POVERTÀ E INCLUSIONE /
Fondo povertà educativa: approvati 86 progetti per il bando Adolescenza
73,4 milioni di euro per prevenire l'abbandono scolastico degli adolescenti
14 marzo 2018

Con i Bambini, impresa sociale creata all’interno di Fondazione Con il Sud per gestire il Fondo povertà educativa, ha pubblicato i risultati del bando Adolescenza (11-17 anni). Le 86 iniziative approvate sono state selezionate tra le 248 ammesse alla seconda fase valutativa e saranno finanziate complessivamente con 73,4 milioni di euro.


Il Fondo nazionale per il contrasto della povertà educativa minorile

Il Fondo è nato nel 2015 grazie alla collaborazione fra Governo, Fondazioni di Origine Bancaria (FOB) e Forum del Terzo Settore. L’iniziativa si propone di finanziare interventi sperimentali volti a contrastare, su tutto il territorio nazionale, la povertà educativa minorile, una condizione che impedisce a bambini e ragazzi di fruire di occasioni educative, formative e ricreative fondamentali per la loro crescita. Il Fondo è alimentato dalle FOB – alle quali il Protocollo d’Intesa con il Governo garantisce un credito d’imposta pari al 75% degli importi versati – e sostiene i territori attraverso l’emanazione di bandi rivolti a diverse fasce d’età. Come sottolineato anche da un recente Rapporto curato dall’impresa sociale “Con i bambini”, la povertà educativa non è distribuita ugualmente sul territorio nazionale (e, come nel caso della povertà materiale e dell’esclusione sociale, sono le Regioni del Mezzogiorno ad essere maggiormente colpite dal fenomeno). Al fine di garantire maggiori risorse ai territori più fragili sono state istituite due graduatorie (una multiregionale o nazionale e l’altra regionale). Nella graduatoria regionale, che finanzia la maggior parte dei progetti, sono stabiliti dei budget differenziati per ogni Regione, calcolati in base alla diffusione della povertà educativa e alla presenza di servizi di contrasto ad essa.


Bandi e progetti approvati

Alla fine del 2016 sono stati pubblicati i primi due bandi, uno rivolto alla Prima Infanzia (0-6 anni) e uno all’Adolescenza (11-17 anni). Nel 2017 è stato pubblicato invece il bando Nuove Generazioni (5-14 anni), finanziato con 60 milioni di euro.

Le 80 iniziative selezionate per il bando Prima Infanzia sono sostenute con 62,2 milioni di euro e saranno avviate a breve (in questi mesi sono presentate sui territori nel corso della manifestazione itinerante “Tutta un’altra storia” organizzata dall’impresa sociale “Con i bambini”). Il bando Nuove Generazioni, chiusosi lo scorso febbraio, ha raccolto 432 proposte attualmente in fase di valutazione. Per il bando Adolescenza è stato necessario un lungo lavoro di valutazione a fronte del maggior numero di proposte presentate (circa 800). Dopo una prima selezione, che ha individuato 248 progettualità da valutare in maniera più approfondita, sono state approvate 69 iniziative regionali e 17 aventi un territorio di intervento multiregionale. Questi progetti contrasteranno l’abbandono scolastico in adolescenza e – grazie al coinvolgimento di 2.748 organizzazioni tra soggetti del Terzo settore, scuole ed enti locali – permetteranno la piena partecipazione dell’intera “comunità educante” a percorsi di formazione e istruzione di giovani adolescenti dentro e fuori la scuola.


Riferimenti

Il sito dell’Impresa sociale Con i bambini

Le graduatorie dei progetti presentati

 


Povertà educativa: la nuova fotografia territoriale di "Con i Bambini"

Riflessioni sulla povertà minorile in Italia

Riflessioni sulla povertà minorile in Italia / 2

Innovare la scuola? A Brindisi è "Tutta un'altra storia"

Con i Bambini, tutta un'altra storia. Parte la manifestazione itinerante per mettere al centro i ragazzi e far crescere comunità educanti

Povertà minorile: presentato il rapporto di SRM e Fondazione Banco di Napoli