati per essere risolto. Breve rassegna stampa sulle parole del Presidente del Consiglio.
 
Reddito minimo, le condizioni per farlo
Antonio Schizzerotto e Ugo Trivellato su lavoce.info hanno analizzato le potenzialità del reddito minimo, strumento già sperimentato in alcuni enti locali senza grandi risultati. Controcorrente l'esperienza del reddito di garanzia della provincia di Trento che dimostra come, anche in Italia, si possano avviare serie misure contro la povertà, basate sul criterio dell’universalismo selettivo, senza far saltare i bilanci pubblici. A patto però di rispettare alcune condizioni. | Antonio Schizzerotto e Ugo Trivellato, Lavoce.info, 30 aprile 2013
 
Lavoro e Welfare al centro dell'agenda di Governo
Proponiamo uno stralcio del discorso programmatico che il Presidente del Consiglio Enrico Eletta ha effettuato il 29 aprile davanti al Parlamento per ottenere la fiducia. Al centro dell'agenda del nuovo governo ci saranno lavoro e welfare, indicati come sfide di primaria importanza per l'esecutivo.
 
Il ministro del Lavoro, Giovannini, e l'apertura al reddito di cittadinanza
Per il peso che il presidente del Consiglio incaricato Enrico Letta assegna alle politiche per l’occupazione e per la caratura internazionale del nuovo ministro la scelta di Enrico Giovannini al Welfare è destinata a pesare moltissimo. Se la nuova compagine vuole "sfondare" nell’opinione pubblica e mettere da parte le diatribe interne al Pd, il lavoro si presenta come il terreno prioritario d’impegno, e tra i temi "caldi" c'è anche il reddito di cittadinanza tanto caro al Movimento 5 Stelle. | Dario Di Vico, La Nuvola del Lavoro, 28 aprile 2013
 
Boom disoccupazione al Sud: è il doppio di 35 anni fa
I dati Istat rilevano come, in 35 anni, il Mezzogiorno abbia mostrato la crescita maggiore del livello di disoccupazione: dall'8,0% del 1977 al 17,2% del 2012. Un dato molto preoccupante che determina comprensibili problemi per il nostro sistema di welfare e per la tenuta dello stesso Paese. | Corriere della Sera, 24 aprile 2013
 
Crisi: gli italiani tagliano su cibo e salute
Il presidente Istat Enrico Giovannini, nel corso dell'audizione sul Def 2013 nelle commissioni Speciali congiunte, ha delineato un quadro preoccupante circa le condizioni sociali delle famiglie italiane. Negli anni della crisi oltre il 70% delle famiglie ha modificato quantità e qualità dei prodotti acquistati, e sono state poi quasi eliminate le spese per visite mediche, analisi cliniche e radiografie, mantenendo quella incomprimibile per i medicinali.
 
Il Mezzogiorno invecchierà di più. E' già allarme per sanità e welfare
Una ricerca del Censis stima che da qui al 2030 la percentuale di popolazione anziana nel Sud aumentarà a ritmi più elevati (+35,1%) rispetto al resto del Paese: dunque non ci sarà un'offerta pronta a raccogliere la conseguente domanda di cure mediche e assistenziali. Ad aggravare la prospettiva, la crisi economica che rende improbabile un incremento dei bilanci pubblici e degli investimenti nel welfare. | Luisa Grion, la Repubblica, 21 aprile 2013
 
Dalla Ferrari alla Luxottica il ritorno del welfare aziendale
Su Repubblica Paolo Griseri analizza alcune esperienze di welfare aziendale che, sopratutto in questo momento di crisi, rappresentano un importante risorsa per i lavoratori italiani. Ferrari, Nestlè, Luxottica, Bracco, Tod's e tante altre aziende si stanno avventurando (o ri-avventurando) verso sistemi che si pensavano superati e che invece oggi appaiono una soluzione intelligente a tante problematiche che riguardano i loro dipendenti e non solo. Riprendendo l'idea che fù di Adriano Olivetti, infatti, il benessere generato da un'impresa deve necessariamente contribuire al bene dei territori in cui essa si trova. | Paolo Griseri, La Repubblica 22 aprile 2013
 
La nuova vita delle reti d’impresa: mutuo soccorso e servizi in comune
Segnaliamo un articolo di Repubblica dedicato alle reti d'impresa, che prende spunto dal contributo di Eleonora Maglia "Reti di impresa: ecco come funziona il contratto di rete" pubblicato sul nostro sito nelle scorse settimane. | Repubblica, 22 aprile 2013
 
Palazzo Marino annuncia tagli al welfare anche per Milano
Il buco di bilancio da 437 milioni di euro constringerà il comune di Milano a rivedere le proprie priorità e riorganizzare la spesa. Nel mirino anche i servizi di welfare che, nonostante le rassicurazioni dell'assessore Majorino, sicuramente andaranno riordinati e, ove necessario, tagliati. | Elisabetta Soglio, Corriere Milano, 16 aprile 2013
 
Per garantire sostegno al lavoro basterebbero 200 milioni al mese
Roberto Giovannini spiega come per continuare a garantire la cassa integrazione a migliaia di lavoratori serva un impegno serio da parte delle istituzioni. Esse, infatti, non devono accumulare il miliardo e più necessario al finanziamento della cig in un'unica occasione. Basterebbe, come dismotrano i dati relativi alla prima parte dell'anno, trovare almeno 200 milioni per mese che, pur essendo una cifra considerevole, sicuramente non rappresentano un obiettivo impossibile per le casse dello Stato. | Roberto Giovannini, La Stampa, 16 aprile 2013
 
Allo Stato sociale ci pensano le Regioni
Il welfare ha bisogno di un nuovo repertorio di soluzioni, di un nuovo lessico e di un rapporto virtuoso tra pubblico e privato per sfuggire dagli schemi triti e ritriti del passato o dalla lamentela perenne rimpiangendo ciò che non ci sarà più. Gli enti locali ci stanno provando, seppure tra mille difficoltà e un disagio sociale sempre più mordente. A spiegarlo è Elisabetta Gualmini su La Stampa in un articolo dedicato ai cambiamenti dello Stato Sociale italiano. | Elisabetta Gualmini, La Stampa, 15 aprile 2013
 
Fornero conferma problemi su Cassa Integrazione
Dopo l'allarme lanciato da Susanna Camusso, segretario generale Cgil, sulla limitatezza delle risorse destinate alla Cassa Integrazione dal governo, anche Elsa Fornero è intervenuta sul tema. Il ministro del welfare ha confermato come le risorse finora stanziate potrebbero non essere sufficiente a coprire tutto il 2013, ma ha anche ribadito il suo impegno a reperire quanto prima il denaro necessario. Breve rassegna dai quotidiani online
 
Tutti pazzi per i buoni-lavoro. Ma combattono davvero il nero?
La vendita di voucher per le prestazioni lavorative di breve durata va a gonfie vele e sembra, a giudicare dai numeri, che imprese e lavoratori siano soddisfatti di questo strumento di regolamentazione dell’occupazione occasionale. Da un anno all’altro, la quantità di buoni lavoro acquistati è infatti raddoppiata. Ma il meccanismo, che punta anche a debellare il lavoro nero, funziona davvero? | Maurizio Di Lucchi, La Nuvola del Lavoro, 14 aprile 2013
 
La via italiana al crowdfunding e il regolamento Consob
Ivana Pais e Daniela Castrataro su La Nuvola del Lavoro hanno provato a spiegare le nuove misure attuate dalla Consob per regolamentare il crowdfunding italiano, individuando nel contempo alcune esperienze molto positive che nel nostro Paese stanno facendo scuola. | Ivana Pais e Daniela Castrataro, La Nuvola del Lavoro, 12 aprile 2013
 
Il welfare? Sconti e babysitter
Enzo Riboni sulle pagine del Corriere della Sera racconta di IEP, esperienza di welfare interaziendale che ha messo in rete diverse aziende italiane - tra cui Alitalia, Edison, Intesa Sanpaolo, Kos-Anni azzurri, Lavazza, Marsh, Mediaset, Michelin, Sea, Skf, Telecom, 3 Italia e Wind - insieme per offrire ai propri dipendenti servizi e benefit fortemente richiesti dai lavoratori. | Enzo Riboni, Corriere della Sera, 12 aprile 2013
 
Nessuno tocchi il padre: la famiglia salva i 25 enni
La famiglia è ancora l'ammortizzatore sociale per eccellenza, specialmente per i giovani. Lo dimostrano i tanti dati pubblicati negli ultimi mesi che indicano come, nonostante le difficoltà, siano ancora mamma e papà le ancore di salvezza a cui aggrapparsi per far fronte alla carenza di misure di welfare pubblico adeguate. | Lidia Baratta e Carlo Manzo, Linkiesta, 11 aprile 2013
 
Emergenza sfratti: le soluzioni adottate a Parma
Laura Rossi, assessore al welfare di Parma, spiega le misure che il comune ha approntato per far fronte all'emergenza abitativa che sta colpendo anche il capoluogo emiliano. Tra le soluzioni anche i servizi offerti da Parma Social House, di cui ci siamo occupati in un nostro recente articolo. | Chiara Pozzati, Gazzetta di Parma, 10 aprile 2013
 
Lavoro: stipendi fermi a febbraio, e in 5.4 milioni aspettano il rinnovo dei contratti
A febbraio le retribuzioni sono state piatte rispetto a gennaio e in crescita dell'1,4% rispetto a febbraio 2012. Ma nel raffronto annuo i prezzi sono saliti dell'1,9%, quindi le buste paga non hanno tenuto il passo con l'inflazione dei prezzi. Sono inoltre 47 i contratti di lavoro collettivi in attesa di rinnovo, 15 realtivi alla pubblica amministrazione, che coinvolgono complessivamente 5,4 milioni di dipendenti, quasi tre appartenenti alla PA. | La Repubblica, 10 aprile 2013
 
Qui giovani e lavoro sono importanti solo a parole
Su Linkiesta Alessandro Rosina, docente di Demografia all'Università Cattolica di Milano, ha provato a inquadrare un tema oggi particolarmente drammatico, analizzando il rapporto tra giovani e mondo del lavoro. | Lidia Baratta, Linkiesta, 9 aprile 2013
 
Rassegna Stampa convegno “Attori privati e terzo settore: le risposte alla crisi del welfare”
Venerdì 5 aprile 2013, presso la Sala assemblee del Banco di Napoli, si è svolto il convegno “Attori privati e terzo settore: le risposte alla crisi del welfare”. Al centro del dibattitto il ruolo del settore non profit per lo sviluppo del territorio in chiave socioeconomica. Nel corso dell'evento – organizzata da Centro Einaudi, Fondazione con il Sud e Srm – sono stati presentati anche Percorsi di Secondo Welfare e Quaderni di Economia Sociale. Breve rassegna stampa dell'evento
 
Fassino: sul welfare siamo stanchi di dover rispondere a decisioni di altri
"Siamo stanchi di dover sempre rispondere di decisioni prese da altri e che ricadono sulle spalle di chi governa sul territorio": lo ha detto il sindaco Piero Fassino incontrando i parlamentari e i consiglieri regionali del Piemonte, convocati sull’emergenza welfare, nella duplice veste di sindaco di Torino e presidente dell’Anci piemontese.
 
Mastropasqua (Inps): necessaria una riforma chirurgica del welfare
Antonio Mastrapasqua, presidente dell'Inps, intervenendo al convegno "Scenari futuri del Welfare" organizzato dall'Università Cattolica di Milano ha parlato di pensioni, riforma del lavoro e welfare. | Il Sole 24 Ore, 4 aprile 2013
 
Welfare, quanto spende lo Stato per gli ammortizzatori sociali?
Sul Fatto Quotidiano, a partire da un rapporto curato dalla Cgil, un analisi degli ammortizzatori sociali - cassa integrazione (ordinaria, straordinaria e in deroga), all’indennità di mobilità e al sussidio di disoccupazione - garantiti dallo Stato. | San Precario, Il Fatto Quotidiano, 4 aprile
 
Forum Famiglie scrive ai 10 saggi: ripristinare welfare annichilito
Il Forum delle Famiglie ha scritto ai dieci "saggi" nominati dal Presidente della Repubblica, chiedendo loro misure di welfare più attente ai bisogni delle famiglie italiane | Asca.it, 3 aprile 2013
 
Regno Unito: monta la protesta per le nuove misure volute dal governo
Nel Regno Unito monta la protesta per le nuove misure di austerity imposte dal governo Cameron. Breve rassegna degli articoli apparsi su quotidiani italiani
 
Welfare: cambiano molte cose nel Regno Unito
Il governo di David Cameron ha varato alcune importanti misure che gradualmente andranno a modificare il welfare state britannico. Negli intenti di conservatori e liberaldemocratici, che dal 2010 governano insieme il Paese, queste scelte dovrebbero comportare un ridimensionamento della spesa pubblica e un miglior uso delle risorse disponibili. | Il post, 1 aprile 2013
 
Disagio abitativo: le spese legate alla casa sempre più insostenibili
Un recente rapporto della Cgil "Costi dell’abitare, emergenza abitativa e numeri del disagio" rilveva come la spesa maggiore che incide sul bilancio delle famiglie italiane sia quella della casa. Negli ultimi anni i costi legati all'abitazione sono infatti aumentati spaventosamente portando molte famiglie, sia in affitto che propietarie di immobili, a non riuscire più a sostenere il peso economico di tale spese. Le conseguenze di un disagio abitativo sempre più diffuso e articolato sono sintomo di una crisi che non passa, che chiederà un impegno sempre più complesso per trovare risposte a questo bisgono che colpisce sempre pià individui.
 
Il Regno Unito limiterà il welfare per gli stranieri?
Nella giornata di ieri David Cameron ha reso note alcune misure che il governo del Regno Unito intraprenderà in materia di immigrazione. Tra i provvedimenti previsti molte limitazioni per gli stranieri in merito a sussidi di disoccupazione, assegnazione di alloggi popolari e accesso al servizio sanitario nazionale. Di seguito la rassegna stampa della notizia sui maggiori quotidiani internazionali e italiani.
 
Spesa per il welfare: ultimi della classe anche nella "qualità"
Il Cergas, il centro ricerche dell'Università Bocconi sulla gestione dell'assistenza sanitaria e sociale, ha messo a confronto il welfare italiano con i sistemi di Gran Bretagna, Francia e Germania, mostrando che chi cerca le cause della nostra sofferenza nel peso eccessivo delle prestazioni sociali sul bilancio pubblico sarebbe decisamente fuori strada.
 
Cameron verso il riordino del welfare britannico: requisiti più stringenti per gli stranieri
Il primo ministro britannico David Cameron annuncerà oggi un ridimensionamento dei criteri di accesso ai servizi di welfare per gli immigrati. La decisione del Regno Unito potrebbe segnare un precedente importante in un settore in cui l'Unione Europea appare sempre meno coesa.
 
Carriera e famiglia si può. Ma non insieme
Su La ventisettesima ora, blog del Corriere della Sera, Maria Silvia Sacchi analizza uno studio condotto dalla società di consulenza Accenture. L'indagine, che ha preso in considerazione un campione di 4.100 persone tra manager e quadri d'azienda in 33 Paesi del mondo, dimostra come la maggioranza degli intervistati ritenga impossibile conciliare contemporaneamente carriera e famiglia. | Maria Silvia Sacchi, La ventisettesima ora, 21 marzo 2013
 
Fusacchia e Calderini: "Perchè puntiamo sui Contamination Lab"
"Tutti i ragazzi – in genere verso la fine delle scuole superiori – si vedono rivolgere la stessa domanda: “e tu, cosa vuoi fare da grande?”. C’è chi risponde il calciatore, chi l’infermiera. C’è chi dice l’avvocato, la giornalista, l’ingegnere. Oppure la biologa o il magistrato. Quasi mai nessuno però risponde: l’imprenditore" Perchè? | Alessandro Fusacchia, Mario Calderini, La nuvola del lavoro, 21 marzo 2013
 
Inps: "no al congedo parentale di 3 giorni per i dipendenti pubblici"
Una circolare esplicativa Inps, che prende atto della normativa italiana in tema di conciliazione, conferma il divieto per i padri lavoratori del pubblico impiego di usufruire del «congedo obbligatorio e il congedo facoltativo della legge 92 del 28 giugno 2012, fruibili entro il quinto mese di vita del figlio». | Fabio Savelli, Corriere della Sera, 15 marzo 2013
 
Un giorno a Collegno "Così curiamo il lavoro malato"
Attraverso il caso di Collegno, comune dell'hinterland torinese, Dario Di Vico prova a capire le sfide che chi cerca lavoro è costretto ad affrontare quotiianamente. Sotto la lente di ingrandimento i diversi approcci di chi cerca, chi offre e chi fa da intermediario, ponendo particolare attenzione alla differenze intercorrenti tra il modus operandi di centri per l'impiego e agenzie specializzate. | Dario Di Vico, La Nuvola del Lavoro, 18 marzo 2013
 
Dal giardinaggio alla scrittura il welfare aziendale esorcizza la crisi
Il welfare aziendale è una realtà in forte espansione. Lo sanno tanti italiani che sul posto di lavoro possono ormai accedere a semplici corsi dedicati agli hobby più in voga o a seminari dedicati alla cura di sè o della propria famiglia che, ad esempio, forniscono consulenza per le neo-mamme o l'orientamento al lavoro dei figli. Perchè alle aziende conviene? | Filippo Santelli, La Repubblica, 16 marzo 2013
 
Auser, enti locali all'osso. Crollano assunzioni e servizi
Gli enti locali, ridotti all'osso da vincoli di spesa e scarsità di risorse, sono sempre meno in grado di garantire l'accesso ai servizi sociali. E' una ''situazione allarmante'' quella del welfare italiano fotografata dal sesto 'Rapporto nazionale enti locali e terzo settore' promosso dall'associazione di volontariato Auser presentato il 13 marzo a Roma. | Antonella Migliaccio, Corriere della Sera, 13 marzo 2013
 
«La spesa in sede», accordo Telecom-Coop. Il welfare riparte dal "sacchetto"
Telecom Italia lancia il servizio «la tua spesa in sede» in collaborazione con Coop-Unicoop Tirreno: sarà possibile per i dipendenti del gruppo di telefonia ordinare la spesa online direttamente dal proprio computer di lavoro. E il sacchetto della spesa verrà consegnato loro in ufficio, risparmiando tempo e spostamenti. | Fabio Savelli, Il Corriere della Sera, 11 marzo 2013
 
Quattro Paesi UE insieme per rifiutare il welfare ai comunitari
Germania, Gran Bretagna, Austria e Olanda invieranno una lettera alla Commissione Europea per chiedere di poter limitare i servizi di welfare attualmente garantiti ai cittadini comunitari presenti sul loro territorio. Il cosiddetto "turismo del welfare, specialmente se i "turisti" provengono in massa dai Paesi dell'Est Europa, è percepito come un problema notevole in molti degli Stati membri "benestanti". In una situazione sicuramente non facile dal punto di vista economico e sociale la richiesta avanzata da questi quattro Paesi potrebbe apparire ragionevole, ma allo stesso tempo rappresenta un segnale preoccupante per un'Europa che dovrebbe essere più coesa e solidale. | Luigi Offeddu, Corriere della Sera, 11 marzo 2013
 
La Fondazione di Comunità della sponda sinistra del Piave
Su Avvenire un approfondimento riguardante la Fondazione di Comunità della sponda sinistra del Piave, esperienza che raccoglie 28 comunità del trevigiano che si sono messe insieme per rispondere alle necessità della popolazione dell'area. | Francesco Dal Mas, Avvenire, 9 marzo 2013
 
Se ci fosse più conciliazione famiglia-lavoro staremmo tutti meglio
La stragrande maggioranza delle donne dopo la maternità sarebbe disposta a riprendere il lavoro all'interno delle proprie aziende, a condizione che queste offrano orari più flessibili e la possibilità di lavorare anche da casa. Lo dice uno studio Regus pubblicato in occasione della festa delle donne, che individua nella mancanza di forme di conciliazione tra famiglia e lavoro una pecca che colpisce non solo le donne ma tutto il sistema produttivo del Paese. | Barbara Millucci, La Nuvola del Lavoro, 6 marzo 2012
 
Un supermercato per chi non arriva a fine mese
Un supermercato per chi non arriva alla fine del mese è nato a Torino grazie all'attività dell'Associazione Terza Settimana, Ufficio Pio e Caritas. Un esempio concreto di come funzione il welfare 2.0. | Maria Teresa Martinengo, La Stampa, 7 marzo 2013
 
Donati: Il crollo demografico dell'Italia travolge sviluppo e welfare
Pierpaolo Donati, Direttore dell'Osservatorio Nazionale sulla Famiglia, spiega a Il Sussidiario come nel nostro Paese sia in corso un "suicidio demografico" che avrà gravi conseguenze sul sistema italiano. Il mancato rinnovamento delle generazioni, con l'andare degli anni, produrrà situazioni sempre meno sostenibili, che travolgeranno sviluppo e welfare con effetti devastanti. | Pierpaolo Donati, Il Sussidiario, 4 marzo 2013
 
Dal nido all'università, ecco quanto costa l'istruzione dei figli
Su linkiesta.it Lidia Baratta e Carlo Manzo provano a capire quanto costa oggi in Italia l'istruzione pubblica. Dall'asilo nido all'università, un genitore spende in media 44mila euro a figlio per servizi che, come mostrano alcune statistiche europee, sono spesso insufficienti o inadeguati. | Lidia Baratta e Carlo Manzo, Linkiesta, 17 settembre 2012
 
Il dentista tra i carrelli della spesa. Nei supermercati la sanità low cost
Welfare anti crisi: medici a prezzo scontato e mutue integrative negli ipermercati. Nelle Coop di Emilia e Liguria da 20 a 200 euro per le prestazioni specialistiche anti crisi. L'ultima scommessa nell'Italia delle 100 piccole mutue. | Michele Bocci, La Repubblica, 3 marzo 2013
 
Nuovo record per la disoccupazione: 3 milioni senza lavoro
L'Istat ha pubblicato i dati sulla disoccupazione relativi al mese di gennaio. Le statistiche parlano di 3 milioni di disoccupati, pari all'11.7%, in aumento di 0.4 punti percentuali rispetto a dicembre e di 2.1 punti rispetto allo stesso periodo del 2012. Particolarmente preoccupanti i dati realtivi alla disoccupazione giovanile, arrivata al 38,7%, in aumento di 1,6 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 6,4 punti nel confronto tendenziale. Peggio di noi solo la Spagna.
 
Un terzo degli under 18 a rischio povertà. Italia tra le peggiori in Europa
Nel 2011 un minorenne su tre in Italia è risultato a rischio "povertà o esclusione sociale". Il dato allarmante emerge dall'indagine dell'Eurostat condotta sulla popolazione dell'Unione europea, dalla quale si evince che a soffrire maggiormente di questa condizione sono i figli di genitori con un basso livello di formazione ed educazione. | Valentina Conte, La Repubblica, 27 febbraio 2013
 
Wall Street Journal: "40enni italiani schiacciati da fisco e welfare"
“In Italia un’intera generazione soffre la stretta fiscale”: gli italiani nati nel 1970, che ora hanno più o meno 43 anni, pagano in tasse una percentuale del reddito della loro intera vita lavorativa superiore del 50% rispetto a chi nacque nel 1952; e quando riusciranno ad andare in pensione, ne percepiranno una il cui importo sarà pari più o meno alla metà di quella della quale stanno godendo i loro padri. |
 
Graduate Scheme, ecco lo stage made in England
Il nome ufficiale é “graduate scheme”, lo strumento adottato in tutti i settori del mercato del lavoro inglese per traghettare dall'Università alle aziende chi finisce gli studi ed è in cerca di un impiego. Su La Nuvola del Lavoro, blog del Corriere della Sera, Chiara Albanese ne analizza le caratteristiche. | Chiara Albanese, La Nuvola del Lavoro, 25 febbraio 2013
 
Smart city, welfare chiave di volta
Paolino Madotto di Rete dell'Innovazione scrive su Corriere delle Comunicazioni: "Le città intelligenti vanno ripensate in una logica in cui l’Ict diventa asset del rilancio dei servizi alle persone". Un'interessante per capire verso quale futuro possono andare i luoghi in cui viviamo. | Paolino Madotto, Corriere delle Comunicazioni, 23 febbraio 2013
 
Tagli al welfare, protestano le regioni del Sud
Il governo Monti starebbe studiando un decreto last minute per recuperare tre miliardi e mezzo in tre anni dai trasferimenti alle Region, ma la sola ipotesi fa già insorgere assessori regionali e sindaci. Soprattutto al Sud, la scure dell’esecutivo finirebbe per abbattersi sui fondi per il sociale | Mirko Dioneo, Corriere della Sera, 21 febbraio 2013
 
In Spagna si pensa a sgravi fiscali per rilanciare l'occupazione
Il governo spagnolo sta valutando alcune ipotesi per rilanciare l'occupazione giovanile, uno dei problemi più grandi che attualmente affliggono il Paese iberico. All'orizzonte la sospensione dell'Iva per le Pmi e sgravi alle aziende per assumere giovani disoccupati. | Luca Veronese, Il Sole 24 Ore, 20 febbraio 2013
 
Nasce il congedo parentale obbligatorio
Sulla Gazzetta Ufficiale del 13 febbraio è stato pubblicato il decreto ministeriale che introduce il congedo parentale obbligatorio. Entrano quindi in vigore le nuove norme che permetteranno ai neo-padri di usufruire di giorni di congedo per assistere il figlio, o della conversione degli stessi in un contirbuto economico da utilizzare per il pagamento di baby sitter o asilo. Breve rassegna stampa sul tema.
 
Scuola e lavoro, Bologna si scopre tedesca
La formazione professionale può contribuire allo sviluppo del Paese. Ne sono convinti a Bologna dove, presso la sede della Ducati, una task force italo tedesca si è messa al lavoro per confrontare le diverse esperienze. Dal blog la Nuvola del Lavoro del Corriere della Sera.
 
La professione del Welfare Manager
Sul blog Lavoro in Corso di Panorama Luca Orioli analizza la professione di welfare manager. Cosa fa? Come lavora? Come si forma? La risposta a queste e altre domande in due brevi articoli, correlati anche da una breve intervista a Elena Stefanoni, Responsabile Iniziative di Welfare di Eniservizi.
 
Nove milioni in difficoltà per il lavoro
Alcuni dati pubblicati da Cgil indicano come la crisi del mondo del lavoro non conosca tregua. Nel 2012 tra precari, lavoratori part time involontari, disoccupati, scoraggiati immediatamente disponibili a lavorare e persone in cassa integrazione si può stimare la stratosferica cifra di circa 9 milioni di persone in drammatica difficoltà con il lavoro.
 
Pensioni: potere d'acquisto in caduta libera
Negli ultimi 15 anni il potere d'acquisto delle pensioni ha subito una diminuzione pari al 33%. Lo afferma una ricerca Spi-Cgil pubblciata in questi giorni.
 
Obama e il welfare: asili gratis e salari più alti
Barack Obama ha illustrato al Congresso le linee guida che verranno seguite dalla sua amministrazione nei prossimi anni. In tema di welfare il Presidente ha assunto posizioni importanti, promettendo un aumento record del salario minimo per i lavoratori americani, che dovrebbe passare da 7,25 a 9 dollari l’ora, oltre il 20% in più. E' inoltre previsto lo stanziamento di 50 miliardi di dollari per la ricostruzione delle infrastrutture fatiscenti e un piano per offrire il “kindergarten” gratuito ai bimbi di 3 e 4 anni delle famiglie bisognose. Il tutto sarà finanziato attraverso un aumento delle entrate fiscali, da ottenere abolendo una serie di sgravi ed esenzioni.
 
Riccometro, welfare a rischio per redditi bassi con la casa
Uno studio del Servizio politiche fiscali della Uil elaborato per la Stampa, mostra come il nuovo riccometro, creato per stanare i falsi poveri, rischi di estromettere dal nostro welfare pensionati e dipendenti a basso reddito proprietari di una casa. Con i nuovi criteri molte categorie registreranno un’impennata del reddito Isee che, sotto determinate soglie, dà diritto a tutta una serie di prestazioni e agevolazioni sociali.
 
I miti della globalizzazione e le frasformazioni del lavoro
I miti della globalizzazione e le frasformazioni del lavoro
 
La carica delle élite femminili, ma l'Agenda D non scalda
Dario di Vico, sul blog del Corriere della Sera La 27ªOra, spiega quale potrebbe essere il ruolo delle donne nella prossima legislatura. Partendo dalle riflessioni di Maurizio Ferrera, autore del libro il Fattore D, Di Vico immagina i contributi che queste potranno fornire per la costruzione di un welfare maggiromente inclusivo.
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25