Parte il Reddito di Solidarietà in Emilia Romagna: ecco come funziona
Dal 18 settembre è ufficialmente partito il Reddito di solidarietà, la misura di contrasto alla povertà voluta e sostenuta dalla Regione Emilia Romagna con un finanziamento strutturale di 35 milioni l’anno. Il RES affiancherà il Sostegno all’Inclusione Attiva operativo a livello nazionale e una serie di interventi di inclusione lavorativa promossi sempre a livello regionale. In questo articolo analizziamo i contenuti di quello che, nella visione della Regione, è un pacchetto unico di misure a contrasto della povertà.
 
Le azioni di contrasto alla povertà della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino
Le Fondazioni di origine bancaria negli ultimi anni hanno assunto un ruolo sempre più importante nella tutela di chi si trova in situazioni di povertà, fragilità ed indigenza. Per questo Percorsi di secondo welfare, in vista del Terzo Rapporto sul secondo welfare in Italia, ha scelto di avviare alcuni approfondimenti sulle azioni messe in campo dalle FOB in materia di lotta alla povertà e all’esclusione sociale. In questo quarto articolo sul tema andiamo ad analizzare il contributo offerto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino.
 
Per combattere la povertà ora serve un piano triennale
In vista della prossima Legge di Bilancio, l'’Alleanza contro la povertà in Italia ha organizzato un incontro con la stampa per discutere alcune proiezioni sulla copertura del Reddito di Inclusione e avanzare alcune richieste. In questo senso, l’'Alleanza ha sottolineato la necessità di adottare un Piano nazionale contro la povertà per il triennio 2018/2020, che prosegua il percorso iniziato con l’'introduzione del REI fino al suo completamento.
 
Confcommercio, a luglio è aumentato l'indice del disagio sociale
A luglio l'indice che lo misura, il Misery Index di Confcommercio, l'indice che misura il disagio sociale, si è attestato su un valore stimato di 18,4 punti, in aumento di 3 decimi di punto rispetto a giugno, mese in cui si è registrato il valore più basso dall'aprile 2016 | Barbara Ardù, La Repubblica, 8 settembre 2017
 
Le azioni di Fondazione Cariverona per contrastare la povertà
Le Fondazioni di origine bancaria negli ultimi anni hanno assunto un ruolo sempre più importante nella tutela di chi si trova in situazioni di povertà, fragilità ed indigenza. Per questo Percorsi di secondo welfare, in vista del Terzo Rapporto sul secondo welfare in Italia, ha scelto di avviare alcuni approfondimenti sulle azioni messe in campo dalle FOB in materia di lotta alla povertà e all'esclusione sociale. In questo terzo articolo sul tema andiamo ad analizzare il contributo offerto dalla Fondazione Cariverona.
 
Approvato il decreto che attua il Reddito di Inclusione
Con l'approvazione definitiva del decreto che attua la delega in materia di povertà, si è concluso il complicato iter che ha portato all'introduzione del Reddito di Inclusione. Si tratta della prima misura unica nazionale di contrasto alla povertà e all'esclusione sociale introdotta in Italia. Il REI potrà essere richiesto a partire dal prossimo 1 gennaio e assorbirà il Sostegno all'Inclusione Attiva (SIA) la "misura ponte" avviata lo scorso 2 settembre proprio in attesa del REI.
 
I poveri scontano colpe che non hanno
Schiacciati tra l’esaurimento dei mezzi di sostentamento e il divieto di migrare, i poveri del mondo subiscono una punizione per un reato sconosciuto. Cosa hanno fatto per meritare il loro destino? Perché sono puniti se non hanno commesso alcun reato? | Internazionale, 28 agosto 2017
 
Ecco come i Paesi europei aiutano le famiglie povere
C'è un filo rosso che unisce le capitali europee: l'offensiva contro la povertà. L'ultimo arrivato nel nostro Paese è il Reddito di inclusione, ma nell'ultimo decennio i big europei hanno messo in campo, con tempi e formule diverse, misure per il sostegno al reddito delle famiglie in difficoltà. Il Sole 24 Ore ha messo a confronto le principali iniziative a livello europeo | Chiara Bussi, Il Sole 24 Ore, 21 agosto 2017
 
Il non-puzzle della programmazione sociale: POVERI e COSÌ non SIA
Ogni anno la Fondazione Zancan cura per Il Mulino un rapporto sull'andamento della lotta alla povertà. Tema centrale del Rapporto 2017, intitolato "POVERI e COSÌ non SIA", è la programmazione nell'ambito delle politiche di contrasto alla povertà. Il volume è suddiviso in tre parti distinte, che affrontano con approcci teorici ed empirici il tema delle politiche, delle misure e dei servizi di contrasto alla povertà.
 
Lotta alla povertà in Italia: il contributo di Save the Children
Ormai da qualche anno, alcune organizzazioni non-governative internazionali, tradizionalmente impegnate in paesi in via di sviluppo, hanno iniziato a realizzare le proprie in attività in Italia. Nel 2016, Save the Children ha realizzato 64 progetti in Italia raggiungendo oltre 100 mila destinatari di cui quasi 80 mila fra minori e ragazzi. Questo articolo si concentra su quanto fatto nel campo del contrasto alla povertà attraverso i programmi “fiocchi in ospedale”, “spazi mamme”, “illuminiamo il futuro”.
 
Piemonte: un passo avanti nel contrasto alla povertà
Il Consiglio Regionale del Piemonte ha approvato la Delibera “Tavolo Regionale finalizzato al contrasto ed alla riduzione della povertà e dell’esclusione sociale”, che lancia la sperimentazione del “Profilo di criticità”. Questo nuovo strumento di misurazione della povertà sosterrà i servizi territoriali nell’accompagnamento delle persone in condizioni di vulnerabilità e supporterà la programmazione sociale della Regione.
 
Chi è che sta sempre meglio in Italia?
Secondo l’ultimo bollettino diffuso dall’ISTAT sulla povertà in Italia, anche quest’anno nel nostro paese si conferma una tendenza in corso da oltre un decennio: gli anziani sono sempre più ricchi, o comunque rischiano sempre meno di diventare poveri, mentre i giovani sono in condizioni sempre peggiori. | Il Post, 14 luglio 2017
 
Povertà in Italia: la condizione dei minori continua a peggiorare
L'Istat ha diffuso il proprio report annuale sulla povertà in Italia. I dati, riferiti al 2016, mostrano una situazione in leggero peggioramente rispetto all'anno precedente: gli effetti della crisi sono ancora molto forti nonostante l'apparente avvio di una fase di ripresa economica. A destare particolare preoccupazione sono soprattutto i dati legati alla povertà minorile, che è aumentata ancora sia in termini relativi che assoluti.
 
Sabbadini: bisogna aumentare il budget per le misure di contrasto alla povertà minorile
Linda Laura Sabbadini, statistica sociale ed editorialista de La Stampa, ha commentato per Percorsi di secondo welfare i dati sulla povertà in Italia pubblicati il 13 luglio dall’Istat. Secondo Sabbadini dal report dell'istituto emerge principalmente un dato: l'ulteriore crescita della povertà minorile impone di implementare con urgenza le misure contro la povertà già varate dal Governo e, anzi, dovrebbero essere previsto un consistente aumento del budget in tal senso.
 
Cresce il divario tra Nord e Sud. Nel Mezzogiorno un cittadino su due a rischio povertà
Si amplia la forbice tra Nord e Sud. Lo evidenziano i dati rielaborati dalla Cgia (Associazione Artigiani Piccole Imprese) di Mestre, che ha messo a confronto le diverse aree del Paese considerando gli andamenti del Pil pro-capite, dell'occupazione, della disoccupazione e dell'esclusione sociale negli anni pre-crisi e oggi. | La Repubblica, 24 giugno 2017
 
Le azioni di Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo per contrastare la povertà
Le Fondazioni di origine bancaria negli ultimi anni hanno assunto un ruolo sempre più importante nella tutela di chi si trova in situazioni di povertà, fragilità ed indigenza. Per questo Percorsi di secondo welfare, in vista del Terzo Rapporto sul secondo welfare in Italia, ha scelto di avviare alcuni approfondimenti sulle azioni messe in campo dalle FOB in materia di lotta alla povertà e all’esclusione sociale. In questo secondo articolo sul tema andiamo ad analizzare il contributo offerto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.
 
Il Reddito di inclusione al Cdm: interessa 1,8 milioni di persone
Arriva in Consiglio dei ministri per un primo esame il decreto legislativo che introduce in Italia "una misura nazionale di contrasto alla povertà". Il provvedimento è all'ordine del giorno della riunione del governo di stamane. Si tratta di un decreto che attua la delega approvata a marzo e segue il Memorandum d'intesa firmato ad aprile dal premier Paolo Gentiloni. | La Repubblica, 9 giugno 2017
 
Povertà: il Comune di Bologna avvia una mappatura per comprendere quali sono le zone con maggior fragilità
Il Comune di Bologna avvia una mappatura per comprendere quali sono le zone con maggior fragilità e, soprattutto, per vedere se i servizi sociali intercettano davvero i più bisognosi. E' l'iniziativa che ha avviato la commissione Politiche sociali del Comune di Bologna per il contrasto alla povertà | Bologna Today, 23 maggio 2017
 
Le azioni di Compagnia di San Paolo per contrastare la povertà
Le Fondazioni di origine bancaria negli ultimi anni hanno assunto un ruolo sempre più importante nella tutela di chi si trova in situazioni di povertà, fragilità ed indigenza. Per questa ragione Percorsi di secondo welfare, in vista del Terzo Rapporto sul secondo welfare in Italia, ha scelto di avviare alcuni approfondimenti sulle azioni messe in campo dalle FOB in materia di lotta alla povertà e all’esclusione sociale. In questo primo articolo sul tema andiamo ad analizzare il contributo offerto dalla Compagnia di San Paolo di Torino.
 
Cooperazione internazionale allo sviluppo: le priorità secondo ActionAid
ActionAid presenta oggi il volume “L’Italia e la lotta alla povertà nel mondo. Una leadership per un futuro sostenibile”, l’undicesima edizione dell’Annuario della cooperazione allo sviluppo. Il rapporto, oltre a descrivere il posto che l’Italia occupa nel contesto mondiale della cooperazione allo sviluppo, si concentra su alcune questioni di cui il nostro paese dovrebbe farsi promotore nel prossimo G7 di Taormina (26-27 maggio 2017) e approfondisce l'opinione degli italiani rispetto a questi temi.
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7